Tutto sul Volpino Italiano

di Fabiana Valentini 1643 visite

Razza antichissima tutta italiana, il candido Volpino può contare ancora su un folto gruppo di ammiratori. Ne parliamo con un allevatore che da anni segue con amore questo bellissimo cane impegnandosi a diffonderne la fama anche e soprattutto nella sua patria di origine.

Si tratta di una razza stupenda, ancora troppo poco conosciuta e diffusa, soprattutto negli ultimi anni in Italia, sua patria di origine. Infatti, questo candido cagnolino era, un tempo, molto famoso fra cortigiani e nobildonne tanto da divenire il protagonista di dipinti famosi. La moda, purtroppo una costante anche nel mondo cinofilo, lo ha invece, nel corso del tempo, relegato a un ruolo da comprimario, tanto che negli anni ottanta i registri Enci registravano pochissime nascite.

La storia del Volpino Italiano

Il Volpino Italiano è una delle nostre razze più antiche e, si dice, discenda dal ceppo degli Spitz diffusi in tutto il mondo. Anticamente era il compagno dei carrettieri che accompagnava trotterellando tra le ruote dei carri. Quando il padrone sostava presso una delle tante osterie di cui era disseminato il percorso, il cagnolino veniva lasciato sul carro per difenderlo dai malintenzionati: seppure di taglia ridotta, infatti, (i maschi non superano i 30 cm. e le femmine i 28 cm.) la sua determinazione nell'abbaiare lo rende a tutt’oggi un ottimo cane “avvisatore”, perfetto per la guardia della casa e delle proprietà del padrone.

All’inizio del 1900 il candido Volpino entrò nelle grazie delle nobildonne grazie anche al suo bell’aspetto e al suo carattere simpaticissimo: per questo motivo fu anche chiamato “Volpino di Firenze” o “Volpino del Quirinale”, a riprova delle sue illustri frequentazioni di quel periodo.

Con il passare del tempo e le innumerevoli mode cinofile il nostro bel cagnolino è stato un po’ dimenticato, anche se negli ultimi tempi sembra voler riprendere il posto che gli spetta nel cuore degli Italiani.

Indole e carattere

Il Volpino Italiano è un compagno insuperabile per i bambini, ma ben si adatta anche alle persone anziane e a tutti coloro che vogliono un cane dal grande cuore, ma dall’aspetto e dalle caratteristiche specifiche delle razze da compagnia. Infatti pur essendo piccolo, il Volpino Italiano non è per nulla timoroso ed è sempre pronto al gioco e alle affettuosità, così come alla guardia e alla difesa di ciò che considera suo. Recentemente è stato riscoperto anche nello sport e, in particolare, per l’agility dove il suo audace e vivace temperamento gli consente di primeggiare nella categoria “mini”. Un cane completo quindi, con un pregio in più: la sua taglia ridotta ne consente un agevole trasporto pressoché dovunque.

Si tratta di un cane davvero insuperabile, sotto ogni punto di vista; in questi ultimi anni, dopo un lungo oblio, sta ricominciando a prender piede nel cuore dei cinofili utaliani. E’, infatti, la perfetta sintesi tra i cani da “guardia” e quelli da salotto, è adattabile, vivace e allegro, ma anche sedentario e pantofolaio. Si tratta, insomma, di una razza adattabile a diverse situazioni, dalla vita di appartamento alle gare di agility, che ne fa un compagno ideale per ogni amante dei cani e del mondo cinofilo.

Cura e salute del Volpino Italiano

Cane longevo e di ottima salut, ci sono casi di Volpini Italiani che hanno superato allegramente il confine dei vent’anni, il Volpino non ha problemi particolari. Niente malattie genetiche, niente controlli particolari o esami obbligatori. Il Volpino è un cane che non teme le intemperie, ama il freddo e non soffre particolarmente il caldo, non risente dei cambi di stagione e non necessita di cure particlari.

E la cura del suo splendido mantello? Il Volpino ha un manto che potremmo definire autopulente: anche lo sporco e la polvere, infatti, sembrano scivolare via e non compromettono mai la bellezza del suo candido pelo. Per quel che riguarda la toelettatura, poi, basta una bella spazzolata ogni due o tre giorni e... il gioco è fatto!

E' bene passare ogni giorno, appena il cagnolino si sveglia, un batuffolo di cotone idrofilo imbevuto di acqua borica intorno agli occhi. Servirà a controllare la lacrimazione e a evitare che il pelo intorno alla zona perioculare si tinga di rosso, un fenomeno tipico delle razze con mantello bianco.

Ti potrebbero interessare