Tutto sul Gatto Calico

di Fabiana Valentini 464 visite

I gatti calici sono meravigliosi! Tenete presente che i gatti calici non sono una razza. Il termine calico si riferisce invece al loro mantello tricolore che comprende nero, arancione e bianco. I calicos "diluiti" possono invece essere grigi, beige e bianchi. Nonostante le voci contrarie, i gatti calici non sono tutti femmine: su 3000 gattini calici, uno potrebbe essere maschio! Diverse razze di gatti e miscele di gatti domestici possono essere calicos, tra cui l'American shorthair, il Siberian e il Japanese bobtail. Le personalità dei Calico possono essere varie come i loro mantelli.

Si dice che siano un po' più vivaci di altri gatti: studi recenti confermano che i genitori di animali domestici hanno questa percezione, ma NON che i calici abbiano questo comportamento. Può darsi che agli amanti dei calici piaccia questa percezione e che sia stata perpetuata.

Potrebbe interessarti:
Erba gatta: tutta la verità

Detto questo, visto che molti padroni di gatti dicono di amare la natura eccentrica del loro calico, prendete in considerazione un calico se volete un micio che vi dica cosa ha in mente. Poiché ogni calico è unico e proviene da un patrimonio diverso, le sue statistiche possono variare da 1 a 5 a seconda dell'individuo.

La Personalità del gatto Calico

Spesso definiti giocosi, affettuosi e volitivi, i calici hanno la reputazione di essere eccentrici. Uno studio del 2015 dell'Università della California, Davis, ha rilevato che le famiglie dei gatti calici hanno riferito che i calici sono più propensi a sibilare o a dire "stai indietro" più spesso rispetto a quanto riferito dai proprietari di gatti di altri colori. Ma lo studio fa sorgere un dubbio.

I ricercatori non hanno osservato direttamente i gatti e il loro comportamento. Questo comporta un ampio margine di manovra nella definizione di "comportamenti aggressivi". Senza una misurazione standard dell'"aggressività", è facile ottenere un'ampia gamma di ciò che costituisce o meno l'aggressività.

I ricercatori hanno riconosciuto che anche altri fattori possono influenzare la personalità di un gatto, come la razza, la castrazione o meno e l'ambiente domestico. C'era anche la possibilità che i genitori scambiassero un comportamento per aggressivo quando, in realtà, si trattava di una risposta ansiosa agli stimoli.

Quindi, qual è il risultato finale?

Tutti i calici sono unici. Poiché il termine calico si riferisce alle caratteristiche del mantello e non a una razza, è possibile che i calici abbiano un'ampia gamma di disposizioni. Ci sono sempre altri fattori che entrano in gioco, come la socializzazione e l'ambiente in cui il gattino è nato.

I gatti calici che abbiamo incontrato sono stati amorevolmente e adorabilmente vivaci, e sono stati eccellenti aggiunte alle loro famiglie!

Maneki Neko il gatto della fortuna "porta soldi":
Come detto in giappone il gatto Calico è abbinato alla fortuna, molto amato, ha dato origine a una quantità enorme di gadget e oggetti potrtafortuna.
Non ci credi? Prova a dare un'occhiata su Amazon.

La storia

Il caratteristico bianco-arancio-nero del calico è una mutazione genetica che può essere fatta risalire all'Egitto. La mutazione è stata riscontrata nelle città portuali lungo il Mar Mediterraneo, tra cui città in Italia, Spagna e Francia. Queste rotte commerciali nel nord dell'Africa e dell'Europa hanno contribuito a diffondere molto di più delle merci trasportate: hanno portato il calico in nuovi luoghi, oggi lo si può ritrovare in tutto il mondo.

Stranamente, il calico è un influencer sociale con una storia. Navigavano con i pescatori giapponesi per fornire protezione durante le tempeste e per spaventare le apparizioni di antenati invidiosi.

I gatti Calico sono stati dipinti in opere d'arte in tutto il mondo, da Utagawa Kuniyoshi a Jean-Baptiste-Simeon Chardin. Il famigerato "gatto che fa cenno" è un presagio di fortuna e si trova spesso fuori dalle aziende e dalle case di tutto il mondo - il gatto? Un calico.

Come presagio di buona sorte, il calico può, in effetti, funzionare. Nel 2007, una stazione ferroviaria della città di Kinokawa è stata salvata grazie a un calico. I cittadini nominarono Tama, il randagio del quartiere, capostazione. Tama accolse i passeggeri e attirò una folla tale da generare entrate sufficienti a salvare la stazione ferroviaria dalla chiusura. Forse il calico porta davvero fortuna!

Il capostazione non è l'unica posizione che i calici hanno ricoperto. Il calico è stato soprannominato il gatto ufficiale del Maryland, come l'uccello di stato, il rigogolo. Il calico più famoso dei giorni nostri è probabilmente la principessa Peony di Martha Stewart, dalla faccia scontrosa. L'adorabile calico ha un corpo prevalentemente bianco con coda e muso neri e arancioni. I suoi sorprendenti occhi giallo-verdi aggiungono un'aria di mistero a questo micio dall'aspetto aspro.

Ti potrebbero interessare