Tutto sui vermi dei cani

di Fabiana Valentini 923 visite

I parassiti intestinali sono una condizione comune per i cani, ma possono essere trattati. Scoprite come sapere se il vostro cane ha i vermi e come trattarli e prevenirli.

I vermi intestinali sono ospiti indesiderati comuni nei cani. Anche se questi fastidiosi parassiti spesso non causano alcun segno evidente nei loro ospiti, è importante catturarli prima che danneggino il vostro animale o che possano infettare altri animali. Fortunatamente, sia il trattamento che la prevenzione dei vermi nei cani sono relativamente semplici.

Quali tipi di vermi infettano i cani?

I cani possono essere infettati da diversi tipi di vermi, ciascuno con le proprie caratteristiche. Ecco i parassiti più comuni che si trovano nei cani:

  • Vermi tondi
  • Anchilostomi
  • Tenie
  • Vermi della frusta
  • Vermi del cuore

Vermi tondi

I vermi tondi (chiamati anche ascaridi) sono lunghi vermi marroni che assomigliano a spaghetti cotti, spiega Jess Nichols, DVM, responsabile veterinario di Spay and Neuter Kansas City a Kansas City, Mo. Secondo il Companion Animal Parasite Council (CAPC), un'associazione indipendente senza scopo di lucro guidata da professionisti veterinari ed esperti di parassiti, i vermi tondi sono i vermi parassitari più comuni nei cani, soprattutto nei cuccioli.

Cause

I cani possono contrarre l'infezione da vermi tondi in diversi modi, motivo per cui la condizione è così comune. Secondo il CAPC, i cuccioli possono contrarre il parassita dalla madre, sia quando sono nel grembo materno attraverso la placenta, sia attraverso l'allattamento dopo la nascita. Sia i cuccioli che i cani adulti possono contrarre il parassita mangiandolo accidentalmente nell'ambiente in cui vivono (i cani e i gatti infetti rilasciano le uova del parassita nella loro cacca) o nella carne di un uccello o di un roditore infetto.

Sintomi

I segni e i sintomi dei vermi variano a seconda del parassita e possono anche dipendere dall'età del cane e dal numero di vermi presenti. Spesso, tuttavia, i cani con vermi intestinali non mostrano alcun segno. I cuccioli infettati da vermi tondi hanno maggiori probabilità di presentare segni rispetto ai cani adulti. Secondo il CAPC, i cuccioli che sono stati infettati prima della nascita possono non crescere o aumentare di peso come dovrebbero e possono avere un pelo povero e un aspetto panciuto. Altri possibili segni di vermi tondi nei cani sono vomito, diarrea e intestino bloccato.

Anchilostomi

Gli anchilostomi sono piccoli vermi bianchi (1-2 cm). Una leggera curvatura nella parte anteriore del corpo li fa assomigliare a un amo da pesca. Si tratta di parassiti particolarmente pericolosi. A differenza di altri vermi che si nutrono di cibo e materiali da bere che galleggiano nell'intestino dell'animale, gli anchilostomi sono succhiatori di sangue, spiega Nichols. I parassiti si agganciano letteralmente alle pareti dell'intestino del cane con i loro denti, rilasciano una sostanza che impedisce la coagulazione del sangue dell'animale ospite e succhiano il sangue dell'animale.

Cause

Gli anchilostomi adulti presenti nell'intestino del cane si accoppiano e depositano le loro uova nella cacca dell'animale infetto, spiega Nichols. Queste uova si schiudono e rilasciano i piccoli anchilostomi nel terreno. I cani possono infettarsi mangiando questi piccoli anchilostomi dal terreno o mangiando piccoli animali o scarafaggi infettati dal parassita. I piccoli di anchilostoma possono infettare i cani anche scavando nella loro pelle. Come nel caso degli anchilostomi, anche i cuccioli possono essere infettati dagli anchilostomi attraverso il latte materno, afferma Richard Meadows, DVM, DABVP, professore presso l'University of Missouri College of Veterinary Medicine di Columbia, Mo.

Sintomi

Secondo il CAPC, gli anchilostomi del cane consumano più sangue rispetto ad altre specie di vermi e tendono quindi a causare problemi più gravi, fino alla morte nei cuccioli. I cuccioli infettati da anchilostomi possono presentare i seguenti segni e sintomi:

  • Anemia (cioè non hanno abbastanza globuli rossi per trasportare l'ossigeno di cui il corpo ha bisogno)
  • Diarrea scura e catramosa
  • Disidratazione
  • Gengive pallide
  • Mancato aumento di peso
  • Pessimo pelo

Cani adulti altrimenti sani infettati da anchilostomi possono non presentare alcun segno di infezione, ma a volte sviluppano molti degli stessi segni dei cuccioli. Inoltre, un anchilostoma che è entrato in un animale domestico scavando una galleria nella sua pelle può lasciare ferite cutanee irritate e pruriginose, in genere tra le dita dei piedi del cane.

Tenie

Le tenie sono parassiti lunghi, piatti e segmentati di colore bianco con un apparato boccale simile a uncino che usano per attaccarsi alle pareti intestinali degli animali domestici, spiega Nichols. Le tenie adulte rilasciano segmenti del loro corpo (chiamati proglottidi) nella cacca del cane infetto. Le proglottidi hanno l'aspetto di chicchi di riso e si trovano comunemente nella cacca del cane, vicino al suo posteriore e nella sua zona di vita (per esempio, sulla lettiera). Questi segmenti finiscono per aprirsi e rilasciare le uova di tenia nell'ambiente.

Cause

I cani si infettano con la tenia mangiando un ospite intermedio. Pulci, roditori (come topi, ratti e scoiattoli) e conigli sono tutti ospiti intermedi della tenia. Questi ospiti mangiano le uova che le proglottidi rilasciano nell'ambiente, spiega Nichols. Quando questi ospiti intermedi vengono mangiati da un cane, quest'ultimo diventa il nuovo ospite del parassita.

Sintomi

Il segno clinico più comune che i proprietari di animali domestici notano è la presenza di proglottidi simili a riso nella cacca del cane o intorno al suo posteriore. Tuttavia, il CAPC osserva che i cani possono anche avvertire irritazione e prurito intorno alle estremità posteriori. I cani infestati da molti vermi possono ritrovarsi con l'intestino bloccato.

Vermi della frusta

Secondo il CAPC, i tricocefali prendono il nome dalla forma del loro corpo simile a una frusta, in quanto sono lunghi e sottili nella parte anteriore (la "sferza" della frusta) e hanno un'estremità posteriore più corta e spessa (il "manico" della frusta). Il CAPC aggiunge che la maggior parte dei tricocefali adulti vive nel cieco del cane, dove si incontrano l'intestino tenue e l'intestino crasso. Come gli anchilostomi, i tricocefali si nutrono del sangue dell'animale.

Cause

I tricocefali adulti rilasciano le loro uova nella cacca del cane infetto. Se mangiate, queste uova possono infettare altri cani.

Sintomi

Secondo il CAPC, i cani infettati da un numero elevato di tricocefali possono presentare diarrea sanguinolenta, perdita di peso, disidratazione e anemia. Se non trattate, le infezioni gravi da tricocefali possono portare alla morte.

Vermi del cuore

A differenza dei vermi intestinali, i vermi cardiaci sono parassiti lunghi e simili a spaghetti che infettano il cuore e i polmoni, dove possono causare gravi malattie.

Cause

L'American Heartworm Society spiega che la causa più comune di vermi cardiaci nei cani è la trasmissione attraverso le punture di zanzara. Quando una zanzara succhia il sangue di un cane, di una volpe, di un coyote o di un lupo infetto, può trasportare le larve di verme cardiaco e depositarle nell'animale successivo che punge. Se l'animale in questione è il vostro, le larve possono maturare all'interno del suo corpo e produrre un'infezione nel cuore e nei polmoni.

I sintomi

I segni più comuni della malattia del cuore nei cani includono:

  • Collasso
  • Difficoltà a respirare
  • Gengive pallide
  • Mancata voglia di fare esercizio fisico
  • Perdita di peso
  • Tosse
  • Urina scura o sanguinolenta
  • Vomito

Come vengono diagnosticati e trattati i vermi intestinali nei cani?

Sebbene i vermi intestinali possano causare gravi problemi nei cani, la condizione è solitamente molto curabile. Nel caso di vermi tondi, anchilostomi e tricocefali, la diagnosi viene spesso effettuata con un test di galleggiamento fecale, che prevede l'uso di un microscopio per cercare le uova del parassita in un campione di cacca del cane, spiega Nichols. Poiché i cani possono essere affetti da vermi tondi, anchilostomi o tricocefali senza manifestare alcun sintomo, il CAPC raccomanda di utilizzare un test fecale per verificare la presenza di questi parassiti in tutti i cani una o due volte l'anno. I cuccioli, tuttavia, dovrebbero essere sottoposti al test almeno quattro volte l'anno. Il test è spesso parte integrante dei regolari esami di benessere.

Ai cani infettati da vermi tondi, anchilostomi o tricocefali viene in genere somministrato un farmaco antielmintico (comunemente chiamato "dewormer") che inizia immediatamente a uccidere i vermi, spiega Nichols. Possono essere necessarie più dosi e test di controllo. Poiché i vermi tondi e gli anchilostomi sono così comuni nei cuccioli, di solito si somministrano loro farmaci sverminanti come precauzione contro questi parassiti.

Sfortunatamente, secondo Nichols, i test di galleggiamento fecale non sono altrettanto affidabili nel rilevare le tenie. Ciò significa che i proprietari svolgono un ruolo cruciale nel catturare le infezioni da tenia individuando e segnalando le proglottidi. Le tenie vengono anche trattate con farmaci vermifughi che uccidono i parassiti senza danneggiare l'ospite.

Come si prevengono i vermi nei cani?

I farmaci mensili per la prevenzione dei vermi hanno un nome fuorviante. Non li chiamiamo così, perché non proteggono solo dai vermi cardiaci. Prevengono anche gli anchilostomi e i vermi tondi, e alcuni proteggono anche dai tricocefali.

Poiché le tenie possono essere trasmesse dalle pulci, è importante che il cane segua una profilassi antipulci per tutto l'anno. Il veterinario lavorerà con voi per trovare i migliori prodotti mensili di prevenzione dei parassiti per il vostro cane.

Semplici misure da adottare a casa possono contribuire a ridurre le probabilità che il cane venga infettato da vermi intestinali. Raccogliere la cacca del cane il prima possibile ed evitare che mangi piccoli animali o uccelli (ad esempio, portandolo sempre al guinzaglio o tenendolo in un'area recintata) sono due misure efficaci.

Gli esseri umani possono contrarre i vermi dai cani?

Secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), sì, gli esseri umani possono contrarre i vermi dai cani. È importante proteggere voi stessi, i vostri familiari e i vostri animali domestici da queste infezioni dannose.

Oltre a somministrare agli animali domestici farmaci preventivi, si raccomanda ad adulti e bambini di lavarsi le mani con acqua e sapone dopo aver giocato con gli animali, aver raccolto la cacca e prima di maneggiare il cibo. Si suggerisce anche di evitare di toccare superfici e oggetti che potrebbero essere contaminati da feci di animali e di rispettare sempre le leggi sul guinzaglio.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Perchè i cani scodinzolano?

Uno scodinzolio è spesso interpretato come un segno di gioia dei nostri cani, ma gli studi hanno dimostrato che lo...

di Fabiana Valentini -

I cani possono ridere?

La risata, per definizione, è una risposta fisiologica all'umorismo. I cani possono essere giocosi, ma sono in grado di...

di Fabiana Valentini -

Cane Corso: guida alla razza

Nobile, intelligente, leale, forte. Queste sono alcune delle parole più comuni usate per descrivere il cane corso, un...

di Fabiana Valentini -