Allevato come cane da caccia e da guardia adattabile, il dignitoso Akita è rispettato come un tesoro nazionale in Giappone. Oggi anche gli americani adorano questa razza: l'Akita è costantemente nella classifica delle 50 razze più popolari. Sebbene sia un cane da guardia devoto, l'Akita non abbaia eccessivamente. È un eroe forte e silenzioso.

Razza antica e venerata insieme a razze come l'American Eskimo Dog, il Chow Chow e il Samoiedo, l'Akita è una razza Spitz. Le razze Spitz hanno generalmente un aspetto simile a quello dei lupi, con un doppio mantello, occhi a mandorla e l'amore per la neve. Gli Akita sono originari delle montagne del Giappone e hanno sviluppato le dita dei piedi palmate per distribuire il peso e camminare facilmente sulla neve. Prima che gli Akita avessero un nome formale di razza, venivano semplicemente chiamati "cani da neve".

Allevati per il coraggio nella caccia, gli antenati dell'Akita seguivano selvaggina come cinghiali, alci e orsi, tenendo a bada la preda finché i cacciatori non la raggiungevano. Gli Akita furono sviluppati anche come cani da guardia. Col tempo, gli Akita divennero apprezzate guardie di palazzo. I loro collari decorativi erano associati alla nobiltà e al rango dei loro proprietari.

Purtroppo, con la diffusione dei combattimenti tra cani, l'Akita si sviluppò anche come cane aggressivo. Col tempo, il governo giapponese mise fuori legge i combattimenti tra cani e nominò l'Akita tesoro nazionale.

Quando Helen Keller visitò il Giappone nel 1937, il ministro degli Esteri giapponese le regalò un Akita di nome Kamikaze-Go. Dopo che il cucciolo morì in tenera età, i giapponesi inviarono alla Keller un secondo Akita, Kenzan-Go. Dopo la seconda guerra mondiale, i soldati di ritorno portarono gli Akita negli Stati Uniti; questi cani del dopoguerra gettarono le basi dell'allevamento dell'Akita americano.

La scheda:

  • Peso: da 45 a 60 chili (maschi),
  • Peso: 30-45 chili (femmina)
  • Durata di vita: da 10 a 13 anni
  • Manto: Doppio pelo. Il sottopelo è spesso, morbido e più corto del mantello esterno. Il pelo esterno è dritto e duro. Gli Akita si adattano bene ai climi freddi, ma fortunatamente il loro mantello si schiarisce in estate.
  • Colore: qualsiasi colore ricco e brillante, compresi il pinto, il bianco e il brindle.
  • Toelettatura: L'Akita ha bisogno di una spazzolatura regolare e di una toelettatura supplementare in caso di cambio di pelo (che avviene un paio di volte all'anno). Man mano che il nuovo mantello cresce, i grandi ciuffi di pelo si allentano e cadono (o vengono spazzolati via). L'Akita si pulisce da solo in modo piuttosto simile a un gatto.
  • Coda: Una grande coda arricciata (non piumata) è una delle caratteristiche dell'Akita.
  • Attrezzatura: Un cortile privato e recintato è l'ideale per l'Akita; è troppo forte e dominante per mescolarsi con animali che non conosce al parco per cani.
  • Varietà: Esistono due varietà distinte di Akita: una varietà giapponese, comunemente chiamata Akita Inu, e una varietà americana, chiamata Akita.
  • Politiche di razza: Sfortunatamente, l'Akita è stato bersaglio del BSL e dei divieti delle case e degli appartamenti. I potenziali proprietari faranno bene a controllare le leggi locali e le politiche abitative.
  • Ideale per: Proprietari di cani esperti. I single e le famiglie devono avere le conoscenze e l'esperienza per gestire questa razza piuttosto complicata.
  • Possibili problemi di salute: Gonfiore, problemi alla tiroide, displasia dell'anca canina.

Vita con un Akita

Fedele alla famiglia e sospettoso nei confronti degli estranei, l'Akita non è il più adatto ai proprietari di cani alle prime armi. Sebbene sia intelligente e veloce nell'apprendere (quando lo decide!), il rispetto dell'Akita deve essere guadagnato; l'addestramento può essere una sfida. L'Akita indipendente, infatti, ama pensare con la propria testa.

Anche se alcuni Akita possono eccellere nell'obbedienza, non è probabilmente il loro hobby preferito. La maggior parte degli Akita preferisce le escursioni o i giochi all'aperto. Gli Akita hanno bisogno di esercizio fisico, ma non chiedono un'azione continua. In effetti, una bella passeggiata e qualche momento di gioco sono sufficienti.

Gli Akita si accontentano di una famiglia composta da un solo animale; la loro rinomata fedeltà si concentra in genere sui proprietari umani. Molti Akita non tollerano gli altri cani, soprattutto quelli dello stesso sesso.

Ottimo cane da guardia

Originariamente allevati come protettori, gli Akita sono istintivamente diffidenti nei confronti degli estranei. È bene che imparino presto, con un'intensa socializzazione, la differenza tra un nuovo arrivato amichevole e un estraneo sgradito. Insegnare al giovane Akita a gestire il proprio impulso di protezione e a distinguere l'amico dal nemico comporta strategie di socializzazione e addestramento rigorosi. Scuola per cuccioli, stiamo arrivando!

Ti potrebbero interessare