Posso prendere i vermi dal mio cane o dal mio gatto?

di Marco Fiamberti 421 visite

Comincio con il darti subito la brutta notizia: sì, gli esseri umani possono contrarre vermi da cani e gatti, tra cui vermi tondi (ascaridi), anchilostomi e tenie. Facciamo una rapida carrellata per capire cosa c'è da sapere e come comportarsi per evitare spiacevoli conseguenze:

La maggior parte di noi svermina i propri animali domestici per evitare che si sentano a disagio, ma è anche essenziale per ridurre il rischio per noi. Ecco la nostra guida ai parassiti che il vostro cane o gatto potrebbe contrarre e come potete ridurre i rischi per voi e la vostra famiglia.

Vermi tondi

Cominciamo con il parlare dei vermi tondi: noi esseri umani possiamo contrarli da diversi luoghi, per evitare che questo avvenga, è bene che tu sia consapevole di dove sono più diffusi e mantenere delle appropriate pratiche igieniche. Puoi infettarti ingerendo le uova di verme rotondo, una volta ingerite le larve si schiudono e possono muoversi in libertà nel tuo corpo, e questo può portare a conseguenze molto serie come danni agli organi, come cecità e insufficienza respiratoria. Sei spaventato abbastanza Ecco da dove noi esseri umani possiamo contrarre gli ascaridi:

Da cuccioli e gattini

Sappi che un singolo verme rotondo può produrre 250.000 uova al giorno, si tratta di una vera fabbrica! I nostri cuccioli possono già nascer infetti, il passaggio può avvenire nell'utero della madre oppure contrarre i vermi tondi attraverso il latte della madre durante le prime fasi di vita e l'allattamento. Anche qui dobbiamo mantenere una buona igiene personale, ricordati di lavarti le mani molto bene, ogni volta che maneggi cuccioli o gattini e di sottoporli allo sverminamento appena possibile (parla con il tuo veterinario e leggi le indicazioni del prodotto, per sapere quando procedere) in questo modo contribuirai a eliminare l'infestazione di questi odiosi parassiti.

Foto di vermi tondi
I vermi tondi sono comuni nei cani e nei gatti, ricordati di eseguire sempre le profilassi per il tuo animale domestico e di lavarti le mani ogni volta che vieni in contatto con i suoi escrementi

Dai rifiuti degli animali domestici

Quando maneggiamo feci e deiezioni dei nostri amici a quattro zampe dobbiamo porre molta attenzione: i vermi tondi rilasciano uova nelle feci di cani e gatti, quindi quando pulisci la lettiera assicurati di non venire in contatto diretto con le tue mani e terminata l'operazione lavale bene! Utilizza sempre sacchetti chiudibili e impermeabili per raccogliere gli escrementi dalla lettiera e rimuovi le eventuali cacche dal giardino, utilizzando strumenti come una pala, non toccare mai direttamente gli escrementi, così facendo limiterai la potenziale diffusione dei parassiti.

Dal terreno

Le uova dei vermi sono molto resistenti e un po' come le spore dei funghi possono sopravvivere nel terreno per anni, in attesa di trovare un ospite. Se fai giardinaggio o i tuoi figli entrano in contatto con la terra del giardino è bene stabilire delle regole rigide e obbligare tutti a lavarsi le mani dopo il contatto. Il tuo cane e il tuo gatto stesso possono fungere da vettori di queste uova presenti nel terreno se amano rotolarsi o scavare in giardino , ricordati quindi di lavarti le mani dopo che accarezzi il tuo animale.

Le tenie

Un tipo di verme che vive nell'intestino è la tenia, si tratta di vermi segmentati. SI moltiplicano rilasciando le uova nelle feci degli animali, le uova sono contenute in veri e propri segmenti del verme, anche se non sono più vivi questi segmenti possono continuare a muoversi per un breve periodo. La presenza delle tenie è facilmente verificabile, se il tuo cane o gatto è affetto da questi parassiti potrai trovare questi piccoli segmenti bianchi delle dimensioni di un chicco di riso che si muovono tra le feci o escono dall'orifizio dell'animale.

Il tuo cane o il tuo gatto possono facilmente contrarre la tenia durante la caccia o ingerendo carne non cotta che possono reperire in natura, anche l'ingestione di pulci infette può trasmettere la tenia, tra i sintomi che il tuo cane può mostrare una volta affetto da tenia ti segnalo:

  • Diarrea
  • Prurito
  • Vomito
Foto di vermi tondi
I gattini possono nascere con ingfestazioni di evrmi o prenderli durante la fase di allattamento, sottoponi i tuoi micetti alle giuste terapie appena la loro età lo consente - Fonte foto: Anel Rossouw

Come per i vermi tondi che la tenia si può trasmettere alle persone, l'ingestione involontaria quando si viene a contatto con le uova è il metodo più comune per contrarre questa infezione.

Negli esseri umani, alcune varietà di tenia, possono causare la malattia idatidea, in questo caso le cisti si sviluppano negli organi e causano gravi malattie e possono essere potenzialmente fatali.Si tratta di una malattia difficile da trattare e controllare, quindi, anche in questo caso è essenziale trattare il cane o il gatto e prevenire la diffusione della patologia, inoltre, se possibile cerca di evitare che ingerisca animali selvatici che può cacciare trovare in giardino.

Gli anchilostomi

Le larve degli anchilostomi vivono nel terreno e i nostri cuccioli possono ingerirle direttamente nutrendosi di un roditore o un uccello infetto. I sintomi dell'anchilostoma sono più gravi ed evidenti nei cani giovani e possono includere diarrea, letargia, anemia e in alcuni casi addirittura la morte.

Anche qui la brutta notizia è che l'anchilostoma può colpire anche le persone. In questo caso non è neanche necessario ingerire le larve, perchè possono introdursi attraverso la pelle quindi è bene non camminare a piedi nudi in aree che possono essere contaminate, le larve una volta penetrate nella pelle possono causare irritazione e prurito. Per ridurre il rischio di infezione da anchilostoma, è consigliabile indossare scarpe all'aperto. È anche possibile l'ingestione delle larve, quindi manteniamo una buona igiene e laviamoci le mani ogni volta che veniamo a contatto con terra o siamo all'aperto.

Come trattare i vermi

Chi possiede cani o gatti, fortunatamente può scegliere tra una serie di prodotti per la sverminazione, compresi i trattamenti spot-on, come Advocate o Drontal, E' bene chiedere consiglio al proprio veterinario per decidere quale prodotto applicare e tenere in considerazione il peso dell'animale. E' sempre consigliabile mettere in atto una profilassi ripetuta e sverminate il proprio cane o gatto adulto almeno ogni tre mesi per tenere sotto controllo i vermi intestinali e di conseguenza contribuire a prevenire spiacevoli infezioni umane.

Cronologia aggiornamenti

  • 03 giugno 2023 pubblicato l'articolo sulle problematiche inerenti il passaggio dei parassiti da animali domestici a uomo.

Fonti e link utili

Marco Fiamberti

Marco Fiamberti

Marco è uno studente di veterinaria a Milano con una grande passione per gli animali domestici, in particolare per i cani. Nel suo blog, fornisce consigli utili sulla cura dei cani e condivide le storie dei suoi due labrador, Poldo e Gianna.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Come lavare cane con dermatite?

Meglio un bagno con acqua fresca o tiepida, che contribuisce a lenire l'infiammazione. Dopo il bagno, asciugare il...

di Fabiana Valentini -

Tutto sul Bracco italiano

Tra le razze di cani da caccia più conosciute troviamo lui, il Bracco italiano. Come dice il nome stesso, questa razza è...

di Fabiana Valentini -