Come scegliere la migliore luce per acquari di acqua dolce

di Marco Fiamberti 850 visite

Guida alla scelta della luce LED per un acquario piantumato: spettro cromatico, intensità e diffusione della luce

Se hai un acquario d'acqua dolce e vuoi coltivare delle piante la domanda più importante che ti stai ponendo è: "Che luce devo scegliere per il mio acquario piantumato?". Purtroppo non c'è una risposta valida per tutti i casi, quindi... dipende!

Per aiutarti a scegliere la giusta luce LED per il tuo acquario piantumato, parleremo di tre diversi parametri di illuminazione e del loro significato per gli hobbisti principianti. Inoltre abbiamo raccolto una serie di domande e risposte tra le più comuni sull'argomento, le trovi nella sezione FAQ al termine dell'articolo... Buona lettura!

1. Lo Spettro Cromatico

Se hai osservato l'illuminazione di un'accogliente caffetteria rispetto a quella di un ospedale sterile, avrai notato che le luci "bianche" variano tutte in base alla temperatura di colore, questa temperatura viene misurata in unità di Kelvin (K). Se consideriamo una rilassante luce da lettura che diffonde sugli oggetti un leggero colore giallo e caldo questa avrà un valore di circa 2700K, se, invece, prendiamo in considerazione una luce bianca fredda con una leggera sfumatura bluastra può avere una temperatura di 10.000K.

Se dobbiamo dirla tutta lo spettro cromatico non ha molta importanza quando si tratta di coltivare piante d'acquario, perché le piante che coltiviamo nei nostri acquari possono tranquillamente prosperare in un'ampia gamma di Kelvin. Quindi la scelta della temperatura si effettua in base al gusto personale, tendenzialmente tendiamo ad evitare luci che tendono troppo al rosso o al blu. In molti preferiscono usare una luce bianca neutra, tra i 5000 e i 6500 K, perché sembra simulare meglio la luce naturale del giorno. In parole povere, è possibile scegliere una luce con qualsiasi spettro di colore, purché non sia troppo blu ( che vengono utilizzate in acquari d'acqua salata ricchi di coralli).

Tabella della temperatura di colore della luce

Temperatura di Colore (K) Aspetto della Luce Ambiente Simulato
2700K Calda, giallastra Luce da lettura
5000-6500K Bianca neutra Luce naturale diurna
10000K Fredda, bluastra Coralli d'acqua salata

Come abbiamo detto le piante in acquario possono crescere sotto un ampio spettro di luci, quindi scegli la temperatura di colore che valorizza meglio i colori e l'aspetto delle tue piante e dei tuoi pesci.

2. L'Intensità della Luce

Quale dovrebbe essere l'intensità della luce per il tuo acquario? Dipende dal tipo di piante d'acquario che desideri coltivare. Se opti per luci basse (a bassa intensità) si possono coltivare anubias, cryptocoryne (o cripte), felci e altre piante poco esigenti.

Per piante più esigenti come piante a stelo e alla maggior parte delle altre specie puoi utilizzare luci medie. Le luci alte sono da utilizzare solo con piante davvero esigenti e che crescono lontane dalla superficie come le piante da tappeto (o praticello). Le luci alte possono essere utilizzate per qualsiasi pianta, ma a volte si richiede la diffusione nell'acqua di anidride carbonica (CO2) per offrire supporto alla rapida crescita delle piante e ridurre al minimo la crescita e la fioritura delle alghe.

Tabella dell'intensità della luce

Tipo di Luce Piante Adatte Note
Bassa Anubias, cryptocoryne, felci Piante poco esigenti
Media Piante a stelo, specie varie Maggior parte delle specie
Alta Piante da tappeto, piante esigenti Necessita di CO2

Ma cosa si intende per luce bassa e cosa per luce alta?

L'intensità delle luci per la coltivazione delle piante viene spesso misurata come PAR (dall'inglese Photosynthetically Active Radiation). poiché ci sono molti fattori che influiscono sui numeri PAR, come ad esempio la distanza dalla luce, l'altezza della vasca, l'interferenza del coperchio dell'acquario e della posizione delle piante, molti produttori non pubblicano i valori PAR delle loro lampade sulle confezioni. Per farla semplice una vasca alta richiede una luce più forte che possa raggiungere il fondo della vasca dove crescono le piante, mentre una vasca bassa non ne ha bisogno (o necessita meno intensità).

Ognuno può scegliere il tipo di luce che preferisce, si consiglia di acquistare una luce a LED, piuttosto che a fluorescenza, a fluorescenza compatta (CF) o con altre tecnologie luminose, purchè l'intensità sia sufficiente per i propri scopi. Il principale vantaggio delle lampade o plafoniere a LED è quello di produrre un'elevata luminosità con un consumo energetico ridotto e non devono essere sostituite molto spesso.

Un vantaggio delle lampade a LED da non trascurare è che sono dimmerabili, cioè consentono di controllare l'intensità della luce nel caso in cui si desideri utilizzarle per vasche diverse con requisiti PAR differenti.

3. La Diffusione della Luce

L'ultimo parametro che devi valutare è la diffusione o la dispersione della luce nell'acquario. In genere la maggior parte delle lampade per acquari ha una diffusione della luce di circa un metro direttamente sotto di loro in verticale, e, questo significa che le piante al di fuori del cono di luce che si forma non riceveranno la stessa luce e, di conseguenza, potrebbero non cresceranno bene.

Molto dipende dalle dimensioni della vasca dalla larghezza e dalla profondità quindi, se il vostro acquario è largo tra i 45 e i 60 centimetri, potrebbe essere necessario acquistare due lampade per acquari o utilizzare una lampada da negozio economica. Fai attenzione anche alle specifiche indicate sulla confezione , alcuni produttori vendono lampade per acquari di qualità superiore che hanno una diffusione della luce di 120 gradi, in grado di coprire un'area maggiore rispetto a una luce di marca generica, anche in questo caso la qualità fa la differenza.

Tabella della diffusione della Luce

Tipo di Lampada Diffusione della Luce Note
Lampada per acquari Circa 1 metro Copertura limitata
Lampada da negozio Enorme diffusione Non specifica per acquari
Lampade a diffusione 120° Maggiore copertura Spettro ottimizzato per acquari

Quindi per scegliere la giusta plafoniera a LED per il tuo acquario ricordati di considerare queste tre categorie: spettro cromatico, intensità della luce e diffusione della luce. Le tue piante e pesci te ne saranno grati, e il tuo acquario sarà un gioiello vivente da ammirare.

Cronologia aggiornamenti

  • 23 Maggio 2024 Rivista e aggiornata la guida
  • 07 Maggio 2023 Pubblicata la guida alla scelta di una plafoniera a LED per acquario

Domande frequenti

Che tipo di LED per acquario?

Poiché abbiamo bisogno di luce bianca diurna per l'acquario, si consigliano tubi LED con una temperatura di colore da 6.500 K a 8.000 K. Affinché i colori dell'acquario possano essere riprodotti in modo naturale, l'indice di resa cromatica (IRC), è un fattore decisivo nella scelta dell'illuminazione LED

uale luce per acquario dolce?

Per l'acqua dolce esistono lampade che vanno dai 3000 ai 10000°K, se non ci sono particolari esigenze l'ideale sarebbe stare tra i 5000 ed i 6500°K.

Quanti watt LED per acquario?

Un buon rapporto, quindi una buona efficienza luminosa è di 60 – 80 Lumen/Watt. Per avere una buona illuminazione, sopratutto per acquari piantumati si ricercherà quindi un rapporto di 0,5 Watt/Litro, in acquari invece poco piantumati potrà essere più basso, ma non dovrà mai essere inferiore a 0,2 watt/Litro

Quanti watt per un acquario da 100 lt?

PPer un acquario “medio”, la luce va calcolata in rapporto di 0,5 alla capacità dell'acquario. Ad esempio, se W/l = 05, un acquario da 100 litri necessita di 50 watt per far crescere sufficientemente bene la maggior parte delle piante.

A cosa serve la luce blu per acquario?

I led bianchi vengono utilizzati per ricreare la luce diurna, per vedere pesci e per far sviluppare piante acquatiche di semplice coltivazione (come l'Anubias); i led blu sono indispensabili per ricreare condizioni notturne, per far rilassare i pesci o per agevolarli durante il periodo riproduttivo.

Come scegliere lampada per acquario?

Maggiori sono i Kelvin, più grande è la capacità di propagazione della luce. In acquari di acqua dolce, inoltre, è preferibile uno spettro luminoso che va dal bianco al rosso. In commercio, comunque, vi sono solitamente lampade che vanno da 3000 a 10000 K. La scelta ideale comprende un valore tra 5000 e 6500 K.

Quanti luci a LED mettere su un acquario da 100 litri?

Stai cercando luce acquario 100 litri? 2 Modalità di Luce: 90 LED bianco e 18 LED blu, accendere la luce blu durante la notte, è possibile visualizzare il colore fluorescente dei molluschi corallo, l'effetto decorativo è eccellente.

Quanti watt di luce per litro?

Conteggia quindi 60-70 lumen per watt. Dunque se hai un 300 litri valuterei 100-150 watt di CFL almeno (poi dipende dalle piante che vuoi metterci).

Quando accendere la luce in un acquario??

Luci a led per Acquari: La luce a LED brilla di blu o un mix blu e bianco, creando un'atmosfera molto affascinante; Maggior risparmio di energia rispetto alle tradizionali lampade fluorescenti. ... Ampiamente Usato: L'illuminazione ideale per acquari per acquari, cisterne, giardini rocciosi, gabbie per animali domestici.

Marco Fiamberti

Marco Fiamberti

Marco è uno studente di veterinaria a Milano con una grande passione per gli animali domestici, in particolare per i cani. Nel suo blog, fornisce consigli utili sulla cura dei cani e condivide le storie dei suoi due labrador, Poldo e Gianna.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Come funziona la pietra porosa?

La pietra porosa è responsabile della formazione delle bollicine, infatti quando l'aria passa attraverso questa, viene...

di Fabiana Valentini -

Quanti kg di fondo per acquario?

12kg Prima di inserire il fondo nell'acquario, ricordati di sciacquarlo accuratamente con acqua calda per eliminare la...

di Fabiana Valentini -