Perché il mio gatto ha paura di uscire?

di Fabiana Valentini 1121 visite

Se il tuo gatto ha paura di uscire, forse ti sei chiesto il perché e se c'è qualcosa che puoi fare per far cambiare questa sua attitudine...

Perché il mio gatto ha paura di uscire?

Ci sono diverse ragioni che spingono un gatto ad avere paura di uscire di casa, tra queste i motivi più frequenti sono la paura di incontrare di un altro gatto con il quale ci sono stati degli screzi, oppure un incidente accaduto all'aperto che provoca ansia o la paura dell'ignoto. Queste motivazioni sono particolarmente valide soprattutto per quei gatti che hanno sempre vissuto in casa e non hanno mai avuto occasione di incontrare altri animali e si sentono insicuri su come gestire l'incontro.

Queste possono essere delle motivazioni, ma a questo punto possiamo farci altre domande: I gatti sono più felici in casa o fuori? Dove dormono quando non tornano la notte? I gatti, per essere felici devono uscire? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande e ad altro, continua a leggere per saperne di più.

Tutti i gatti di casa hanno paura di uscire?

Se un gatto non ha mai avuto interazione con il mondo esterno (ad esempio un micino che abbiamo appena adottato), è probabile e comprensibile che abbia paura nell'esplorare il mondo circostante perlomeno nelle prime fasi di vita. Alcuni esemplari non avranno problemi, altri dovranno procedere a piccoli passi, se abbiamo un giardino possiamo incoraggiarli procedendo per gradi a trascorrere sempre più tempo all'aperto, all'inizio insieme a noi, la nostra presenza li rincorrerà e con il gioco potremo invogliare a scoprire il mondo esterno, magari intervallando l'attività di esplorazione a qualche bocconcino.

I croccantini preferiti del micio andranno benissimo e lo aiuteranno a stabilire un rapporto positivo con l'esterno.

Quindi: Come faccio a far uscire il mio gatto?

Come accennato in precedenza il modo migliore per fare uscire il tuo gatto è quello di procedere lentamente e per fasi e condire questo processo offrendogli degli incentivi. Puoi ad esempio lasciare aperta la porta, posizionarsi all'esterno e offrirgli un bocconcino. Dapprima a breve distanza, poi sempre più lontano, man mano che il micio si sentirà più a suo agio. Ecco un esempio delle fasi con cui potresti procedere:. Ecco le fasi:

Un gattino prova le prime pose di caccia
Man mano che il tempo passerà i gattini inizieranno ad acquistare fiducia e a rispondere ai loro istinti di predatore

Incentiva il gatto

Per cominciare scegli il giusto incentivo. Se il gatto è timoroso è improbabile che esca se non è allettato da qualcosa che desidera. Prova con delle semplici crocchette o con qualcosa di più gustoso.

Posizionati bene

E' bene, che tu scelga il giusto posto dove posizionarti quando offri al micio un bocconcino (non troppo vicino all'uscio di casa, ma neanche troppo lontano). Puoi iniziare con un paio di metri per poi aumentare la distanza man mano che il gatto acquista sicurezza. Nell'ottica del gatto se il rischio (eccessiva distanza) è maggiore della ricompensa non uscirà, evita anche, se il tuo gatto è timoroso, di scioccare prendendolo di forza e di collocarlo all'aperto in mezzo al giardino, lascia che sia lui a decidere con i suoi tempi.

Procedi lentamente

Quando il tuo gatto comincia ad uscire con sicurezza e a venire da te per ricevere il bocconcino non farti prendere dall'entusiasmo e non esagerare con i tempi. Inizia con pochi miniti per poi aumentare le permanenze all'aperto in modo regolare, eviterai il rischio di traumi e stress e il processo sarà naturale per il gatto e lo porterà a guadagnare la giusta fiducia per diventare autonomo.

Un gattino spaventato in un prato
Non è bene forzare un gattino ad uscire con la forza, procedete per gradi e vedrete che pian piano amerà scoprire il mondo esterno

Aumenta la durata della permanenza all'esterno

Una volta che il gatto si è abituato a stare fuori per qualche minuto, è necessario aumentare gradualmente la durata. E non solo, anche la distanza da casa può essere aumentata. Con il tempo imparerà a uscire senza essere tentato o senza bisogno della vostra assistenza.

Il mio gatto può scappare se si sente infelice?

No, è altamente improbabile che i gatti scappino perché sono infelici. I gatti scappano per altri motivi (ma il termine scappare non è propriamente corretto). Alcuni di questi motivi sono l'esplorazione al di fuori della loro zona di comfort e la perdita della strada di casa, la ricerca di un compagno (ovviamente per mici non sterilizzati), il tentativo di ritrovare la loro vecchia casa, se ci hanno vissuto a lungo o problemi di salute dovuti alla vecchiaia.

Tutti i motivi sopraelencati possono portare il gatto ad allontanarsi dall'ambiente domestico. Ma, nella maggior parte dei casi si tratta di smarrimento e non di una fuga pianificata.

I gatti di casa sono stressati

Anche i gatti di casa possono essere stressati. Ma,decisamente, questa loro problematica non è causata da desiderio di uscire. In genere si tratta di altri problemi come l'arrivo di un nuovo membro umano o animale in famiglia (che rompe la routine quotidiana e mette in discussione il territorio, altri problemi possono essere la salute, un gatto amamlato può risultare stressato. Per saperne di più su gatti e stress e come risolvere il problema ti invito a leggere questo articolo: 11 consigli per ridurre l'ansia e lo stress del gatto.

In realtà anche un gatto in casa può condurre una vita felice ed appagante, ma questo non li rende immuni dallo stress e dalle tensioni, possiamo stimolarli e renderli più felici interagendo con loro, fornendo giochi e puzzle e rispettando anche i loro spazi, concedendogli spazi in casa che siano "loro".

I gatti hanno sempre bisogno di uscire per essere felici?

No i gatti non hanno bisogno di stare all'aperto epr essere felici. E' necessario, però soddisfare, tutti i loro requisiti di base come cibo, riparo, esercizio fisico e anche coccole. Certo l'esercizio all'aperto è utile e fa scaricare al gatto tensione e irrequietezza, ma possiamo fornirgli dei surrogati anche in casa).

Possiamo, ad esempio, inserire nel suo ambiente, un semplice albero per gatti o un giocattolo interattivo, che potranno destare il suo interesse e mantenerlo attivo.

Detto questo, lasciatemi fare una considerazione personale: io adoro vedere i miei gatti immersi nelal natura, vederli cacciare, tendendo agguati, aggirarsi furtivi tra le canne di bambu o godersi sonnecchianti il primo sole dell'anno sdraiati nel prato, trovo sia uno spettacolo impagabile.

Quando rimangono fuori la notte, dove dormono i gatti?

I gatti sono maestri nel trovare luoghi per dormire al riparo di notte quando rimangono fuori di casa. Capannoni da giardino, grandi porticati, serre o vecchie case abbandonate ogni luogo coperto e chiuso è ben accetto se offre o un riparo dalla pioggia o dal freddo e una certa sicurezza da altri predatori (ricordiamo che i gatto sono sia predatori che prede, quindi cercheranno sempre un nascondiglio che li mantenga al riparo dai pericoli.

Ovviamente, se avete installato una gattaiola, il vostro gatto entrerà quando ne avrà bisogno, e non dovrete passare le serate a richiamarlo invano.

Come si fa a stimolare e rendere felice un gatto?

Se il vostro gatto non è avventuroso o appare timoroso all'idea di uscire o ha bisogno di stimoli in generale, ecco alcuni consigli per aiutarlo:

Più tempo di qualità

I gatti in genere apprezzano quello che viene definito tempo di qualità, puoi dedicare più tempo ad interagire con loro, non si tratta di periodi lunghi diciamo che 30 / 60 minuti al giorno sono sufficienti per stimolarli sia mentalmente che fisicamente.

Offrire attività

Non devi pensare solo al tempo che trascorri fisicamente tu con il micio, puoi offrirgli stimoli e attività anche quando non ci sei procurando un albero per gatti o palline giocattolo per rendere il gatto più felice e fargli fare più esercizio.

Cronologia aggiornamenti

  • 29 Marzo 2023 Pubblicato l'articolo sulle paure dei gatti verso il mondo esterno

Domande frequenti

I gatti sono più felici fuori o dentro casa?

Seti stai chiedendo se il vostro gatto da appartamento sarebbe più felice all'aperto, sarai felici di sapere che nella maggior parte dei casi non fa differenza. Un gatto può essere felice sia in casa che fuori.

Ci sono numerosi casi di gatti felici sia all'interno che all'esterno e proprietari esperti da entrambe le parti. Quindi, poichè ogni micio è unico, è meglio vedere come reagisce il tuo gatto e adattare la tua scelta in base ai suoi gusti.

Bisogna costringere il gatto a uscire?

Se un gatto non vuole uscire, è sbagliato forzarlo. Questo potrebbe renderlo più nervoso e ansioso.

Come già detto in precedenza, il gatto non ha bisogno di uscire per essere felice, quindi è meglio seguire le sue reazioni e tenerlo in casa, se questo è meglio per lui

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Australian Mist: guida alla razza

I gatti Australian Mist (tradotto letteralmente Nebbia australiana) sono una razza di taglia media e hanno generalmente...

di Fabiana Valentini -

I gatti possono provare rancore?

Tutti noi attribuiamo ai nostri gatti sentimenti e emozioni umane, ma spesso la verità non è quella che sembra, in...

di Marco Fiamberti -