Perchè il mio gatto è così appiccicoso?

di Fabiana Valentini 70 visite

Cause e soluzioni per capire e gestire il comportamento affettuoso e appiccicoso del tuo gatto

Nell'immaginario collettivo i gatti sono molto più autonomi dei cani e tendono a mantenere le disptanze dai padroni e ad avere dei loro spazi; alcuni gatti invece sembrano comportarsi esattamente all'opposto: sono affettuosi, pedinano i padroni per tutta la casa e ogni occasione è buona per ricevere una dose extra di coccole. Non sembra un problema, giusto, un gatto appiccicoso è irresistibile!

Tuttavia questo essere appiccicoso può essere eccessivo ed essere un segno di un problema di fondo, e, questo è ancora più vero, se il comportamento compare all'improvviso e il micio cambia radicalmente le sue abitudini.

vediamo ora quali sono i motivi e le cause che possono spingere il tuo gatto a diventare appiccicoso e coccolone.

L'indole del gatto a diventare appiccicoso può essere causata da fattori sia fisici che emotivi

Come si fa a capire se la ricerca di coccole del gatto è normale o se nasconde un problema? Per prima cosa è bene analizzare come si comporta il micio quando non sei in casa con lui

Possiamo definire un gatto troppo appiccicoso se in tua assenza è nervoso, miagola in modo eccessivo o se non ha appetito, insomma quando in caso di tua assenza il suo carattere vambia in modo radicale.

Ci sono molti motivi che portano a questi atteggiamenti dall'ansia da separazione a problemi di salute, a modifiche al suo ambiente e alla sua routine. Di seguito trovi un elenco di queste cause con un'analisi più particolareggiata.

Ansia da separazione

Si tratta di un comportamento che si riscontra principalmente nei cani, ma ancghe i gatti possono soffrirne, tra i campanelli d'allarme che potresti notare, oltre al comportamento appiccicoso del tuo micio, possiamo citare i comportamenti distruttivi durante la tua assenza oppure il tuo gatto potrebbe, sempre quando è lasciato solo espletare i suoi b isogni fuori dalla sua sabbietta, fai attenzione anche alla toelettatura eccessiva che può portare il micio a strapparsi il pelo stesso.

Si tratta di un problema che può presentarsi subito (se il gatto è stato separato troppo presto dalla mamma e dai fratelli, oppure comparire all'improvviso nel tempo, a causa di una modifica repentina nella sua routine, ad esempio se i membri della famiglia cambiano orari o si assentano per lunghi periodi da casa.

Ci sono alcuni piccoli accorgimenti che puoi mettere in atto per gestire l'ansia del tuo gatto:

  • Andare per gradi: nel limite del possibile prova a uscire ripetutamente e aumentare man mano il tempo di permanenza all'esterno
  • Bocconcini: Puoi utilizzare mangiatoie puzzle stimolanti o nascondere bocconcini per casa quando sei via
  • Diffusore di feromoni: un diffusore per gatti può aiutare a calmare il tuo amico senza essere percepito dagli esseri umani
  • Finestre: non chiudere le finestre, ma lascia che il micio possa guardare fuori, se hai un albero per gatti, posizionalo vicino alla finestra.
  • Giocattoli: Quando ti assenti spargi per casa giochi interattivi che possano attirare la sua attenzione
  • Rumori in casa: puoi lasciare accesa una radio o la TV o programmare un assistente domestico (tipo Alexa) per emettere voci e rumori ad intervalli prestabiliti, in questo modo l'attenzione del gatto sarà ripetutamente stimolate
  • Stancalo: quando sei in casa, soprattutto prima di uscire prova a farlo giocare e a stimolarlo, in modo che si stanchi e riposi quando sei via
  • Usare l'astuzia: quando esci non fare sempre le stesse cose nello stesso ordine e cerca di uscire senza attirare l'attenzione del gatto.

Cambiamenti del suo ambiente

I gatti, soprattutto quelli che vivono in appartamento possono risentire pesantemente da ogni cambiamento nel loro ambiente, questo può causare stress e portare il gatto ad essere eccessivamente affettuoso e appiccicoso. I mici, ma questo vale per tutti gli animali, trovano una loro sicurezza nella routine e nell'affidabilità delle situazioni.

Per gestire il problema, fai mente locale sugli eventuali cambiamenti che hai apportato recentemente all'ambiente in cui il micio vive:

  • Cambiamenti nel gruppo famigliare: hai un nuovo ospite in casa? Hai introdotto un nuovo animale domestico?
  • Cambio nell'alimentazione: hai modificato orari, quantità o tipo di alimento?
  • Forti rumori o attività in casa o nel vicinato: ci sobno ristrutturazioni nel palazzo, vengono effettuati lavori rumorosi nel vicinato?

In questo caso cerca di rassicurare il micio offrendogli quello di cui ha bisogno, la creazione di routine ben definite, ad esempio, può aiutare, utilizza una mangiatoria automatica per somministrare il cibo, crea dei momenti che si ripetono con te, il gioco, le coccole eccetera, si tratta di dare al gatto dei punti fermi su cui contare, anche se altri aspetti della vostra vita stanno cambiando.

La vecchiaia

La vecchiaia rende tutti i mammiferi più paurosi e bisognosi di aiuto, se il vostro micio è anziano potrebbe diventare appiccicoso di notte per comunicarvi che è malato e vulnerabile e sta chiedendo il vostro aiuto.

Dopo una vita passata insieme, sa che si può fidare di voi e cerca le vostre attenzioni, monitorate eventuali segni di patologie o cambiamenti evidenti dovuti all'età e rivolgetevi al veterinario in caso di:

  • aumento della sete
  • stanchezza e mancanza di vitalità
  • diarrea
  • eccessiva toelettatura
  • mancanza di appetito
  • miagolii continui
  • perdita di peso
  • utilizzo errato della lettiera
  • vomito

Un gatto anziano ha quindi bisogno maggiore delle tue attenzioni, passa del tempo con lui, con giochi soft e tranquilli, magari posiziona la sua cuccia vicino al tuo letto, lo farai sentire al sicuro.

La noia

Anche i gatti si annoiano! Soprattutto se sono costretti a vivere in casa e hanno poche occasioni di sperimentare cose nuove e vivere avventure. I gatti hanno bisogno di stimoli mentali per mantenersi attivi. Se il tuo micio si annoia potrebbe desiderare di trascorrere più tempo con te (sei la cosa più interattiva a portata di zampa!) e diventare un po' appiccicoso.

Puoi studiare dei odi per tenerlo occupato e stimolarlo, di seguito qualche spunto:

  • Gioca con lui: trascorri più tempo insieme e stancalo
  • Strutture dedicate: alberi per gatti tunnel e tiragraffi possono esse interessanti e una bella novità
  • Giochi interattivi: dei giocattoli messi a disposizione del gatto a rotazione possono stimolarlo e farelo divertire
  • Stimoli esterni: lascia aperta la finestra e metti una cuccia o un albero per gatti per fornire una vista varia al micio

Rinforzo negativo: un pericolo

Se fornici troppa attenzione al micio quando diventa appiccicoso, questo può acuire il problema e ottenere l'effetto opposto, ossia rafforzare il problema.

Se il tuo gatto si comporta in modo indesiderato, se ad esempio miagola in continuazione, ignoralo semplicemente, quando capirà che così facendo non ottiene risposta, cambierà atteggiamento. Magari rafforza questo concetto fornendo due crocchette in più o una coccola aggiuntiva quando si comporta bene, si tratta di una strategia adottata principalmente con i cani, ma può funzionare anche con i felini.

Alcune razze di gatti sono più coccolone e appiccicose?

La tendenza ad essere appiccicosi può dipendere da diversi fattori, ad esempio i gatti maschi tendono ade essere più affettuosi delle femmini, ma quando queste sono in calore o incinte ila situazione si ribalta. Inoltre è bene considerare l'indole del singolo esemplare, ogni gatto è diverso e ha un suo carattere.

Ci sono razze come i Ragdoll, Tonkinesi che sono state selezionate per essere da compagnia e quindi tendono ad essere più affettuose di altre.

Tra queste razze affettuose ricordiamo:

  • American shorthair
  • Birmano
  • Bombay
  • Maine Coon
  • Persiano
  • Scottish Fold
  • Siamese

Ovviamente non si tratta di valori assoluti, può esserci un gatto affettuoso per qualsiasi razza, la componente comportamentale del singolo, prevarica gli standard di razza....

Cronologia aggiornamenti

  • 4 Giugno 2024 Pubblicato l'articolo sui motivi che spingono il gatto ad essere più appiccicoso
Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

21 strani comportamenti dei gatti

Il comportamento del vostro gatto vi confonde e vi frustra, facendovi pensare di essere gli unici ad avere un gatto così...

di Fabiana Valentini -

Come nutrire il tuo gatto

Quello che diamo da mangiare ai nostri gatti è molto importante, ma un aspetto spesso trascurato della salute dei...

di Fabiana Valentini -