Tutto sul gatto Exotic Shorthair

di Fabiana Valentini 463 visite

“The lasy man’s Persian” ovvero “il Persiano dei pigri”: sguardo sornione e dolce, gentile e allo stesso tempo molto affettuoso con le persone. Avete già capito di quale gatto si tratta? Gli indizi sono chiari e portano tutti verso la razza dell’Exotic Shorthair, un simpatico micio dal muso schiacciato e dal pelo corto e morbido. L’xotic Shorthair (Esotic Shorthair o Esotico Shorthair) è un gatto dal temperamento mite ed è il compagno ideale di grandi e piccini. Volete conoscere meglio questa particolare razza felina? Vi accompagniamo alla scoperta dell’Exotic Shorthair e del suo dolce ed estroverso carattere.

Exotic Shorthair: le curiosità sul nome

Abbiamo iniziato questo approfondimento parlando del suo soprannome: “il Persiano dei pigri”. Ma sapete come mai l’Exotic Shorthair viene definito in questo modo? Lo Shorthair somiglia al gatto Persiano, ma a differenza di quest’ultimo non ha il pelo lungo. Per questo motivo è decisamente più semplice prendersi cura dell’Exotic Shorthair, un micio dal pelo corto e soffice che non necessita di eccessiva cura. Vi basterà spazzolarlo un paio di volte a settimana per eliminare il pelo morto e in eccesso: ovviamente nel periodo di muta dovrete spazzolarlo con maggiore frequenza.

L’origine della razza

Se la storia del gatto Persiano affonda le radici in un lontano passato – la razza fu portata in Europa nel 1626 da Pietro Della Valle – quella del “cugino” Exotic Shorthair è sicuramente più recente. L’Esotico nasce da un attento lavoro di selezione tra il gatto Persiano e l’American Shorthair: questo dolce e simpatico micio inizia a diffondersi in America verso il 1960, mentre in Europa fa la sua comparsa solamente nei primi anni ’80. Il “Persiano a pelo corto” è stato ufficialmente riconosciuto nel 1984. 

Le caratteristiche fisiche dell’Exotic Shorthair

Lo Shorthair è molto simile al gatto Persiano dal punto di vista fisico, fatta eccezione per il pelo corto e per le sfumature caratteriali (un aspetto che vedremo in seguito). Se vi siete imbattuti in un simpatico Exotic Shorthair avrete sicuramente notato la sua peculiare corporatura: questo micio ha il corpo compatto, la testa tonda e grande, le zampe corte e piccole orecchie distanti tra loro. Il muso è molto particolare in quanto è schiacciato e mette in risalto gli occhi tondi e sporgenti che gli conferiscono un aspetto mite. L’altezza di questa razza si aggira intorno ai 30 centimetri massimo per i maschi, mentre le femmine di Exotic sono leggermente più basse. Il peso dell’Esotico può arrivare ai 9 kg per gli esemplari maschi, mentre le femmine presentano un peso che va dai 4 ai 5 kg. La vita media di questa razza va dai 12 ai 14 anni.

Lo standard ammette tutti i colori (compresi il seppia e pointed). Tra le colorazioni più diffuse troviamo:

  • Tabby
  • Cincillà
  • Colourpoint
  • Solidi (bianco, crema, lilac, chocolate, nero ecc)
  • Parti color
  • Smoke
  • Bicolore

Il carattere dell’Exotic Shorthair

Le caratteristiche estetiche dell’Exotic Shorthair si riscontrano in quelle del “cugino” Persiano: abbiamo visto come il musetto dell’Esotico sia molto simile a quello del gatto Persiano. Questa somiglianza fisica si riflette anche nella sfera caratteriale? La risposta è no: dal punto di vista caratteriale le due razze sono differenti. Mettiamo a confronto Persiano ed Exotic Shorthair: il primo è un micio che ama la tranquillità, riposarsi e non è un grande “fan” delle attività sportive. Il Persiano predilige ambienti sereni dove non vi è particolare trambusto.

Al contrario l’Esotico presenta un carattere più attivo e vitale, merito dell’influenza dell’American Shorthair. In linea di massima l’Exotic Shorthair presenta un carattere dolce e docile: questa razza è affettuosa e di indole socievole. Per questo motivo è adatta alla vita in appartamento e ad essere introdotto in una famiglia con bambini: l’Esotico sarà un compagno amatissimo dai vostri figli poiché è gentile, calmo e ama stare in compagnia. Non ama stare da solo a lungo: per questo motivo si lega molto al suo proprietario e apprezza la presenza delle persone.

Alimentazione e cura

Avete deciso di adottare un Exotic Shorthair? Non c’è niente di più bello che accogliere in casa questo adorabile felino! Dopo aver studiato il suo carattere e le sue abitudini, vi starete sicuramente chiedendo cosa mangia l’Esotico. L’alimentazione suggerita per questa razza è caratterizzata da un mix di cibi secchi (le classiche crocchette) e cibi umidi (scatolette e affini). Il vostro veterinario di fiducia saprà darvi le corrette indicazioni riguardanti il peso e la quantità di prodotto da offrire al micio.

La cura del pelo di uno Shorthair è differente da quella dedicata al manto di un Persiano. Il pelo corto è facilmente gestibile spazzolandolo due volte la settimana, decisamente meno impegnativo del lungo e morbido pelo del Persiano. Un aspetto da non trascurare è legato alla cura degli occhi che sono particolarmente delicati: l’Exotic tende infatti a lacrimare molto. Come pulire i suoi occhi? Aiutatevi con un batuffolo di cotone imbevuto e passatelo gentilmente sui suoi occhietti così da mantenerli  sempre ben puliti.

Ti potrebbero interessare