Tutto sul border collie: caratteristiche, educazione, carattere

di Fabiana Valentini 269 visite

Un cane perfetto per le attività sportive, dal fisico longilineo e dotato di una grande intelligenza: il border collie è uno dei cani di razza più amati da tutti coloro che desiderano praticare discipline come l’agility. Scopriamo quali sono le caratteristiche di questa splendida razza, definita la più intelligente al mondo.

Border collie: le origini della razza

La storia del Border Collie arriva dai territori scozzesi e inglesi: l’appellativo “border” simboleggia proprio il confine tra queste due aree. Il termine “collie” ha un’origine incerta: alcuni pensano che possa derivare dalla parola gallese “coleius” che significa fedele, mentre altre scuole di pensiero ritengono che derivi da “coley” ossia nero. L’origine di questa parola è molto discussa, c’è addirittura un’altra ipotesi che ne vede l’etimologia nella parola “colley” in riferimento alla razza di pecore scozzesi.

Si tratta di un animale particolarmente portato per le attività lavorative: il border collie viene impiegato da lungo tempo come cane da pastore, merito della sua agilità e soprattutto della sua grande intelligenza.

Questa razza è entrata tardi a far parte del Kennel Club inglese, ovvero solamente nel 1976 quando fu incluso nella “stirpe” dei cani da pastore.

Una curiosità: il border collie è stato utilizzato dai cowboy americani in Texas per radunare le mandrie.

Oggi il border collie viene sempre impiegato dai pastori per la gestione del gregge, ma è entrato di fatto a far parte delle razze domestiche più apprezzate. Questa tipologia di cane, vista la sua inclinazione per il movimento e l’attività fisica, è la giusta scelta per chi decide di intraprendere un percorso sportivo. Il border collie dà il meglio di sé nelle discipline dell’agility, ma anche nell’obedience o nella dog dance.

Le caratteristiche fisiche del borde collie

Un cane particolarmente propenso al lavoro, dinamico e dall’aspetto fisico ben proporzionato: il border collie ha un corpo armonioso e atletico che gli consente di eccellere nelle discipline sportive. Si tratta di un cane di taglia media il cui peso oscilla dai 14 ai 22 kg.

Ma quali sono le caratteristiche fisiche del border collie? Partiamo dalla testa: il cranio del border collie è largo e il muso si va ad assottigliare verso le estremità. Il tartufo è nero e presenta narici larghe, mentre gli occhi sono ovali e generalmente di colore scuro (è possibile incontrare esemplari con occhi di colore chiaro o tendente al nocciola). La coda di un border collie è moderatamente lunga e dall’attaccatura bassa che va a terminare in modo ricurvo sulla sommità.

Le orecchie sono di taglia media e presentano una posizione eretta, le guance non sono né piene né troppo tondeggianti. Le zampe di un border sono ovali e sono dotate di cuscinetti plantari forti.

Come abbiamo visto in precedenza, il peso di un border collie può arrivare a circa 22 (massimo 25 kg) e la sua altezza al garrese va da 50 a 55 cm per gli esemplari maschi e da 45 a 52 per le femmine della specie.

I colori del border collie

Il border collie si riconosce per il suo splendido e morbido pelo lungo. La razza ammette diversi colori: dalla colorazione bianca e nera, a quella chocolate, passando per il blue (e blue tricolore), blue merle, lilac (anche lilac tricolore), sable, sable merle, chocolate merle tricolore, rosso tricolore ecc. Queste sono solo alcune delle colorazioni tipiche della razza, esistono infatti numerose sfumature e varianti di colore che rendono questo cane davvero unico.

Cura del pelo

Per quanto riguarda la cura del pelo, il border collie a pelo lungo deve essere spazzolato con un pettine a denti larghi soprattutto nel periodo della muta. Non necessita poi di particolari cure: basterà tenere il pelo ben spazzolato così da evitare che si formino nodi.

Il carattere del border collie

L’intelligenza di questo cane è nota a tutti: il border collie è un animale sveglio e attento, in grado di ascoltare il padrone e mettere in pratica le sue indicazioni. Il border apprende con molta facilità e senza alcun tipo di sforzo: ecco perché viene definita dagli studiosi come una delle razze più intelligenti che ci siano. Una qualità innata che gli permette di eccellere nelle competizioni, specie se si tratta di gare di agilità in cui riesce a primeggiare con naturalezza su altre specie canine.

Il border collie è l’antitesi del “cane da salotto”, non c’è niente di più sbagliato nel pensare di lasciare il proprio border chiuso in casa senza alcuno stimolo. Questa razza deve essere stimolata e tenersi occupata, svolgendo attività fisica o delle lunghe passeggiate. È un animale attivo, dinamico, che non si stanca poi così facilmente: ecco perché è il migliore amico di chi è appassionato di sport oppure semplicemente ama vivere all’aria aperta. Un animale con un simile corredo genetico deve essere stimolato in maniera adeguata attraverso sport, attività olfattive e soprattutto dedicandogli tempo e cure.

Le attività che è possibile svolgere con successo con il proprio amico a quattro zampe sono: obedience, sheepdog, agility dog, fly ball, freestyle e dog dance.

Il border collie sviluppa un rapporto di grande empatia con il padrone: è un animale molto attento e percepisce il minimo cambiamento di stato emotivo.

Salute: come prendersi cura nel modo corretto di un border collie

Un cane come il border collie deve allenarsi non solo per la salute del fisico, ma anche per appagare i suoi naturali istinti. Se un border non viene stimolato (sia fisicamente che mentalmente) potrebbe presentare dei problemi comportamentali. Non è la scelta giusta per chi ha una vita sedentaria: il border collie è iperattivo e molto dinamico, per questo ha bisogno di un “compagno umano” che possa soddisfare le sue esigenze.

In generale, come tutti i cani, ha bisogno di uscire almeno 3-4 volte al giorno, ma in più si suggerisce di abbinare dell’esercizio fisico scegliendo una delle discipline prima descritte.

Il suo corpo forte e robusto lo rende un cane che generalmente gode di buona salute. Purtroppo, come molte razze, può soffrire di alcune patologie ereditarie: per questo quando si sceglie di prendere un cane con un pedigree è opportuno che l’allevatore sia scrupoloso nel monitorare lo stato di salute del cane.

Tra le patologie più diffuse nel border collie troviamo la displasia dell’anca: si tratta della mancata congruenza tra la cavità articolare dell’anca e la testa del femore. La displasia può provocare gravi problemi come per esempio lussazioni o sub lussazioni. Altra patologie di tipo ortopedico sono la displasia del gomito e l’osteocondrite disseccante, ovvero un problema legato alla cartilagine delle articolazioni.

Una malattia genetica diffusa nella razza è quella dell’anomalia dell’occhio del collie (CEA), vale a dire una patologia congenita ereditaria che può portare alla cecità. Il border potrebbe soffrire anche di altre patologie oculari tra cui menzioniamo la cataratta, l’atrofia progressiva della retina oppure la lussazione primaria della lente.

Una particolare malattia di cui soffre la razza è la border collie collapse (BCC), ovvero una patologia che può provocare episodici collassi nell’animale legati ad intensa attività fisica.

Per quanto riguarda l’alimentazione, un border collie avrà bisogno di ricevere un giusto apporto calorico specie se svolge discipline sportive. Qui il veterinario può sicuramente indicare dei prodotti (umido o croccantini) che possono soddisfare il quotidiano fabbisogno di un cane molto energico come il border collie.