Tutto sul pastore tedesco

di Giorgia Tizzoni 81 visite

Un cane dalla forte tempra, grande carattere e coraggio: stiamo parlando ovviamente del pastore tedesco, una delle razze più apprezzate per la sua obbedienza e per la sua grande fedeltà. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche di questa straordinaria razza canina: in questa pratica guida ti porteremo alla scoperta di un cane intelligente e dinamico come il pastore tedesco.

Pastore tedesco: le origini della specie

Il cane da pastore tedesco è estremamente amato per il suo temperamento: forte, intelligente, caparbio e obbediente è la razza perfetta per essere impiegata come cane da lavoro. La sua storia arriva da lontano: è a fine del 1800 quando il capitano Max Von Stephaniz fece incrociare varie razze e “diede vita” al cane da pastore tedesco. Si ritiene che il primo esemplare di pastore tedesco sia stato riconosciuto nel 1899 ed è entrato di diritto a far parte degli standard della razza.

Questo cane ha diversi appellativi oltre al “classico” pastore tedesco. Viene infatti chiamato “pastore alsaziano”. Questo appellativo è legato allo spirito antigermanico che era fortemente presente in Europa: ad esempio in Francia o in Inghilterra non si utilizzavano nomi che potessero in alcun modo essere ricondotti al mondo tedesco. Il cane da pastore tedesco è noto anche come “cane lupo” per la sua forte somiglianza con quella particolare specie animale.

Curiosità: tra i tanti modi di chiamare un pastore tedesco troviamo anche “cane poliziotto”. Questo nome è legato ovviamente all’impiego del pastore nelle forze di polizia che risale già al 1906 in Germania.

L’aspetto fisico e il carattere del pastore tedesco

Il pastore tedesco è un animale di taglia media che appartiene al 1° gruppo delle razze canine, ovvero i cani da pastore e bovari. Questa razza è dotata di un corpo robusto e forte: si tratta di un cane dal fisico prestante e dall’ottima muscolatura. L’altezza del garrese è di circa 62,5 cm per i maschi mentre per le femmine siamo intorno ai 57,5 cm. Il peso generalmente va dai 30 ai 40 kg per i maschi e circa 22-30 per le femmine.

L’aspetto di questo cane è davvero peculiare: i suoi colori possono andare sul giallo, marrone, nero con focature rossastre o brune. Il pelo generalmente è folto e può essere lungo o corto. Il collo è lungo e ha una testa davvero importante.

La testa del pastore tedesco vista dall’alto presenta un aspetto cuneiforme, mentre per quanto riguarda la fronte è leggermente convessa. Gli occhi sono a mandorla e possono avere un colore che va dal nero al marrone. La mascella di un pastore tedesco, così come la mandibola, è robusta e ha una buonissima muscolatura. L’ossatura del pastore tedesco è asciutta e solida.

Il carattere del pastore tedesco

Dopo aver visto le caratteristiche fisiche generali di un pastore tedesco passiamo all’aspetto caratteriale. Prima di adottare un cane, specie se si tratta di un cane da pastore, è necessario capire quali sono le sfumature del suo carattere così da conoscere bene tutti gli aspetti importanti inerenti alla razza canina.

La dote principale di questo animale è la sua intelligenza, unita solo alla sua determinazione. Un carattere forte, caparbio ma non per questo aggressivo o pericoloso: se viene ben inserito nel contesto familiare e riceve la giusta educazione si rivela un compagno per la vita sincero e affidabile. L’educazione gioca un ruolo chiave nella crescita di un pastore tedesco: occorre quindi lavorare molto sul concetto di socializzazione con gli altri animali e fargli comprendere quali sono i suoi spazi e il ruolo che ha all’interno della famiglia.

Il pastore tedesco sa concentrarsi in maniera totale ed è un animale impeccabile nel seguire la disciplina e i comandi che gli vengono impartiti. Il suo carattere forte e allo stesso tempo obbediente gli ha permesso di diventare il cane “ideale” per la polizia e in generale per tutte le discipline che richiedono grande attenzione e duro lavoro.

Un animale con la sua forza fisica potrebbe spaventare: in realtà il pastore tedesco va d’accordo con i bambini e con gli altri animali se viene cresciuto insieme a loro. Oltre ad essere un fedele alleato dell’uomo, il cane da pastore tedesco ama giocare e stare in compagnia con gli altri. Ovviamente il suo istinto primordiale è quello di cane protettivo, per questo è diffidente con chi è estraneo alla famiglia.

Qual è il rapporto del pastore tedesco con il proprietario? Questa razza si lega a doppio filo con il suo proprietario in quanto è propensa a creare un rapporto di fiducia e di solida amicizia. È rispettoso e obbediente: per questo motivo quando è al lavoro apprende con facilità ed esegue gli ordini impartiti.

Si tratta di una razza che ha bisogno di cure, attenzione e affetto: un pastore tedesco è un ottimo animale da lavoro, quindi se viene ben educato (ad esempio intraprendendo un percorso cinofilo) darà al proprietario grandi soddisfazioni.

Le patologie del pastore tedesco

Anche se il pastore tedesco è una razza forte e robusta, può capitare che possa incorrere in gravi malattie. Come per altre specie canine, ci sono alcune patologie che sono più frequenti. In generale il pastore tedesco è una razza predisposta a sviluppare patologie di tipo ortopedico: un esempio è la displasia del gomito oppure molto più frequente la displasia dell’anca, ovvero uno sviluppo anomalo dell’articolazione dell’anca che porta la testa del femore a dislocarsi dalla cavità acetabolare.

Purtroppo il pastore tedesco può andare incontro anche alla mielopativa generativa: si tratta di una grave malattia progressiva che coinvolge il midollo spinale e va a compromettere la funzionalità degli arti posteriori. Altre patologie che possono colpire questo splendido esemplare sono l’eczema, la diarrea cronica oppure la dilatazione-torsione gastrica.

Cosa dare da mangiare al pastore tedesco?

Un cane in salute è un cane ben nutrito, per questo è necessario comprendere bene quali sono i cibi giusti per il nostro amato pastore tedesco. In linea di massima esistono sul mercato moltissime marche che offrono croccantini ben bilanciati: un esempio è la Royal Canin, nota azienda produttrice di marchi dedicati al mondo pet. Royal Canin ha realizzato un prodotto dedicato proprio al pastore tedesco: ad esempio per le prime fasi della sua vita ci sono i croccantini della linea German Shepherd Puppy che aiutano a sostenere le difese naturali del cucciolo.

Prima di scegliere il marchio preferito occorre ricordare che si tratta di una razza canina piuttosto attiva e per questo necessita di un apporto calorico di un certo livello. Il veterinario saprà guidarti nella definizione di una dieta corretta per il tuo cane e saprà darti tutti i suggerimenti per nutrirlo nel modo giusto mantenendolo forte e in salute.