Gioco e aggressività tra gatti: Qual è la differenza?

di Fabiana Valentini 123 visite

Se avete più di un gatto che vive sotto il vostro tetto, potreste avere familiarità con le lotte tra gatti. Ma come si fa a sapere se si tratta di aggressività di gioco tra gatti, quando preoccuparsi e cosa fare per risolvere il problema?

Quando i gatti litigano di frequente, questo può essere frustrante per i proprietari e potenzialmente pericoloso per i gatti, a volte anche per il sangue. Non è una buona idea permettere ai gatti di "litigare" perché questo raramente risolve i conflitti e di solito peggiora la situazione. Scoprite quali sono i tipi di comportamento e come fermare l'aggressività tra i gatti per mantenere la pace in casa.

Perché i gatti litigano?

I gatti di solito manifestano la loro posizione sociale con atteggiamenti e comunicazioni "bluffanti" che di solito non provocano ferite. Se vanno d'accordo, di solito imparano a tollerarsi o a evitarsi. Tuttavia, probabilmente non sarà sempre così e le liti possono scoppiare per una serie di motivi:

  • I combattimenti tra gatti dello stesso sesso che non sono stati castrati o sterilizzati possono peggiorare durante la stagione degli amori.
  • La prepotenza nei confronti del gatto di rango inferiore, spesso un gatto anziano o infermo, può diventare dilagante quando il gatto vittima inizia ad aggirarsi, a usare un linguaggio corporeo sottomesso, a nascondersi e a invitare ancora più prepotenze.
  • Lo spostamento o la riorganizzazione dell'ambiente del gatto, compresi i mobili, le postazioni per il cibo o le lettiere, può essere causa di litigi. Qualsiasi cambiamento nella routine può lasciare i gatti così stressati da sfogarsi l'uno con l'altro.
Potrebbe interessarti:
7 cose che i gatti amano

I gatti usano la comunicazione vocale e silenziosa per elevare il loro status agli occhi degli altri felini. Si sfidano con sguardi, posizione del corpo rivolta in avanti, sibili, ringhi, comportamenti di monta, morsi alla nuca o blocco dell'accesso al cibo, al gioco o all'attenzione. Alcuni gatti dominanti usano un comportamento di "power grooming" e leccano aggressivamente un altro gatto per farlo allontanare.

Tipi di aggressività

Non tutte le espressioni di aggressività sono uguali quando si tratta di gatti. Esistono molti tipi di aggressività nel mondo felino e può aiutare a raggiungere una maggiore pazienza se si comprendono le possibili ragioni alla base degli attacchi.

Ecco i tipi di aggressione che i gatti possono sperimentare:

  • Aggressione da paura: Un gatto spaventato che si trova di fronte a circostanze estranee o a gatti sconosciuti può trasmettere la sua paura in aggressività per cercare di controllare la situazione.
  • Aggressione tra gatti: Di solito i gatti maschi diventano aggressivi tra loro tra i due e i quattro anni di età, quando raggiungono la maturità sociale, a meno che non siano sterilizzati. Le femmine raramente adottano questo comportamento, ma può accadere ai gatti non sterilizzati. La maggior parte dei casi di aggressione tra gatti può essere ridotta o prevenuta sterilizzando o castrando i gatti prima del loro primo compleanno.
  • Aggressione materna: Le gatte neomamme mostrano aggressività nei confronti di qualsiasi umano o gatto che invada i gattini appena nati, ma l'aggressività dovrebbe diminuire con la maturità dei gattini.
  • Aggressività indotta dal dolore: Se un gatto soffre, può diventare aggressivo nei confronti di umani e gatti. È difficile stabilire se si tratta di un caso di lotta tra gatti, ma se il gatto si ritrae anche dal vostro tocco, potrebbe trattarsi di una malattia che giustifica una visita dal veterinario.
  • Aggressività indotta dall'accarezzamento: Un gatto sovrastimolato dalle carezze o dai giochi di un altro gatto può diventare aggressivo. Un gatto aggressivo cerca di dire alla persona che lo ha offeso di smettere.
  • Aggressività da gioco: I gatti non socializzati o che non sono cresciuti con compagni di cucciolata possono essere troppo aggressivi durante il gioco con altri gatti. In genere i gatti si rincorrono e si rotolano l'uno con l'altro, ma i gatti socializzati lo fanno con le orecchie puntate in avanti e fanno capire al compagno di giochi se si è andati troppo oltre, interrompendo il gioco senza alcun intervento. Di solito si può capire se un gatto sta per diventare aggressivo perché potrebbe seguire un altro gatto. La distrazione e il reindirizzamento sono i migliori antidoti per questo tipo di aggressione se sfugge di mano.
  • Aggressione reindirizzata: Un gatto normalmente calmo può diventare aggressivo nei confronti di un gatto domestico se viene stimolato da una situazione estranea, come vedere un gatto randagio fuori dalla finestra o sentire un rumore insopportabilmente forte nelle vicinanze.
  • Aggressione indotta dallo status: Un gatto può cercare di essere il gatto alfa in qualsiasi momento e può sfogare la sua aggressività sui gatti e sugli esseri umani, colpendo e bloccando le porte.
  • Aggressione territoriale: Questo tipo di aggressione è complicato e notoriamente difficile da correggere. I gatti usano l'odore per imprimere la loro proprietà e lo fanno strofinando le guance, pattugliando e marcando. Quando si introduce un nuovo gatto in casa o si dà il bentornato a un gatto assente per un ricovero ospedaliero, ad esempio, gli altri gatti cercheranno di difendere il loro territorio dall'intruso. Anche la mancanza di spazio può scatenare dispute territoriali tra i gatti. Può essere necessario reintrodurre i gatti.

Come fermare l'aggressività

Se la vostra casa è teatro di frequenti lotte tra gatti, è importante che facciate del vostro meglio per fermarle; non solo per la salute dei vostri gatti, ma anche per il vostro benessere. Non si tratta di un processo immediato: il condizionamento comportamentale può richiedere mesi. Non perdete tempo, ma rendetevi conto che alcuni gatti potrebbero non andare mai d'accordo. Ecco le misure da adottare per limitare le lotte tra gatti:

  • Aggiungere più spazio territoriale per evitare che i gatti debbano condividere le aree in cui si arrampicano, si nascondono e si appollaiano, dove possono scoppiare delle lotte.
  • Aumentate il numero di giocattoli, alberi per gatti, lettiere e stazioni di alimentazione per ridurre la competizione per le risorse. Create almeno una stazione di alimentazione e una lettiera per ogni gatto. Se si dispone delle risorse necessarie, è meglio aggiungere un set supplementare.
  • Prendete in considerazione la possibilità di far utilizzare al gatto vittima di bullismo una porta elettronica per gatti aperta da una "chiave" magnetica all'interno di un collare. Questo dispositivo consente al gatto passivo di accedere a tutta la casa e di avere un'area sicura dove l'aggressore non può seguirlo.
  • Provate i feromoni per ridurre le tensioni e modificare il comportamento. I negozi di animali vendono prodotti che imitano l'odore naturale del gatto (gli umani non possono sentirlo) e che possono ridurre significativamente lo stress. I diffusori possono essere più efficaci degli spray.
  • Rivolgetevi a un comportamentista veterinario certificato per vedere quale tipo di terapia professionale può essere utile. Alcuni farmaci possono controllare il comportamento aggressivo del gatto prepotente, riducendo al contempo la postura difensiva e i vocalizzi del gatto minacciato. Pur non essendo una cura, i farmaci possono essere uno strumento che consente un addestramento più efficace.

Quando tutte le tattiche non sono riuscite a far smettere di litigare due gatti di casa, potrebbe essere necessario collocare uno dei due in una nuova casa o separarlo in modo permanente dall'altro. Non consideratela una rinuncia, ma un modo per migliorare la vita dei vostri gatti e assicurarvi che siano felici, indipendentemente dal luogo in cui vivono.

Potrebbe interessarti:
Erba gatta: tutta la verità

Come interrompere una rissa tra gatti

Se state assistendo a una rissa tra gatti, ci sono dei passi da fare per sedare la rissa. Resistete alla tentazione di interromperla fisicamente. Finireste solo insanguinati e graffiati e potenzialmente perdereste la fiducia di uno (o di entrambi) i vostri gatti. Adottate questi accorgimenti per farli smettere:

    Usate la distrazione per fermare il litigio: I rumori forti possono funzionare, ma solo se siete lontani dalla vista, in modo da non essere visti come un terzo aggressore nella lotta. Provate a battere le mani, a sbattere su un vaso o a lanciare un oggetto grande e morbido come un cuscino vicino ai gatti per fermarli nel bel mezzo del litigio.
  • Reindirizzare il comportamento del gatto prepotente: Cercate di catturare il gatto aggressivo prima che si arrabbi con il gatto passivo, reindirizzando il suo comportamento con un giocattolo interattivo, come il raggio di una torcia, per attirarlo a giocare invece che a fare la guerra. Una volta che il gatto aggressivo si è allontanato e si è calmato, si può rinforzare il suo buon comportamento con un bocconcino, un giocattolo o un'attenzione.
  • Evitate di premiare i comportamenti scorretti: Dare del cibo al gatto aggressivo mentre è già in preda alla lotta può calmare la rabbia a breve termine, ma premia il bullo.

Come abituare i gatti l'uno all'altro

Potete aiutare i vostri gatti a tollerarsi a vicenda con un'altra tattica che torna alle origini. Trattate i gatti che litigano come se fossero stati introdotti per la prima volta. Date al gatto passivo la possibilità di scegliere la posizione all'interno della casa, sequestrate il gatto prepotente e poi fate un'introduzione controllata. Esponete i gatti l'uno all'altro con un trasportino per gatti o con una pettorina e un guinzaglio usati in un corridoio o in una grande stanza. Durante questi incontri, date da mangiare ai gatti cibi gustosi o fateli giocare, in modo che imparino ad associare l'altro a ricompense divertenti e positive.

Ti potrebbero interessare