Tutto sul gatto del Bengala

di Fabiana Valentini 6417 visite

Il Bengala è un gatto domestico con caratteristiche fisiche tipiche dei gatti selvatici che vivono nelle foreste e con il temperamento affettuoso e affidabile di un animale domestico. Per questo motivo, alcune caratteristiche dell'aspetto del Bengala si distinguono da quelle di altre razze di gatti domestici.

Personalità

Il Bengala può sembrare un gatto selvatico, ma alcuni sostengono che questa razza sia amabilmente amichevole come qualsiasi altro gatto domestico. Pieni di vita e molto orientati verso le persone, i Bengala sono gatti giocosi, socievoli, energici e con una generosa dose di curiosità felina. I fan dei Bengala sono entusiasti della loro personalità e delle loro buffonate. I Bengala formano forti legami d'amore e di lealtà con le loro famiglie e diventano amici fedeli, affettuosi e divertenti, a patto che li si incontri a metà strada e si dia loro l'amore di cui hanno bisogno in cambio.

Atletici e agili, i Bengala amano arrampicarsi e si dirigono verso il punto più alto di ogni stanza. I bengala sono spesso una grande fonte di divertimento. Una delle caratteristiche principali che li rendono così speciali come compagni è la loro intelligenza. Non c'è da stupirsi che i bengalesi siano acuti come chiodi di pelo, dato che per sopravvivere nella giungla ci vuole ingegno e riflessi fulminei.

I bengala imparano molto rapidamente e si divertono ad apprendere nuovi comportamenti. Infatti, possono imparare trucchi che preferireste non imparassero, come accendere e spegnere gli interruttori della luce, aprire le porte e tirare lo sciacquone del bagno. Il Bengala curioso può entrare in ogni cosa e i cambiamenti in casa spesso provocano una rapida reazione da parte del Bengala. Se si apre un armadio, il Bengala può tuffarsi a dare un'occhiata e riordinare il contenuto se non è all'altezza dei suoi standard.

A causa dell'abitudine del gatto leopardo di eliminare in acqua per nascondere il proprio odore ai predatori più grandi, alcuni Bengala imparano a usare la toilette. Come i loro parenti selvatici, i Bengala amano la libertà e non amano essere tenuti in braccio o legati. Questa caratteristica non è esclusiva dei Bengala, ma della maggior parte delle razze molto attive. I Bengala spesso amano l'acqua, soprattutto se corrente. Alcuni immergono solo una zampa occasionale sotto il rubinetto, mentre altri possono provare a scatenarsi nella vasca o nella doccia, purché sia una loro idea. Alcuni riferiscono che il fascino dei loro gatti per l'acqua rasenta l'ossessione, e bisogna prendere provvedimenti per ridurre al minimo gli allagamenti; i proprietari di Bengala imparano rapidamente a tenere il coperchio del water abbassato.

La storia

La razza Bengala è nata da un ibrido tra un gatto domestico (Felis silvestris catus) e un gatto leopardo (Prionailurus bengalensis). Il gatto leopardo assomiglia molto a un gatto domestico, tranne che per gli occhi più grandi e scattanti, i baffi pronunciati, le zampe più lunghe e le brillanti marcature leopardate. Sembra, infatti, un leopardo in miniatura.

La razza Bengala è nata quando una femmina di gatto leopardo è stata acquistata in un negozio di animali. A differenza di oggi, all'epoca i gatti leopardo potevano essere acquistati nei negozi di animali negli Stati Uniti. Oggi non è più così, a causa delle esigenze speciali di questi gatti e dei requisiti statali. L'intenzione di acquistare il gatto leopardo non era quella di creare una nuova razza di gatto, ma la persona, Jean Mill, voleva semplicemente un animale domestico unico.

Dopo alcuni anni, Mill ha pensato che il suo piccolo gatto leopardo sembrasse solo, così ha ottenuto un gatto domestico maschio per fargli compagnia. Nel 1965, con sua grande sorpresa e in modo del tutto involontario, la sua gatta leopardo produsse una cucciolata. Sopravvisse solo un gattino, un ibrido femmina chiamato Kin-Kin. Mill contattò il Cornell University College of Veterinary Medicine di Ithaca, New York, per avere consigli su come gestire l'ibrido e le fu detto che Kin-Kin era probabilmente sterile. Non è stato così, poiché Kin-Kin è cresciuta, si è mescolata con il padre domestico e ha prodotto due gattini. Uno dei gattini ha ereditato la dolce indole domestica del padre.

Dopo aver riflettuto, Mill decise che la creazione di una razza incrociata avrebbe giovato alla situazione dei gatti leopardo, fornendo al contempo al mercato americano un sostituto maculato accettabile e addomesticato. E si mise all'opera per cercare di farlo. In seguito, si scoprì che solo dopo quattro generazioni di distanza dal gatto leopardo, il temperamento del Bengala divenne più prevedibilmente domestico.

Tuttavia, è stato necessario superare molti ostacoli lungo il percorso. I primi gattini ibridi (i gatti di prima generazione sono chiamati F1) spesso crescevano come gatti nervosi e timidi, simili ai loro parenti selvatici. Solo dopo che i gatti si sono allontanati di diverse generazioni dal gatto leopardo, il temperamento è diventato dolce e prevedibile. Un altro fattore che ha rallentato il progresso della razza è stato il fatto che per diverse generazioni la razza ha potuto svilupparsi solo attraverso i gattini femmina nati, poiché i gattini maschi sono sterili, come accade per molti ibridi. Anche i maschi di seconda generazione (F2) sono sterili e solo circa il 50% dei maschi di terza generazione (F3) sono fertili.

Nel 1985, aveva un numero sufficiente di generazioni che sono diventate i Bengala di oggi. Gli standard attuali richiedono che i Bengala abbiano almeno quattro generazioni (F4 o più) per garantire un temperamento mite e docile e un gatto da compagnia felice e sano. Tutte le associazioni diverse dalla CFA hanno accettato pienamente il Bengala. I Bengala hanno dimostrato con soddisfazione di avere un temperamento pienamente domestico e di non essere un pericolo per nessuno in casa. Oggi, l'aspetto esotico e la personalità vivace hanno conquistato al Bengala un seguito entusiasta.

Attributi fisici del Gatto Bengalese

Corpo

Torso lungo e sostanzioso, non orientale o straniero. Di taglia medio-grande, ma non tanto quanto le razze domestiche più grandi. L'ossatura è robusta e solida, mai delicata. Molto muscoloso, soprattutto nei maschi; è una delle caratteristiche più distintive.

Testa

Ampio cuneo modificato con contorni arrotondati. Più lunga che larga. Leggermente piccola in proporzione al corpo, ma non va portata all'estremo. Il cranio dietro le orecchie compie una curva dolce e sfocia nel collo. L'aspetto generale della testa è spesso diverso da quello del gatto domestico. Mento forte, allineato alla punta del naso nel profilo. Muso pieno e largo, con cuscinetti dei baffi grandi e prominenti e zigomi alti e pronunciati. Leggero stacco del muso in corrispondenza dei cuscinetti dei baffi. Naso grande e largo; pelle del naso leggermente gonfia.

Orecchie

Da medie a piccole, relativamente corte, con base larga e sommità arrotondata. Sono posizionate sia lateralmente che sulla sommità della testa, seguendo il contorno del viso nella vista frontale e puntando in avanti nella vista di profilo. A volte si notano leggeri arredi orizzontali.

Occhi

Ovali, quasi rotondi. Grandi, ma non sporgenti. Sono distanziati tra loro, inseriti all'interno del viso e leggermente inclinati verso la base dell'orecchio. Il colore degli occhi è indipendente dal colore del mantello, tranne che nei punti di lince. Più il colore è ricco e profondo, meglio è.

Zampe e piedi

Zampe di media lunghezza, leggermente più lunghe nella parte posteriore che in quella anteriore. Piedi grandi, rotondi, con nocche prominenti.

Coda

Di media lunghezza, spessa, affusolata all'estremità con punta arrotondata.

Manto

Lunghezza da corta a media. Struttura densa e lussuosa, aderente, insolitamente morbida e setosa al tatto. Motivi maculati o marmorizzati. Le macchie sono generalmente casuali o allineate orizzontalmente. Rosette che mostrano due colori o sfumature distinte. Il contrasto con il colore di fondo è spesso estremo, con motivi distinti e bordi netti. Il ventre è spesso maculato.

Colore

Brown tabby, seal sepia tabby, seal mink tabby, seal lynx point, black silver tabby, seal silver sepia tabby, seal silver mink tabby, seal silver lynx point. Modelli maculati o marmorizzati.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Perché i gatti fanno le fusa?

A molti di noi viene insegnato da piccoli che quando i gatti fanno le fusa, stanno esprimendo la loro gioia.

di Fabiana Valentini -