I gatti sono affetti da malattie genetiche?

di Fabiana Valentini 1160 visite

I gatti possono soffrire di malattie genetiche proprio come gli altri animali. Tendono a essere più comuni nei gatti di razza rispetto a quelli incrociati o di razza. Questo perché i gatti di razza tendono a essere allevati in modo selettivo e si verificano anche incroci tra gatti strettamente imparentati per mantenere particolari tratti della razza. Alcune malattie genetiche possono essere evidenti fin dalla nascita, mentre altre si sviluppano più tardi nella vita.

Esistono molte malattie genetiche o ereditarie. Tuttavia, alcune delle più comuni nei gatti includono:

Malattia renale policistica

Le razze che presentano un rischio più elevato di malattia renale policistica sono i Persiani, i British Shorthair e gli Exotic Shorthair, nonché i Ragdoll, i Devon Rex e i Birmani. Ciò è dovuto a un gene difettoso presente in queste razze. La malattia policistica del rene provoca lo sviluppo di grandi cisti nei reni, con conseguente insufficienza renale. I sintomi includono aumento della sete e della minzione, perdita di peso e letargia. Tuttavia, i problemi spesso si manifestano solo all'inizio della mezza età, il che rende difficile sapere quali gatti giovani sono portatori del gene senza fare dei test.

Cardiomiopatia ipertrofica

La cardiomiopatia ipertrofica è il tipo di malattia cardiaca più comune nei gatti. Il muscolo cardiaco diventa molto ispessito e influisce sulla contrattilità del cuore. In alcune circostanze può provocare la morte improvvisa, mentre in altre sviluppa un'insufficienza cardiaca relativamente presto nella vita. Una mutazione genetica è stata identificata nelle razze di gatti Maine Coon e Ragdoll.

Spina bifida (o sindrome di Manx)

Il gatto Manx è noto per la sua caratteristica coda corta, ma in realtà si tratta di una mutazione genetica. La lunghezza della coda può variare all'interno della razza: alcuni gatti hanno una coda normale, mentre altri sono completamente privi di coda. L'accorciamento della coda, purtroppo, si ripercuote anche sul midollo spinale e sui nervi che ne derivano, causando una forma di spina bifida. Si tratta di un difetto dello sviluppo che può causare incontinenza urinaria e fecale e può comportare difficoltà di movimento e persino la paralisi delle zampe posteriori.

Osteocondrodisplasia (o malattia dello Scottish Fold)

Il gatto Scottish Fold è noto per le orecchie ripiegate in avanti, che gli conferiscono un aspetto piuttosto caratteristico. Questa malattia è causata da una mutazione genetica che influisce sullo sviluppo della cartilagine. Purtroppo, non riguarda solo la cartilagine dell'orecchio, ma anche quella che circonda le ossa. Questo comporta un cattivo sviluppo delle ossa e porta a un'artrite grave e invalidante, spesso fin dalla giovane età.

Sordità

Una sindrome che causa sordità congenita ereditaria (sintomi presenti fin dalla nascita) è presente nei gatti dal manto bianco. La sordità è causata da un difetto genetico che influisce sul mantello, sul colore degli occhi e sullo sviluppo dell'orecchio. I gatti con il mantello bianco e il colore degli occhi blu hanno maggiori probabilità di essere sordi. La sordità può interessare un orecchio o entrambi.

Miopatia ipokaliemica

La miopatia ipokaliemica è una condizione genetica ereditaria che causa debolezza muscolare e flessione del collo, riscontrabile nelle razze Burmese e Tonkinese. I sintomi possono essere intermittenti. Alcuni gatti possono presentare una grave debolezza, incapacità di sollevare la testa con il mento appoggiato al petto o addirittura convulsioni. Il trattamento è possibile con l'integrazione di potassio.

Altre condizioni ereditarie

In alcune malattie sembrano esserci forti predisposizioni di razza, il che suggerisce che la malattia possa essere ereditata, ma la mutazione genetica coinvolta non è ancora stata scoperta.

Esempi di queste patologie sono:

  • Asma - Siamese
  • Atrofia muscolare spinale - Maine Coon
  • Diabete - Gatti birmani, Gatto delle foreste norvegesi
  • Linfoma e adenocarcinoma del piccolo intestino (cancro) - Gatti siamesi
  • Malattia del tratto urinario inferiore felino - Persiano
  • Strabismo (occhio strabico/squadro) - Siamese

Come possiamo gestire le malattie genetiche?

I gatti con malattie genetiche non dovrebbero essere allevati. Molte razze sono state allevate di proposito per sviluppare caratteristiche estreme, ma purtroppo si tratta di tratti ereditabili che possono compromettere il benessere e, in ultima analisi, la salute del gatto.

Prima di prendere in considerazione l'acquisto di un gatto di una razza a rischio, fate delle ricerche. È consigliabile assicurarsi che entrambi i genitori del gattino siano stati testati e siano negativi al gene che causa la malattia genetica.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Come nutrire il tuo gatto

Quello che diamo da mangiare ai nostri gatti è molto importante, ma un aspetto spesso trascurato della salute dei...

di Fabiana Valentini -

Gatto del BENGALA: guida alla razza

Il Bengala è un gatto domestico con caratteristiche fisiche tipiche dei gatti selvatici che vivono nelle foreste e con...

di Fabiana Valentini -

Come pulire le orecchie del gatto?

Scopri le migliori tecniche e consigli per pulire le orecchie del tuo gatto in modo sicuro ed efficace. Mantieni il tuo...

di Fabiana Valentini -

Prendersi cura di un gatto anziano

Così come le persone vivono più a lungo rispetto al passato, anche i gatti vivono più a lungo. In effetti, la...

di Fabiana Valentini -