I gatti mangiano gli insetti? Quali sono gli insetti pericolosi?

di Fabiana Valentini 2011 visite

Istinti Predatori: Perché i Gatti Sono Attratti dagli Insetti? E quali sono gli insetti pericolosi per i nostri mici?

Se sei come me, e sei terrorizzato da tutti quegli insetti che strisciano, si arrampicano o volano, sicuramente ti viene la pelle d'oca al solo pensiero che il tuo amato gatto ne sgranocchi uno.

Magari non lo hai mai visto masticare con gusto un insetto, ma di certo ti sei chiesto: I gatti mangiano gli insetti? E se sì, è normale?

Mi spiace darti una brutta notizia: la risposta è sì, i gatti mangiano gli insetti. La cosa positiva è che la stragrande maggioranza degli insetti su cui il tuo micio può mettere le zampe è innocua, tuttavia ci sono insetti che possono essere dannosi per lui, scopriamo insieme quali sono e come comportarci nel caso in cui il nostro micio venga morso o punto da un insetto pericoloso.

Contenuto articolo

Uno gatto da la caccia a un insetto

Perchè i gatti mangiano gli insetti?

I gatti non mangiano gli insetti per nutrirsi, non sono interessati alle proteine o alla cheratina, ma lo fanno a seguito del loro naturale istinto di predatori. Nonostante i nostri mici, soprattutto quelli che vivono in appartamento, non abbiano certo bisogno di cacciare per procurarsi il cibo il loro istinto di cacciare e giocare con una preda viva è irrefrenabile, quindi una volta catturato l'insetto possono addentare per sentirne la consistenza.

A questo punto la domanda sorge spontanea: mangiare insetti può essere dannoso o pericoloso per il gatto?

La risposta è... dipende!

Se il tuo gatto vive in appartamento il rischio di imbattersi in insetti pericolosi è minimo, ma se ha accesso al giardino o ama fare scorribande nel vicinato, questo rischio sale, potrebbe essere punto da un'ape oppure ingerire insetti dannosi.

Normalmente se un gatto ingerisce un insetto, può sviluppare alcuni sintomi: può sbavare, avere vomito e persino diarrea. In genere il decorso è rapido e non c'è da preoccuparsi, ma se noti che nel tuo gatto i sintomi continuano per più di un giorno, faresti bene a portarlo dal veterinario per escludere complicazioni più serie.

Cosa fare se il gatto viene punto da un insetto

Se sulla pelle del tuo gatto noti il segno di una puntura di insetto puoi procedere alla pulizia dell'area con un panno imbevuto di acqua e sapone neutro, puoi anche applicare per sicurezza una pomata antibiotica consigliata dal tuo veterinario, ad esempio l'eritromicina. Puoi ridurre il gonfiore utilizzando un asciugamano freddo. Se il tuo gatto continua a grattarsi o a mordere la ferita, potrebbe impedire una rapida guarigione, in questi casi puoi valutare se utilizzare il collare elisabettiano per impedirgli di grattarsi.

Infografica insetti pericolosi gatti

Quali sono gli insetti tossici per i gatti

Vediamo ora di fare una rapida analisi di tutti quegli insetti che possono essere ritenuti pericolosi per il tuo gatto, parleremo sia degli insetti velenosi sia di quelli che possono causare preoccupazione.

I ragni velenosi

Per fortuna la stragrande maggioranza dei ragni che troviamo in Italia sono innocui per i gatti, ma esistono specie che possono nuocere anche a noi esseri umani, figuriamoci ad un gatto la cui massa corporea è circa un ventesimo della nostra! Troviamo alcuni ragni i cui morsi possono causare reazioni localizzate e che si possono trasformare in ferite importanti Se trascurati. Altri ragni come il Latrodectus tredecimguttatus (malmignatta) e Loxosceles rufescens (ragno violino), provocano conseguenze molto più serie come vomito e diarrea, paralisi, tremori muscolari e anche la morte.

Come detto si tratta di casi molto rari e in genere non ti devi preoccupare, ma se sospetti che il tuo gatto sia stato morso da un ragno velenoso, portalo subito dal tuo veterinario.

Se il gatto non viene punto, ma ingerisce un ragno è improbabile che ci siano complicazioni, gli acidi presenti nello stomaco, infatti, tendono a contrastare il veleno. E' bene però monitorare l'animale almeno per 24 ore, per cogliere immediatamente qualsiasi segno di patologia possa manifestarsi.

Le api, le vespe e i calabroni

Gli insetti con il pungiglione, non colpiscono solo noi umani, e tutti noi sappiamo quanto siano dolorose le loro punture. Ovviamente un insetto ronzante e rumoroso attira subito l'attenzione del micio che inizierà a giocarci, se viene punto può anche avere una reazione allergica a una puntura e che si verifichi un'anafilassi, anche se è un fatto raro. Normalmente il gatto proverà semplicemente dolore e cercherà di lenire il bruciore leccandosi, il che potrebbe complicare ulteriormente la guarigione.

A seguito di una puntura di ape si può somministrare difenidramina, che è un antistaminico, sempre sotto il consiglio medico del tuo veterinario. Se oltre al gonfiore compaiono sintomi come vomito, problemi respiratori o una forte reazione alla puntura, è bene recarsi subito dal veterinario.

Le farfalle, le falene e i bruchi

Generalmente farfalle e falene sono innocue per i nostri amici pelosi, e, se ci pensi, è un bene, perchè sono lente e sono facili prede. Tuttavia bisogna stare attenti ai bruchi che possono pungere e essere ricoperti da sostanze irritanti. Inoltre ci sono farfalle, come la falena tigre, che può essere velenosa se inserita e lo stesso si può dire del suo bruco.

Non dobbiamo limitarci a proteggere i mici dagli insetti, ma anche da noi stessi, se hai problemi di tarme in casa, non usare la naftalina, ma usa sostanze naturali come il cedro.

La naftalina, infatti, è estremamente tossica per i gatti possono causare vomito, letargia, problemi respiratori, tremori e convulsioni.

Scorpioni

Se il gatto gioca con uno scorpione, è probabile che venga punto, gli scorpioni che troviamo nei nostri territori non sono particolarmente velenosi, ma la loro puntura può essere dolorosa e causare una reazione localizzata nel micio. In alcuni rari casi il gatto può vomitare o avere problemi di respirazione.

Se ritieni che il tuo gatto sia stato punto da uno scorpione potrebbe valere la pena di farlo visitare dal veterinario.

Formiche

Le formiche sono generalmente innocue per i gatti. Le formiche rosse, invece, possono con i loro morsi essere molto fastidiose e dolorose per i gatti.

Se hai un'infestazione da formiche in casa assicurati di usare insetticidi e prodotti che non siano tossici per il tuo gatto.

Gli insetti a corpo duro come scarafaggi, coleotteri, grilli e cavallette

Gli insetti dotati di esoscheletro non sono, generalmente, tossici per i gatti. Essendo dotati di un guscio duro la loro ingestione può causare irritazione orale e disturbi gastrointestinali.

Gli scarafaggi, se ingeriti, possono trasferire ai gatti i loro parassiti, quindi è bene monitorare sempre il micio per escludere la presenza di vermi.

Le pulci, le zecche, le zanzare e le mosche

Le pulci sono parassiti molto comuni nei gatti, oltre a causare prurito al micio, se ingerite possono causare un'infezione da tenia. I prodotti antipulci mensili sono la soluzione migliore per evitare questi problemi.

Le zecche sono potenziali vettori di malattie e in particolare nelle zone rurali possono mordere e attaccare il micio, le malattie che vengono trasmesse dalle zecche possono avere serie conseguenze per il tuo gatto, quindi meglio prevenire fornendo una protezione con un antiparassitario spot on.

Le zanzare sono meno fastidiose per i gatti di quanto lo sono per gli esseri umani. Il gatto è ricoperto da pelo quindi per le zanzare è più difficile pungere, ma ci sono zone più sensibili dove le zanzare riescono a pungere. Le zanzare possono trasmettere il verme cardiaco che nei gatti principalmente si insedia nei polmoni, purtroppo non esiste un trattamento in grado di rimuovere i parassiti del gatto, quindi se i tuoi gatti vivono all'esterno è meglio prevenire con un repellente specifico.

Anche le mosche possono causare problemi pungendo i gatti dove il pelo è più rado come sulle orecchie, ne soffrono di più, ovviamente i mici che vivono all'aperto, in questi casi si possono utilizzare creme repellenti per allontanare le mosche dalle orecchie del gatto.

Cronologia aggiornamenti

  • 6 novembre 2023 Pubblicato l'articolo che risponde alla domanda: I gatti mangiano gli insetti?

Domande frequenti

I gatti mangiano gli scarafaggi?

I gatti mangiano scarafaggi e altri insetti con il guscio duro. Questi non sono velenosi per il gatto, ma possono causare irritazioni e problemi intestinali, proprio a causa del loro esoscheletro.

Le cimici sono velenose per i gatti?

Le cimici, rilasciare un odore sgradevole, e questo dovrebbe allontanare il gatto. Se il micio non dovesse essere scoraggiato dall'odore e ingerisse una cimice non correrebbe particolari pericoli.

I millepiedi sono velenosi per i gatti?

No, normalmente, i millepiedi domestici sono innocui per i gatti.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Burmilla: guida alla razza

Il bellissimo burmilla è una delle razze più recenti. È nato da un accoppiamento accidentale tra un Burmese e un...

di Fabiana Valentini -

Gatto Toyger: guida alla razza

Con un aspetto maestoso, degno di una tigre, il Toyger è un gatto di media taglia, muscoloso, con un corpo lungo e...

di Fabiana Valentini -