Cura quotidiana del gatto

di Fabiana Valentini 1686 visite

Il livello di cura generale che dovrete prestare al vostro gatto dipenderà dalla sua razza, dalla lunghezza del pelo (o dalla sua mancanza), dalla sua salute e dalla sua età. Di seguito sono elencate le cose principali a cui pensare.

Cura del pelo e della pelle del gatto

Non c'è molto da fare con le razze a pelo corto, che possono mantenere il loro mantello in ottime condizioni con poco o nessun aiuto. C'è più lavoro da fare con le razze a pelo lungo e molto con i Persiani, che hanno un sottopelo molto folto e un lungo strato di pelo superiore. Possono avere problemi di toelettatura a causa della forma del cranio e della mascella, causata dall'allevamento di un muso molto piatto. Vedere come pulire il gatto.

Mantenere pulita l'area sotto la coda (è un problema solo per le razze con molto pelo, come i Persiani, o per i gatti che non stanno bene e hanno la diarrea). Potrebbe essere necessario pulire o tagliare il pelo per evitare che le feci vi si attacchino. Può essere necessario un aiuto anche per i gatti più anziani che non sono così elastici e non riescono a pulirsi da soli.

Ci sono alcune razze che hanno poco o niente pelo. Sebbene questo possa sembrare un modo per eliminare la necessità di qualsiasi tipo di toelettatura, in realtà aggiunge problemi in termini di cura della pelle. La specie felina si è sviluppata per avere il pelo perché svolge una serie di funzioni per la sopravvivenza del gatto: calore, protezione della pelle, meccanismo sensoriale con peli molto sensibili, distribuzione dell'olio per mantenere il mantello impermeabile e per trattenere gli odori. Per mantenere questo mantello in condizioni ottimali, il gatto ha sviluppato un meccanismo di toelettatura molto efficace: una lingua molto ruvida con piccole barbe sulla superficie, che funziona come un pettine. La toelettatura sembra anche far sentire bene i gatti, che spesso la fanno dopo aver avuto una sorpresa o la usano come distrazione. Per questo motivo, allevare un gatto senza pelo, ma con il desiderio di toelettarsi e con una lingua molto ruvida, sembra piuttosto ingiusto.

Le razze senza pelo o con poco pelo possono essere soggette a problemi cutanei, tra cui lo sviluppo di eruzioni cutanee e infezioni fungine. I proprietari devono prestare una meticolosa attenzione a mantenere la pelle pulita ed elastica. La pelle deve essere lavata o spugnata ogni settimana per rimuovere le secrezioni oleose.

Cura degli occhi del gatto

La maggior parte dei gatti non ha bisogno di aiuto per gli occhi: tutto si mantiene pulito con una regolare toelettatura. Tuttavia, le razze dal muso molto piatto, come i Persiani e gli Esotici, sono state allevate con crani che non hanno la normale conformazione del gatto. Spesso i dotti lacrimali (che fanno defluire le lacrime che lubrificano l'occhio senza che nessuno se ne accorga) sono stati ostruiti da modifiche della forma del cranio. Il risultato è che le lacrime traboccano sul viso causando macchie e probabilmente disagio per il gatto. L'umidità può causare anche problemi alla pelle.

Pulire delicatamente con un batuffolo di cotone inumidito con acqua pulita o un po' di olio per bambini. Utilizzare un batuffolo diverso per ogni occhio e asciugare con un fazzoletto morbido. Non toccate il bulbo oculare perché sarebbe doloroso e il gatto cercherebbe di evitare l'esperienza la prossima volta.

Cura degli artigli del gatto

La maggior parte dei gatti attivi e che escono all'aperto si prendono cura dei propri artigli senza bisogno di aiuto: li mantengono puliti e affilati durante le loro attività. I gatti che vivono solo in casa possono aver bisogno di tagliare gli artigli (soprattutto per proteggere i mobili), poiché non li consumano allo stesso modo. Avranno sicuramente bisogno di un posto dove graffiare. Vedi come scegliere e utilizzare un tiragraffi per il vostro gatto.

I gatti anziani potrebbero non ritrarre gli artigli così bene e potrebbero iniziare a impigliarsi nei tappeti o nei mobili. Teneteli d'occhio per evitare che diventino troppo cresciuti o che inizino a curvarsi nel cuscinetto del gatto.

Cura delle orecchie del gatto

Se pensate che le orecchie del vostro gatto siano sporche, potreste essere tentati di pulirle con un cotton fioc. Tuttavia, la maggior parte dei veterinari consiglia di non manomettere affatto le orecchie, poiché i tessuti che rivestono i canali auricolari sono molto delicati e facilmente danneggiabili.

Le orecchie possono essere sporche perché c'è del cerume, ma potrebbero essere causate da acari o da un'irritazione della pelle. Consultate il veterinario, che potrebbe consigliarvi un prodotto per pulire l'orecchio esterno, ma evitate di andare troppo in profondità nell'orecchio e causare ulteriori danni. Se avete una razza senza pelo o con le orecchie arricciate, potrebbe essere necessaria una cura maggiore: consultate il veterinario per sapere come farlo in modo sicuro.

Cura dei denti del gatto

Non molti di noi guardano nella bocca dei propri gatti. Il miglior consiglio veterinario è quello di abituare i gatti alla pulizia dei denti fin da cuccioli. Tuttavia, questa è una di quelle cose che non vengono fatte molto spesso. Se si lavano i denti al gatto, è bene usare uno spazzolino e una pasta per animali disponibili presso il veterinario - valgono le solite regole sul non usare preparati umani o per cani per i gatti!

I gatti sono maestri nel camuffarsi quando si tratta di dolore e possono soffrire molto per una bocca dolorosa e arrivare al punto di smettere di mangiare prima che noi ce ne accorgiamo. L'alito cattivo può essere un indizio che tutto non va bene, ma è necessaria un'ispezione adeguata da parte del veterinario per scoprire l'entità del problema. Quasi tre quarti dei gatti di età superiore ai tre anni potrebbero avere problemi ai denti e alle gengive, quindi è un problema da prendere in seria considerazione e da chiedere al veterinario quando si fa controllare il gatto. Consultate le nostre informazioni sulla dentizione felina e sulle cure domiciliari per le malattie dentali.

Cogliere gli indizi

I gatti sono molto bravi a nascondersi quando non si sentono bene. I proprietari devono essere un po' come dei detective e cogliere i piccoli indizi che indicano che il gatto potrebbe essere fuori colore o non essere come dovrebbe. Cambiamenti nel mantello, nella postura del corpo o nel comportamento possono essere tutti segnali: consultate il veterinario se siete preoccupati.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Quando deve mangiare il gatto

Non c'è nulla di misterioso nell'alimentazione del gatto. Vediamo ora alcuni concetti base seull'alimentazioen dei...

di Fabiana Valentini -