11 consigli per ridurre l'ansia e lo stress del gatto

di Fabiana Valentini 741 visite

L'ansia e lo stress possono danneggiare la salute mentale e fisica del gatto. L'ansia è una sensazione di irrequietezza e paura dovuta all'anticipazione di un pericolo, mentre lo stress è una risposta rapida alle minacce che il gatto può prevedere. Un gatto ansioso o stressato può vedere ridotto notevolmente il suo benessere.

Evolvendosi da una specie largamente indipendente e solitaria (chiamata gatto selvatico africano o del Vicino Oriente), il gatto domestico può essere molto bravo a nascondere i segni di stress o di dolore, perché in natura questo lo renderebbe un bersaglio più facile per i predatori.

È importante gestire e ridurre il più possibile lo stress nel gatto, perché se il gatto è stressato può diventare emotivamente e fisicamente indisposto e può sviluppare malattie fisiche e manifestare comportamenti problematici. Spesso i proprietari si accorgono che qualcosa non va nei loro gatti solo quando sono già stressati da tempo. I gatti possono perdere l'appetito o ammalarsi occasionalmente o comportarsi in un modo che i proprietari non hanno mai visto prima, come spruzzare urina contro il muro in casa o comportarsi in modo aggressivo.

In questo articolo scoprirete alcuni segnali di ansia e stress in un gatto e alcune delle cause o fattori scatenanti. Imparerete anche come ridurre efficacemente l'ansia e lo stress del vostro gatto per aiutarlo a vivere una vita più felice e sana.

Tabella dei contenuti

Cause e conseguenze dell'ansia e dello stress nel gatto

Di solito, l'ansia si sviluppa attraverso l'associazione di esperienze traumatiche passate o di cambiamenti nelle routine consolidate del gatto. Poiché i gatti sono creature abitudinarie, a volte i più piccoli cambiamenti nell'ambiente o nella routine possono causare ansia e stress. Nuovi rumori, un nuovo animale domestico, un cambio di casa, un cambiamento nella lettiera o nel cibo, un viaggio dal veterinario sono tutte cause ben riconosciute di ansia e stress nel gatto.

Un gatto ansioso e stressato svilupperà comportamenti aberranti, avrà difficoltà a socializzare e sarà soggetto a malattie, rimanendo in un costante stato di malessere. Come proprietari di gatti, l'obiettivo dovrebbe essere sempre la felicità e il benessere del nostro gatto. Se vi siete accorti che il vostro gatto è ansioso e stressato, è meglio iniziare ad affrontare il problema prima che si aggravi e diventi più difficile da risolvere o che causi problemi fisici al vostro gatto. L'ansia tende ad essere progressiva, quindi si raccomanda vivamente di affrontare il problema prima che sia possibile.

Gestione dell'ansia e dello stress nel gatto

La gestione dell'ansia e dello stress di un gatto avviene di solito attraverso una combinazione di tecniche di modifica del comportamento, cambiamenti nell'ambiente del gatto e, in alcuni casi, l'uso di rimedi naturali e farmaci.

Il primo passo è identificare la causa dell'ansia nel gatto e pianificare i cambiamenti necessari. Ogni caso è diverso dall'altro e non esiste una soluzione unica; tuttavia, ci sono alcuni consigli per ridurre l'ansia e lo stress del gatto che potrebbero essere molto utili e vale la pena provare.

Gatto si nasconde per ansia o stress
E' importante imparare a gestire l'ansia del gatto per garantirgli una vita serena

I 12 consigli per ridurre l'ansia e lo stress del gatto

Escludere qualsiasi condizione medica

Il dolore e il disagio causano al gatto stress e ansia. Quindi, il primo passo è assicurarsi che il gatto non soffra o sia malato. Sarà necessaria una valutazione fisica completa per controllare l'organismo e, forse, alcune analisi del sangue e la diagnostica per immagini per escludere che un problema medico sottostante stia causando l'ansia del gatto. Una visita alla clinica veterinaria è d'obbligo se il gatto presenta improvvisi cambiamenti di comportamento.

Assicurarsi che tutti i bisogni del gatto siano soddisfatti

Sembra un'ovvietà, ma sareste sorpresi di come i proprietari di gatti possano ignorare che i loro bisogni non sono soddisfatti.

Studiare l'ambiente

Cercate di individuare eventuali cambiamenti riconoscibili nell'ambiente del gatto che potrebbero essere la causa dell'ansia. Nuovi animali domestici, bambini, cambiamenti di cibo, rumori? Qualsiasi cambiamento di routine o di ambiente deve essere pianificato e introdotto gradualmente con i gatti. I gatti sono molto sensibili ai cambiamenti, ma lo sono ancora di più se soffrono di ansia. Riconoscendo lo scenario specifico che causa l'ansia, è possibile gestirlo prima che inizi una crisi.

Ti potrebbe interessare:
Perchè il gatto morde la mano?

L'ambiente sociale

Nel caso di famiglie con più gatti, è necessario assicurarsi che non ci siano comportamenti aggressivi tra i gatti. Ogni gatto deve sentirsi al sicuro e soddisfare le sue esigenze di base, tra cui l'accesso a cibo e acqua e uno spazio sicuro. I cambiamenti ormonali possono causare variazioni nelle interazioni sociali dei gatti e, in quanto proprietari responsabili di più gatti, dovete sempre osservare le loro interazioni per assicurarvi che ogni gatto si senta al sicuro. Se si notano spostamenti e aggressioni, sarà necessario separare i gatti e iniziare un addestramento positivo alla socializzazione.

Riconoscere l'ansia da separazione

L'ansia da separazione è un problema abbastanza comune negli animali domestici. Se dovete assentarvi per lavoro per la maggior parte della giornata, provate a lasciare al gatto giochi interattivi e di intrattenimento per tenerlo impegnato. Non fatevi problemi quando uscite o rientrate in casa. Se questi metodi non funzionano, prendete in considerazione la possibilità di trovare un pet sitter o un secondo gatto che tenga compagnia al vostro gatto solitario mentre siete via.

Utilizzare diffusori di feromoni

I diffusori di feromoni sintetici funzionano inviando ai gatti un segnale di benessere che li aiuta a calmarsi e a sentirsi sicuri e a casa. Sono disponibili diverse formulazioni, a seconda che si tratti di una famiglia con più gatti o di un solo gatto. I diffusori di feromoni possono richiedere un po' di tempo per funzionare, ma sono un'opzione molto efficace per aiutare il gatto a sentirsi calmo, sicuro e a casa in un ambiente diverso.

Provate uno spray calmante per gatti

Sul mercato esistono diverse opzioni di spray calmanti per gatti. Alcuni contengono miscele di erbe rilassanti, altri funzionano in modo simile ai diffusori di feromoni. Se utilizzate già i diffusori di feromoni a casa, lo spray della stessa marca potrebbe essere molto utile per le situazioni in viaggio. Può essere spruzzato sulle coperte del trasportino, dell'auto o della camera d'albergo e aiuterà il gatto a sentirsi tranquillo e a casa ovunque.

Provate la musica rilassante

Sì, la musica calmante fa miracoli per alcuni gatti che soffrono di ansia. Vale la pena di provarla per offrire un ambiente più accogliente al vostro gatto incline all'ansia.

Pianificare e utilizzare metodi di addestramento e desensibilizzazione

Viaggiare può essere un po' stressante per i gatti. Addestrare il gatto a entrare volontariamente nel trasportino e ad avere un'associazione positiva con essa contribuirà a creare fiducia e comfort. Di norma, il gatto dovrebbe ricevere una ricompensa se entra più volte nel trasportino. Questi premi lo aiuteranno a sentirsi più sicuro.

Utilizzare integratori calmanti

L-triptofano, a-casozepina, L-teanina e colina sono alcuni esempi di integratori che possono aiutare il gatto a gestire l'ansia.

L'L-triptofano e l'a-casozepina si sono dimostrati efficaci nel ridurre l'ansia del gatto. L'a-casozepina è un peptide bioattivo della caseina, una proteina del latte vaccino, che ha un effetto ansiolitico simile a quello delle benzodiazepine. Il L-triptofano è un aminoacido importante per la produzione di serotonina (il neurotrasmettitore del benessere) nel cervello.

La L-teanina è un aminoacido presente nelle foglie di tè che ha dimostrato effetti ansiolitici nell'uomo e negli animali. La colina è un precursore della sostanza neurochimica dopamina, legata alle sensazioni di piacere e benessere.

Ti potrebbe interessare:
Il misterioso carattere dei gatti

Provate le miscele di erbe calmanti

La radice di valeriana, l'erba gatta, il timo per gatti e la radice di liquirizia sono alcune miscele di erbe che hanno effetti calmanti e di benessere sui gatti. Sotto forma di bocconcini o di tisane, queste miscele di erbe potrebbero essere ciò di cui il vostro gatto ha bisogno per calmarsi e affrontare l'ansia. Si consiglia di utilizzare queste erbe in anticipo se si prevede di utilizzarle per un evento specifico, come un viaggio, in quanto è possibile studiarne gli effetti e la durata. Alcuni gatti non reagiscono affatto ad alcune erbe.

Parlare con il veterinario della possibilità di assumere farmaci ansiolitici

Se nessuna delle soluzioni sopra descritte è sufficiente ad aiutare il vostro gatto a gestire l'ansia e lo stress, parlate con il veterinario della possibilità di assumere farmaci ansiolitici a lungo o a breve termine. A seconda delle esigenze specifiche del gatto, il veterinario potrà prescrivere qualcosa che lo aiuti a stare tranquillo.

Si consiglia di utilizzare questa soluzione come ultima risorsa, poiché la maggior parte dei casi può essere risolta in modo naturale senza ricorrere a questi farmaci. I farmaci possono avere effetti secondari e tendono a creare dipendenza. Sono un'ultima risorsa efficace, ma assicuratevi di aver prima esaurito tutte le altre opzioni.

Segni di ansia e stress del gatto

Esistono alcuni segni comuni di un gatto stressato, sia fisici che comportamentali.

SINTOMI FISICI

    Diarrea
  • Ampie chiazze calve o piaghe sul mantello causate da un eccesso di toelettatura
  • Condizioni del mantello non ottimali
  • Frequenti accovacciamenti, minzione dolorosa con presenza di sangue (ad es. cistite)
  • I sintomi peggiorano nei gatti con condizioni di salute croniche o con un lento recupero dalla malattia (lo stress può influenzare il sistema immunitario del gatto e la sua capacità di combattere le malattie).
  • Improvvisa perdita o aumento di peso
  • Mangiare e/o bere in modo eccessivo
  • Mangiare oggetti non alimentari, come plastica o lana (questo fenomeno è chiamato "pica")
  • Naso e occhi che colano (ad esempio, influenza del gatto).
  • Non va in bagno con la solita frequenza (feci e/o urine)
  • Scarso appetito o mangiare meno del normale
  • Sembra letargico e dorme più del solito
  • Vomito

Sintomi comportamentali

  • Aumento della dipendenza da voi o dalla vostra famiglia, con un desiderio costante di interagire con voi.
  • Comportamento aggressivo nei confronti di altri animali domestici presenti in casa
  • Comportamento aggressivo nei confronti di voi, della vostra famiglia o dei visitatori.
  • Eccessiva toelettatura
  • Fare i bisogni al di fuori della lettiera (ad esempio, dietro il divano, sotto il letto, sul letto, ecc.).
  • Graffiare eccessivamente i mobili
  • Miagolio eccessivo
  • Nascondersi spesso in casa (ad esempio sotto il divano o il letto, sopra l'armadio).
  • Non reagiscono a ciò che accade intorno a loro (non saltano o si spaventano di fronte a rumori forti o movimenti rapidi)
  • Qualsiasi cambiamento evidente nei modelli di comportamento e nelle routine abituali del gatto
  • Riluttanza a giocare, anche se in precedenza era molto giocherellone.
  • Riluttanza a entrare in casa
  • Riluttanza ad uscire
  • Ripetuti passi quando è in casa, spesso accompagnati da forti miagolii.
  • Ritiro da voi e dalla famiglia, non più interessati a interagire con voi
  • Spruzzare l'urina sui mobili e su altri oggetti di casa
  • Vigilanza costante e salti a ogni suono o movimento improvviso
  • Altri segni che indicano stress nel gatto

    Potreste notare che il vostro gatto si siede in modo diverso, che la sua espressione facciale cambia o che mostra comportamenti strani.

    • Deglutizione esagerata e rapidi colpi di lingua sul naso
    • Fissare il pavimento con un'espressione fissa e vitrea
    • Frequenti e rapide strigliate che di solito durano circa cinque secondi e che iniziano e si interrompono all'improvviso.
    • Increspature e contrazioni della pelle sulla schiena
    • Le orecchie ruotano spesso all'indietro o si appiattiscono verso il basso.
    • Occhi spalancati con pupille molto dilatate che fanno sembrare gli occhi neri
    • Scuotimento frequente della testa
    • Spesso si rannicchia e sembra teso in casa.

    Conclusione

    Se il vostro gatto soffre di ansia e stress, è meglio agire tempestivamente per evitare inutili sofferenze e complicazioni. Dopo essersi assicurati che non ci siano problemi medici alla base dello stress del gatto, ci sono diversi metodi comportamentali e naturali da provare prima di considerare la possibilità di ricorrere a farmaci ansiolitici da prescrizione.

    Domande frequenti

    L'ansia da gatto è comune?

    Sì, e forse è più comune di quanto si pensi. Mentre alcuni segni di ansia del gatto sono evidenti, altri sono più sottili. I segni evidenti dell'ansia del gatto possono essere Aumento dell'aggressività.

    Come capire se un gatto è stressato?

    Quali sono i segnali di stress in un gatto?

    • diventa più chiuso o si nasconde più del solito.
    • Diventa meno tollerante nei confronti delle persone.
    • esita o diventa riluttante a usare la lettiera, a passare attraverso la gattaiola o a sedersi in braccio.
    • mangiare o bere meno.
    • mangiare troppo.
    • graffiare i mobili.
    • Miagolio eccessivo.
    • sibili o ringhi.

    Come capire se il gatto è triste?

    Perdita di appetito o cambiamenti nelle abitudini alimentari. Cambiamenti nel linguaggio del corpo, tra cui orecchie indietro, coda rimboccata e peli che si drizzano. Miagola più o meno del solito o emette miagolii bassi e luttuosi. Mancanza di energia o diminuzione del livello di attività.

    Come posso rilassare il mio gatto?

    Pensate a puzzle di cibo per impegnare mente e corpo, spazi verticali per arrampicarsi e sorvegliare il loro dominio, tiragraffi, accesso sicuro all'esterno (come un catio), posatoi alla finestra e giochi interattivi. Il gioco è un elemento importante per alleviare lo stress. Aiuta i gatti a rilasciare gli ormoni del benessere.

    Fabiana Valentini

    Fabiana Valentini

    Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

    Commenti

    Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

    Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

    Ti potrebbero interessare

    Razze di gatti più intelligenti

    In generale, i gatti sono animali domestici molto intelligenti rispetto ad altri animali. Non è troppo difficile...

    di Fabiana Valentini -

    Come i gatti comunicano tra loro

    Esistono 3 modi principali con cui i gatti comunicano tra loro : Vocalizzazione,Linguaggio del corpo, odori

    di Fabiana Valentini -

    Burmilla: guida alla razza

    Il bellissimo burmilla è una delle razze più recenti. È nato da un accoppiamento accidentale tra un Burmese e un...

    di Fabiana Valentini -