Cosa vedono i gatti?

La retina, uno strato di tessuto nella parte posteriore dell'occhio che ospita cellule chiamate fotorecettori, è dove risiede la principale differenza tra la visione umana e quella felina. I fotorecettori trasformano i raggi di luce in messaggi elettrici, che vengono gestiti dalle cellule nervose e trasmessi al cervello, dove vengono tradotti in immagini.

I bastoncelli e i coni sono i due tipi di cellule fotorecettrici. I bastoncelli rilevano la luce e le sfumature di grigio nella periferia. Possono vedere la luminosità e le sfumature di grigio. I coni sono responsabili della visione a colori e della visione diurna.

I recettori a bastoncello sono abbondanti nei gatti (e nei cani), mentre i recettori a cono sono relativamente bassi. Gli esseri umani hanno l'inverso, ed è per questo che non vediamo bene di notte ma possiamo rilevare i colori più efficacemente.

Campo visivo

Il campo visivo è la quantità di spazio che può essere visto quando i tuoi occhi sono focalizzati su un singolo punto. Include ciò che può essere visto proprio di fronte a te, così come sopra, sotto e di lato. I gatti hanno un campo visivo leggermente più ampio degli umani: 200 gradi rispetto a 180 gradi.

Acuità visiva

Acuità visiva — Si riferisce alla chiarezza della vista. L'uomo medio ha un'acuità visiva di 20/20. L'acuità visiva di un gatto va da 20/100 a 20/200, il che significa che un gatto deve essere a 20 piedi per vedere ciò che un essere umano medio può vedere a 30 o 60 metri. Questo è il motivo per cui l'immagine in basso è così sfocata.

Visione dei colori

I gatti hanno la visione a colori come gli umani. È un'idea sbagliata che i gatti possano vedere solo le sfumature di grigio. I tricromatici sono persone che hanno tre tipi di coni nei loro occhi, permettendo loro di vedere il rosso, il verde e il blu.

Anche i gatti sono considerati tricromatici, ma non allo stesso modo degli umani. La visione di un gatto è paragonabile a quella di un umano daltonico.

Possono percepire i rossi e i rosa, ma i colori brillanti come il blu e il verde potrebbero essere difficili da distinguere. Questi potrebbero apparire più verdi, mentre il viola potrebbe sembrare un tipo di blu.

Anche se i gatti non hanno la ricchezza di tonalità e saturazione del colore che hanno gli umani, hanno una certa visione dei colori.

Distanza di visione

I gatti, d'altra parte, sembrano essere miopi. Questo implica che non sono in grado di vedere cose che si trovano a diversi chilometri di distanza. La capacità di individuare le prede nelle tue vicinanze sarebbe utile per la caccia.

Visione notturna

Anche se i gatti non possono vedere oggetti con dettagli fini o colori brillanti, hanno un senso della vista superiore nel buio grazie al loro grande numero di bastoncelli sensibili nella retina.

Di conseguenza, rispetto agli esseri umani, i gatti richiedono un sesto della quantità di illuminazione.

Il tapetum, che è presente anche nei gatti, è una struttura dietro la retina che si pensa migliori la visione notturna.

Gli occhi dei gatti brillano al buio grazie ad uno strato riflettente di cellule chiamato tapetum che riflette la luce ai fotorecettori. Questo è ciò che dà ai gatti il loro inquietante bagliore nel buio.

Ti potrebbero interessare