Il linguaggio dei gatti: come si parlano i gatti?

di Fabiana Valentini 3101 visite

I gatti parlano tra loro? I felini comunicano con i loro simili attraverso vocalizzazioni, contatto fisico, segnali visivi e segnali chimici. Quando comunicano, i gatti mostrano segnali più sottili rispetto ai cani, a causa delle loro caratteristiche più piccole e dei loro movimenti più rapidi. Se sbattete le palpebre, potreste aver perso un messaggio cruciale del vostro gatto.

Se volete sapere come i gatti comunicano tra loro, dovete imparare a leggere il linguaggio del corpo del vostro gatto.

Contenuti

Il linguaggio dei gatti: Indizi fisici

Prestate particolare attenzione agli occhi, alle orecchie, alla coda e alla postura generale del corpo. Un gatto che si sente amichevole e sicuro di sé terrà la coda alta in aria, le orecchie saranno rivolte in avanti e il corpo sarà alto.

Se il gatto si sta avvicinando a un altro gatto che gli piace, la punta della coda può essere storta in avanti. Se il gatto si sente a suo agio con la presenza dell'altro gatto, potrebbe girarsi abbastanza da mostrare la pancia. Ciò significa che si sente abbastanza a suo agio da mostrare all'altro gatto la parte più vulnerabile del suo corpo. Se il gatto è incerto o a disagio, può accucciarsi, infilare la coda lungo il corpo e fermarsi un attimo a osservare il gatto.

Il contatto visivo è un altro modo in cui i gatti comunicano tra loro. Se il vostro gatto guarda un altro gatto e sbatte le palpebre, attraverso il linguaggio del corpo gli sta dicendo che è ricettivo al suo approccio e alla sua attenzione.

Se durante l'interazione con un altro gatto distoglie lo sguardo, si lecca le labbra, si accuccia e tira le orecchie di lato o le appiattisce sulla testa, significa che il gatto si sente minacciato e ha paura.

Quando il gatto si sente minacciato, può manifestare un comportamento aggressivo. Mostrare aggressività è un modo per aumentare la distanza da qualcosa che il gatto percepisce come minaccioso. I gatti che sibilano o ringhiano con la schiena e la coda arcuate, le orecchie appiattite contro la testa e gli arti anteriori vicini a quelli posteriori possono essere sul punto di attaccare. Quando sono agitati, molti gatti agitano la coda da un lato all'altro.

Vocalizzazione nel linguaggio dei gatti

I gatti possono usare un miagolio o un trillo per salutarsi, ma la ricerca ha dimostrato che i gatti tendono a miagolare di più quando interagiscono con gli esseri umani e non lo usano spesso quando interagiscono tra loro. Il miagolio sembra essere una vocalizzazione che sollecita l'attenzione quando è rivolta alle persone.

Le fusa vengono prodotte durante l'inspirazione e l'espirazione. I gatti possono fare le fusa quando sono a contatto con altri gatti, ma anche quando sono a contatto con esseri umani e oggetti. Fanno le fusa quando impastano le coperte, si rotolano per terra o si strusciano sugli oggetti.

Sebbene si pensi che i gatti facciano le fusa quando sono felici, possono farle anche quando non si sentono bene. Le fusa dei gatti sono una vocalizzazione complessa che deve essere studiata più a fondo.

Quando un gatto ha paura, può ringhiare o sibilare per dire all'altro gatto di stare lontano o di lasciarlo in pace. Se l'altro gatto non ascolta e continua ad avvicinarsi, il primo gatto può intensificare la vocalizzazione fino a ringhiare, sputare o guaire prima di attaccare. I gatti possono anche ululare quando sono in difficoltà.

Comunicazione tra gatti attraverso il contatto fisico

I gatti possono essere molto socievoli. Si salutano toccandosi il naso. Mostrano affetto strofinando la testa l'uno contro l'altro e lungo i lati del corpo. A volte i gatti possono anche agganciare le loro code e strofinarle insieme.

In genere i gatti non si strofinano contro la schiena. Per questo motivo alcuni gatti non tollerano lunghe carezze lungo la schiena. Le aree di contatto preferite sono in genere la testa e i lati del corpo.

Segnali chimici e marcatura del gatto

Quando i gatti si strofinano l'uno sull'altro e sugli oggetti, depositano feromoni e oli dalle ghiandole odorose situate sulla fronte, sulle guance e sul mento. Si scambiano anche gli odori quando i loro corpi e le loro code si strofinano l'uno contro l'altro. I gatti si strofinano anche sugli oggetti più importanti della casa per lasciare una scia odorosa e marcare il territorio.

I gatti possono anche spruzzare urina per marcare il territorio. Non è raro vedere questo comportamento nei gatti che vivono all'esterno o che hanno accesso all'esterno. Tuttavia, a volte lo spruzzo può avvenire anche all'interno della casa. Quando ciò accade, può essere una risposta alla presenza di un gatto esterno nella proprietà o a un altro fattore di stress nella vita del gatto.

Ora che avete imparato un po' di linguaggio dei gatti, prendetevi un minuto per osservare i vostri miciotti mentre interagiscono e vedete se riuscite a decodificare i loro segnali.

Il linguaggio del corpo per mostrare affetto, paura o ostilità

Un altro importante tipo di comunicazione che i gatti utilizzano è il linguaggio del corpo. Non tutti i gatti miagolano per salutarsi, ma molti di loro si toccano il naso per salutarsi. Lo sfregamento è una forma di affetto tra gatti e un gancio sulla punta della coda è un saluto amichevole.

Le orecchie, gli occhi e la coda del gatto sono particolarmente importanti per mostrare il linguaggio del corpo, sia agli umani che agli altri gatti. Un gatto amichevole e sicuro di sé tiene la coda alta con le orecchie tese in avanti. La coda può essere piegata in avanti quando si avvicina a qualcuno che gli piace e rotolarsi può essere un segno di fiducia.

Guardare un gatto (o un umano) e sbattere lentamente le palpebre è un altro modo in cui i gatti mostrano di essere aperti e attenti.

Se invece il gatto distoglie lo sguardo, le sue orecchie si girano di lato o si appiattiscono, o se si rimbocca la coda sotto il corpo, può essere un segno che il gatto si sente a disagio o addirittura minacciato.

Sentirsi minacciati può anche far emergere un comportamento aggressivo. Oltre a sibilare e ringhiare, i gatti mostrano segni di aggressività attraverso il linguaggio del corpo. Alcuni di questi segnali sono le orecchie appiattite contro la testa, la coda sferzante, il pelo irto e la schiena o la coda arcuate.

Per concludere: È complicato

Capire cosa si dicono i gatti è un po' come guardare un film muto, ma senza il testo stampato tra le scene. Si passa molto tempo a cercare di capire cosa si stanno dicendo.

Una gatta più anziana ispeziona i gattini di una più giovane. Poi si avvicina per "scambiare due parole" con la madre e se ne va subito dopo. Se ne va per evitare di dover fare da babysitter ai gattini? Oppure ha appena dato alla giovane madre un consiglio non richiesto e non voluto?

Oppure, in un altro scenario, due gatti si sono sempre odiati e hanno litigato per la loro posizione. Un giorno, uno dei due gatti si accoccola molto vicino all'altro. Non ci sono sibili o sputi.

Ora sono amici o ancora "nemici"?

Le possibilità di entrambi gli scenari sono intriganti.

La comunicazione dei gatti con gli altri gatti è ciò che dobbiamo capire, ma non è tutto. Gran parte dello scambio di informazioni tra gatti è costituito dal linguaggio del corpo e le persone che osservano i gatti nel tempo sono arrivate a comprenderlo abbastanza bene. I gatti usano la maggior parte delle stesse posture, espressioni e gesti per esprimere le stesse cose a noi.

È facile essere accusati di antropomorfizzazione. Ma più studiamo il modo in cui i gatti interagiscono tra loro, più riusciamo a capirli e a capire in che modo sono come noi, ma non come noi.

Domande frequenti

I gatti miagolano per comunicare tra loro?

Sì, i gatti miagolano per comunicare tra loro! Ma non è necessariamente la forma più comune di comunicazione tra gatti. Utilizzano anche molti altri metodi, tra cui trilli, sibili, guaiti, ringhi, ringhi, linguaggio del corpo e odori.

I gatti capiscono il miagolio dell'altro?

Sì, i gatti si capiscono tra di loro. A volte, i gatti emettono un miagolio o un trillo come forma di saluto quando si incontrano.

I gatti e i cani possono comunicare tra loro?

I gatti e i cani comunicano in modi diversi, ma così come noi siamo in grado di imparare a capire il significato generale delle vocalizzazioni e del linguaggio del corpo dei gatti prestando molta attenzione, anche i cani e i gatti possono imparare a leggere il significato generale.

Un cane che non ha mai incontrato un gatto spesso si lancia eccitato per giocare e riceve uno schiaffo in faccia. Tuttavia, un cane che è cresciuto in mezzo ai gatti riconoscerà i segnali di allontanamento e saprà avvicinarsi a un nuovo gatto con più attenzione.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Perchè gatti soffiano

Alcuni gatti soffiano quando giocano, ma il motivo non è aggressività intrinseca. Piuttosto, non è raro che il sibilo...

di Fabiana Valentini -