I gatti possono vederci come ci vediamo noi?

di Fabiana Valentini 17460 visite

Ti sei mai chiesto cosa vede il tuo gatto quando ti guarda? I gatti vedono gli esseri umani in modo molto diverso rispetto a molte persone. La loro prospettiva è unicamente felina e comprenderla potrebbe aiutarti a capire meglio il tuo gatto.

I gatti possono vederci a colori?

I gatti sono daltonici, quindi vedono noi - e tutto il resto - in un modo diverso da come noi vediamo loro. I gatti hanno pochi coni che rispondono alla luce rossa, quindi il loro mondo appare blu, grigio e giallo.

I gatti non riescono a distinguere il rosso dal verde, quindi se hai i capelli di un rosso vivo, il tuo gatto non li noterà.

I gatti, d'altra parte, possono essere in grado di vedere colori che gli umani non possono vedere.

Secondo un nuovo studio condotto da scienziati di Londra, i gatti e alcuni altri animali possono vedere i colori all'estremità ultravioletta dello spettro luminoso, che gli esseri umani possono solitamente vedere solo sotto una luce nera. 

Poiché nel mondo ci sono una varietà di oggetti con colorazione ultravioletta, come uccelli e fiori, l'ambiente in cui vive un gatto può essere incredibilmente colorato!

Se sei troppo lontano dal tuo gatto, che sia lucido o meno, potresti apparire come una grande macchia. Gli occhi umani hanno muscoli che regolano la forma delle loro lenti per mettere a fuoco gli oggetti a distanze diverse, ma gli occhi dei gatti non hanno questi muscoli e sono quindi limitati a vedere le cose tra i 6 e i 20 pollici di distanza.

In altre parole, i gatti sono daltonici, miopi e possono percepire il mondo come se fosse illuminato da una luce nera.

I gatti ci vedono come un'altra specie?

I gatti si comportano come se fossimo animali enormi e maldestramente felini. Quando un gatto si strofina contro di te e alza la coda, ti sta dando lo stesso tipo di attenzione che darebbe un altro gatto. Al contrario dei cani, che interagiscono con altri cani in modo diverso rispetto alle persone, suggerendo che capiscono la distinzione.

I gatti, come la maggior parte degli animali, sembrano trovare le persone particolarmente goffe per gli standard dei gatti. Tuttavia, non ci considerano idioti, nonostante le innumerevoli battute su Internet. Dopo tutto, strofinarsi e fare le fusa non è il modo di salutare un emarginato sociale nel mondo dei gatti.

Possiamo anche essere visti come parenti per loro. Quando un gatto ti impasta con le sue zampe, si comporta come un gattino che chiede il latte. Se il tuo gatto cerca di "pulirti", potrebbe trattarti come un piccolo!

I gatti possono vedere l'unicità umana?

I gatti o non riescono a vedere la differenza tra i volti umani o semplicemente non se ne preoccupano. Nel 2005, i ricercatori dell'Università del Texas a Dallas e della Pennsylvania State University hanno insegnato a cani e gatti a identificare oggetti e modelli per testare le loro percezioni.

I gatti sono stati addestrati a scegliere tra due immagini per ricevere una sorpresa. In presenza di fotografie del volto del loro conduttore e di quello di un estraneo, i gatti hanno riconosciuto il volto del loro conduttore solo la metà delle volte.

In un esperimento simile, ai gatti sono state mostrate immagini del volto di un gatto conosciuto o di un gatto sconosciuto e hanno scelto il volto del gatto familiare il 90,7% delle volte.

I gatti hanno scelto un ambiente esterno conosciuto piuttosto che uno sconosciuto l'85,8% delle volte quando hanno selezionato un'immagine. I gatti sono eccellenti nel richiamo visivo, tranne che per i volti umani.

I gatti possono usare una varietà di metodi per identificarci, piuttosto che il riconoscimento facciale. Come odoriamo, come ci sentiamo o il suono della nostra voce potrebbero invece essere usati.

Nel 2013, i ricercatori hanno fatto ascoltare le registrazioni dei nomi dei gatti chiamati dai loro proprietari e da completi estranei per vedere come rispondevano gli animali; erano più reattivi alle voci dei loro proprietari.

Chi comanda qui?

Quando i gatti sono stati presi dai loro luoghi di riposo e allontanati dalla vista, tuttavia, non si sono mossi da essi. Quando i loro proprietari erano fuori dalla vista, i ricercatori hanno determinato che i gatti non sono disposti a rispondere alle chiamate fatte dai loro proprietari.

Alcuni proprietari di gatti, tuttavia, affermano che i loro gatti sono molto più reattivi quando anticipano il cibo o il permesso di entrare in casa.

Si dice che i gatti in particolare si siano adattati alla società umana più o meno da soli. Si sono insediati negli insediamenti umani 9.000 anni fa, seguendo i topi che erano fuggiti dalla città e avevano cercato rifugio nei bidoni del grano.

Le persone iniziarono a tenere i gatti nelle loro case, ma con molto meno condizionamento comportamentale che con i cani migliaia di anni prima.

Sia i proprietari di cani che di gatti erano ugualmente devoti ai loro animali domestici, secondo i ricercatori.

Adoriamo i nostri gatti per il loro punto di vista unico, l'affetto felino e l'indiscussa individualità, indipendentemente da come ci considerano gli altri.

Ti potrebbero interessare