7 consigli per farsi adorare da qualsiasi gatto

di Fabiana Valentini 9441 visite

I gatti sono creature curiose. È quindi difficile non prenderla sul personale se uno di loro vi evita come la peste. Certo, i felini sono famosi per i loro atteggiamenti felini, ma nascondersi sotto il letto o guardarvi male non è normale.

Le persone fanno cose strane che involontariamente non piacciono ai gatti. Se fate le cose che a loro piacciono e rimanete fuori dal loro spazio personale, potete conquistare un gatto.

Ma come si fa a sapere se si sta rendendo felice un gatto? Tutto sta nell'imparare il linguaggio del corpo del gatto.

Come leggere il linguaggio del corpo di un gatto

Miagolii e fusa sono solo una piccola parte della comunicazione di un gatto. Per parlare davvero il loro gergo, bisogna osservare il loro corpo e il loro comportamento, spiega Radosta. Questi sono i segni rivelatori del fatto che un gatto è di umore amichevole e vuole interagire con voi:

  • Il gatto si avvicina a voi
  • La coda ha la forma di un punto interrogativo (in alto, con la parte superiore rovesciata).
  • Le orecchie sono in avanti
  • Le pupille hanno l'aspetto di fessure o di mandorle
Ti potrebbe interessare:
7 cose che i gatti amano

Se invece notate uno di questi segnali, evitate di entrare in contatto con il micio:

  • Coda che si muove avanti e indietro
  • Il gatto rimane fuori dalla vostra portata
  • Orecchie di lato o indietro
  • Pupille rotonde

Cosa fa arrabbiare i gatti

Il problema numero uno tra persone e gatti? Non consideriamo i loro confini. "Amiamo così tanto queste piccole creature che non sempre rispettiamo il loro spazio personale. Li trattiamo come peluche o bambole di pezza che possiamo afferrare quando vogliamo.

Non essendo gli animali più indulgenti, i gatti possono risentirsi di essere maneggiati quando preferirebbero essere lasciati in pace. Alla fine, un gatto inizia a evitarti del tutto, nascondendosi sotto il letto o andando in cima al suo albero per gatti.

Consigli per legare con un gatto

Legare con un gatto a cui non piacete può sembrare impossibile, ma non è così. Anche se non diventerete mai BFF (migliori amici per la pelle), è possibile stimolare l'interesse del gatto a frequentarvi. Basta provare questi sette semplici consigli!

Evitare il contatto visivo diretto

A differenza dei cani, i gatti non si sentono a proprio agio a guardarvi negli occhi. I gatti vedono il contatto visivo diretto come un segno che state cercando di intimidirli. In risposta, possono diventare timorosi o aggressivi. Anche se sono bellissimi, evitate di fissare gli occhi dei gatti.

Siate un imitatore

Volete abbassare la guardia di un gatto? Rispecchiate il suo linguaggio del corpo. Per esempio, se lui vi guarda e distoglie lo sguardo, voi dovreste fare lo stesso. Quasi sempre il micio ricambierà lo sguardo.

È come se dicessi: 'Ehi, amico, prenditi il tuo spazio. Io non vengo lì'. Questo fa sentire il gatto più a suo agio di chi allunga la mano per accarezzarlo. Allora il gatto dice: Sei stupido? Ti ho appena detto che non voglio essere accarezzato.

Sbattere lentamente le palpebre

Gli scienziati hanno scoperto che ai gatti piace quando si sbattono lentamente le palpebre (si pensi a quando si stringono gli occhi al rallentatore). Uno studio recente ha scoperto che i gatti ammiccano lentamente a una persona che li guarda. Questo li rende più propensi ad avvicinarsi a voi e vale sicuramente la pena di provare!

Rispettare lo spazio del gatto

Quando ci si avvicina a un gatto, si può dare l'impressione di essere minacciosi. Ecco perché i gatti spesso gravitano verso le persone che più vogliono evitarli (ciao, allergie). Se volete guadagnarvi l'affetto di un gatto, aspettate che sia lui a venire da voi piuttosto che allungare la mano per accarezzarlo o prenderlo in braccio.

Fate un test di consenso

Vi è mai capitato di accarezzare senza pensieri un gatto e all'improvviso vi ha morso? Molto probabilmente è successo che il micio vi stava dando dei segnali che dicevano "ho finito", ma voi non li avete notati.

La prossima volta fate un test di consenso per vedere se il micio vuole più attenzioni. Offrite il dito indice al gatto e vedete se spinge la testa contro di esso. Questo è un segno che ha voglia di essere più affettuoso. Accarezzatelo per cinque o sei volte, poi fermatevi e fate di nuovo il test del consenso. In questo modo il gatto ha la possibilità di farvi capire quando ne ha abbastanza.

Usare il cibo

Una delle vie più rapide per raggiungere il cuore di un gatto è il cibo (avete indovinato). Usatelo per addestrare il micio ad anticipare le cose buone quando lo accarezzate. Ecco come fare: Quando date al gatto un pasto di cibo umido o un bocconcino, accarezzatelo più volte mentre lo mangia e poi allontanatevi. Fatelo ogni giorno. Alla fine, passate ad accarezzare prima il gatto e poi a dargli il cibo o il bocconcino. Il micio assocerà l'accarezzamento a qualcosa di buono.

Questo trucco funziona anche se al gatto non piacete molto. Finché gli piacciono le leccornie o il cibo in scatola, sarà condizionato ad apprezzare anche voi.

Parlare con dolcezza

Ovviamente urlare a un gatto non è utile. Ma anche parlare ad alta voce e in modo energico può spaventare i gatti, facendoli correre al riparo. Se parlate con dolcezza e trasudate calma, è più probabile che un gatto voglia restare nei paraggi.

raffiare i punti giusti

Quando un gatto desidera attenzioni, è bene accarezzarlo nei punti in cui è più probabile che si senta bene. L'area migliore da accarezzare è quella che va dalla testa alle spalle, dove di solito i gatti si fanno la toeletta a vicenda. Ad alcuni gatti piace anche essere accarezzati sulla schiena. Ma se vedete che la coda del gatto inizia ad agitarsi, è un avvertimento che il gatto lo tollera, ma non lo ama. E non pensate nemmeno agli strofinamenti sulla pancia: sono pochi i gatti che amano essere toccati lì.

Con un po' di pratica, non avrete problemi a cogliere i segnali del gatto. La vostra pazienza e il vostro amorevole rispetto dei confini del gatto vi faranno guadagnare il sigillo di approvazione del micio.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Come mai i gatto dormono tanto?

Sappiamo tutti che i gatti amano dormire. Ma perché dormono così tanto? È perché sono pigri? O c'è un'altra ragione...

di Fabiana Valentini -