Cani: come fare il bagno ai cuccioli?

di Fabiana Valentini 132 visite

In casa è arrivato un nuovo gradito membro della famiglia? Un cucciolo è sempre motivo di gioia: non importa quale razza avete scelto, un cane sarà sempre il vostro migliore amico. Prima di adottare un cane avrete sicuramente passato in rassegna tutte le attività necessarie: comprare una cuccia accogliente, scegliere il cibo, acquistare dei giochi divertenti e il necessario per la passeggiata. Non dimenticate qualcosa? Il momento del bagnetto è fondamentale: cerchiamo di capire insieme come fare il bagno ai cuccioli e quali prodotti utilizzare.

Quando si fa il bagno al cane?

Forse questa è la prima domanda che viene in mente ad un proprietario: quando devo fare il primo bagno al mio cane? In questo caso sinceratevi di conoscere l’età del cane: solitamente non si fa il bagnetto prima dei due-tre mesi di vita e non prima che sia stato completato un ciclo di vaccinazione. Il cucciolo ha un sistema immunitario più fragile di un cane adulto: ecco perché non dobbiamo stressarlo o sottoporlo ad un bagno se ancora non è stato sottoposto a vaccinazione.

In linea di massima possiamo dire che il vostro cane non andrà lavato spesso: il suo manto delicato potrebbe irritarsi e potremmo causare allergie o eczemi. Ovviamente se il nostro adorato cucciolo ha deciso di divertirsi giocando nel fango non possiamo non lavarlo! Come abbiamo visto, aspettiamo che il cucciolo abbia finito il piano vaccinale e introduciamolo al bagnetto in modo divertente senza che questa pratica diventi traumatica. Per questo, se non volete fare il bagno in casa, rivolgetevi ad un toelettatore: un esperto saprà seguire il vostro cucciolo nel modo corretto, rendendolo pulito e splendente.

Generalmente si sconsiglia di fare un bagno al cane troppo a ridosso dal vaccino in quanto lo renderebbe esposto alle malattie virali. Anche in questo caso consultate un esperto: il vostro medico veterinario saprà darvi ulteriori delucidazioni per introdurre al bagnetto il cucciolo.

Altra regola: non c’è particolare differenza tra estate o inverno, ma è fondamentale che l’ambiente sia caldo. Un luogo confortevole senza spifferi o sbalzi di temperatura: il cucciolo è particolarmente delicato e potrebbe prendersi un colpo di freddo.

Come fare il bagno al cane

Diversamente dai gatti, i cani non sono poi così refrattari all’acqua. Anzi, molti di loro mostrano una certa curiosità e interesse verso di essa. Vediamo quindi passo dopo passo come fare il bagnetto al nostro dolcissimo cucciolo.

Create un’atmosfera piacevole e rilassante

L’ambiente conta: per fare in modo che il nostro cucciolo si abitui presto al bagno create per lui un mood sereno e rilassato. Il bagnetto non può essere associato ad un evento traumatico e spaventoso: per questo munitevi di snack o di un gioco per farlo divertire. In questo modo il cane si rilasserà e tenderà ad associare il bagno ad un momento di gioco e svago. Prepara il cane pettinandolo e rimuovendo i peli morti e lo sporco in eccesso.

Preparate la vasca (o un recipiente)

Il cucciolo sembra tranquillo e rilassato? È il momento di passare al bagnetto vero e proprio. Riempite la vasca d’acqua e fate in modo che arrivi massimo alle sue ginocchia. A questo punto introducete con calma il cane e lasciate che si abitui a questa nuova sensazione.

Munitevi di un tappetino antiscivolo: la vasca è scivolosa e non vogliamo rischiare che il cucciolo perde l’equilibrio. A questo punto regoliamo bene la temperatura dell’acqua: niente bagni bollenti! Testiamo la temperatura con la mano: se l’acqua è tiepida possiamo bagnare il cane.

Lavate il cucciolo con calma e attenzione

Fare un bagno al cane è come prendersi cura di un bambino: non strofinate il cucciolo e non fate movimenti bruschi. Il cane deve abituarsi gradualmente a questa nuova routine e ciò significa che la procedura del bagnetto deve essere svolta con calma e pazienza. Utilizzate poco shampoo e scegliete un prodotto che sia specifico per cucciolo: in questa fase di vita il cane è particolarmente delicato e un prodotto troppo aggressivo potrebbe dargli fastidio.

Fate attenzione agli occhi, alle orecchie e alla bocca. L’acqua non deve entrare in profondità nelle orecchie, altrimenti potrebbe provocare delle infezioni. Iniziate a insaponare le zampe e poi il torace, sempre con delicatezza: rimuovete lo sporco e poi passate alle zone più complicate come occhi e orecchie.

Risciacquate bene lo shampoo

Il cucciolo si è dimostrato tranquillo e siete riusciti a lavare via tutto lo sporco? A questo punto risciacquate lo shampoo facendo attenzione a rimuovere bene tutto il prodotto in modo da evitare irritazioni.

Il momento dell’asciugatura

Non è ancora finita! Dopo il bagnetto c’è la fase dell’asciugatura. Dovrete prendere un asciugamano (o più di uno) e se necessario aiutarvi con un phon. Attenzione: l’uso del phon potrebbe spaventare il cane. Per questo motivo vi suggeriamo di utilizzarlo al minimo della potenza così da non recare fastidio nel cucciolo. Fate attenzione alle orecchie: se sono bagnate aiutatevi con un batuffolo di cotone per rimuovere l’acqua. Infine spazzoliamo il cucciolo: finalmente il nostro cane sarà pulitissimo e profumato