Come prendersi cura dei gatti a pelo lungo

di Fabiana Valentini 4381 visite

Chi non ama accarezzare un bellissimo gatto a pelo lungo? Sono stupendi e morbidi, ma tutta questa bellezza richiede cure e manutenzione, se non si accudisce correttamente un gatto a pelo lungo può risentire di diversi problemi.E voi sapete prendervi cura correttamente del vostro micio super soffice?

Le cure di base del pelo per i gatti.

Cominciamo con una buiona notizia: il vostro gatto sa come pulirsi da solo e dedicherà molto del suo tempo a farlo. Quindi generalmente non è necessario dedicare molto tempo alla cura del pelo del gatto per far sì che sia pulito e ordinato. Tuttavia, ci sono alcuni che i proprietari, possono adottare per mantenere in salute i gatti dal pelo lungo:

  • Una buona alimentazione. Se il gatto non osserva una dieta nutriente può soffrire di problemi al pelo. Nel caso in cui il micio sia sovrappeso può riscontrare problemi nel pulirsi. Pe questi motivi somministrare del cibo nutriente in una quantità corretta è il primo passo per avere un mantello sano e ben curato del gatto.
  • Spazzolare il gatto almeno una o due volte la settimana. Una buona spazzolatura ha diversi vantaggi, aiuta a rimuovere spotrco e peli morti, inoltre stimola la salute della pelle. Oltretutto se fatto regolarmente e con dolcezza è un ottimo modo per trascorrere del tempo di qualità con il vostro micio che ve ne sarà garto soprattutto nel caso sia anziano e abbia difficoltà nel pulirsi da solo.
  • Dedicate sessioni di toelettatura più lunghe a gatti dal pelo lungo. Ricordatevi che limitarvi a una spazzolata lungo la schiena non è sufficiente a curare tutto il pelo, soprattutto se il gatto ha il mantello lungo. Separate la parte centrale della coda per potere spazzolare il pelo su entrambi i lati. Partuite spazzolando la pancia quindi proseguite con il pelo presente su ogni lato della schiena. Assicuratevi di spazzolare accuratamente anche il petto e la testa del micio.
  • Il bagno solo se necessario. Ricordatevi che il gatto è in grado di lavarsi da solo, quindi non sarà necessario fare un bagno regolare, al contrario bagni troppo frequenti possono causare problemi al pelo e alla cute. Ma se il gatto è abituato a uscire spesso e si sporca regolarmente può essere necessario pulirlo. Alcuni padroni sono in grado di fare il bagno a casa ma per la maggior parte dei priopritari questa operazione può essere impossibile: i gatti non reagiscono positivamente all'acqua!. Una soluzione praticabile per tutti è pulire il gatto o con un panno umido. Ma se il micio è molto sporco, ha un odore sgradevole o se si è sporcato con sostanze nocive è meglio rivolgersi a un toelettatore per sottoporlo a un bagno in sicurezza.
  • Controllare che non si formino nodi o stuoie. SOgni volta che scoprite un nodo spazzolatelo con cura. Se è coperto da peli o sta traformandosi in una stuoia o un tappetino continuate a leggere i consigli per rimuovere nodi e peli. È essenziale intervenire tempestivamente, perché peggiorare e causar eproblemi alal pelel e dolori al micio.
Gattini di norgese delle foreste
Quattro gattini di Norvegese delle Foreste: l'incarnazione del micio a pelo lungo

Come rimuovere nodi e tappeti.

Se trovate un noti spazzolatelo delicatamente per districarlo ed elimanrlo completamente. Il problema dei nodi è che, se lasciati nel pelo possono generare stuoie che possono portare a problemi ben più gravi. Certo il gatto non sarà felice di sentirsi tirare il pelo durante la districatura, quindi potete distralo offrendo bocconni o crocchette extra, non abbiate fretta, dedicate tutto il tempo necessario e se necessario fatevi aiutare per immobilizzare il micio durante la procedura.

Se dovete rimuovere una stuoia o un tappetino, assolutamente non bagnatelo, questo renderebbe più difficile eliminarlo, banalmente non fate mai il bagno al micio se avete intenzione di prodere con questa operazione. Esistono spray districanti per animali che possono aiturvi nell'operazione di rimozione del tappetino. Passate delicatamente un pettine a denti larchi partendo dall'estremità del pelo e bloccate la pelle per evitare di tirarla ed irritare il gatto. Esistono pettini per la rimozione del pelo, simili a rasoi, chevi possono aitare a rendere questa attività meno stressante per voi e per il vostro amico. Se possibile non utilizzare mai forbici per tagliare il pelo, se non site pratici potete ferire l'anilame e causare escoriazioni dela pelle. Se tutto quello che abbiamo riportato precedentemente fallisce è meglio recarsi dal veterinario o da un toeletattore professionista.

Quando è necessario radere il gatto?

Radere il gatto non è certo un'attività che va presa alla leggera, pensate allo stress che il micio deve sopporta! Tuttavia esistono casi in cui questa attvità si rende necessaria. Se il gatto non è più capace di prendersi cura del suo pelo (per anzianità o problemi fisici, se ci sono aree della pelliccia danneggiata o che il gatto non riesce a raggiungere, la rasatura può tornare utile. Meglio chiedere sempre al veterinario prima di procedere. In alcuni casi tagliare il pelo può essere più efficace della rasatura completa.

Razze di gatti a pelo lungo

Di seguito un elenco delle razze di gatti a pelo lungo, cliccate sul link per accedere alle schede detatgliate:

Ti potrebbero interessare