Tutto sul Chihuahua

di Fabiana Valentini 3382 visite

Come molti cani "alla moda" anche il minuscolo Chihuahua ha origine davvero antiche. Il suo nome pare essere dovuto alla sua provenienza dalla regione omonima situata a nord del Messico. Alcune statuette precolombiane rappresentano un piccolo cane molto simile all'attuale dotato di grandi orecchie, musetto appuntito, occhi un po' sporgenti. Altri studiosi, comunque, situano l'origine della razza all'antico Egitto. Da qui il piccolo cane dovrebbe aver raggiunto l'Europa per poi partire, al seguito dei Conquistadores spagnoli, alla volta delle Americhe. Una terza ipotesi, infine, si basa sull'abilità dei Cinesi di creare miniature...questa volta canine. Si pensa, seguendo questa ipotesi, che dalla lontana Cina il moderno Chihuahua sia stato poi introdotto in Messico, per poi diffondersi negli Stati Uniti e nella moderna Europa. Sta di fatto che il minuscolo cane di antiche memorie é stato definitivamente riconosciuto dal Kennel Club Americano nel 1900 e nel 1923 venne fondato il primo club di razza.

Piccolo ma audace

Il Chihuahua può essere sia a pelo corto che a pelo lungo. Attento, vivace e fondamentalmente sano, questo piccolo cane é un perfetto animale da compagnia. Sta in una tasca, é vero, ma al'occorrenza sa abbaiare e farsi rispettare nonostante la piccolissima mole. Non é mai timoroso, non ha paura di niente e nessuno, non é nervoso o spaventato, ha un'energia e un coraggio decisamente fuori dal comune. Molto affezionato al suo padrone e alla sua famiglia, impara presto e bene e sa rendersi indispensabile al nucleo familiare che lo opsita. Per l'origine del Chihuahua a pelo lungo sembra sia stato introdotta una varietà di spaniel, il Papillon. Assai poco diffuso nel mondo, questo tipo di Chihuahua presenta le stesse caratteristiche dell'altra varietà. In più necessità si una piccola, ma indispensabile, manutenzione del mantello.

I chihuahua sono i cani più piccoli del mondo

Pesano appena due libbre e raramente superano le sei libbre (da 1 a 3 chilogrammi). L'altezza è di soli cinque pollici. I chihuahua hanno un cranio a cupola. In alcuni esemplari è presente un punto morbido sulla sommità della testa, dove le ossa non si sono unite. Si tratta della cosiddetta molera. Hanno grandi orecchie a punta e muso corto e appuntito. Gli occhi sono rotondi e grandi. I cani sono leggermente più lunghi dell'altezza e hanno una coda lunga che viene portata in alto o sopra la schiena.

Esistono due varietà di pelo. Uno è liscio e corto. L'altro è lungo e morbido, con orecchie e zampe sfrangiate. Il mantello del Chihuahua è disponibile in quasi tutti i colori e disegni.

I chihuahua sono considerati longevi, con un'aspettativa di vita tipica di circa 14 anni.

Personalità del Chihuahua:

I chihuahua sono ottimi cani da compagnia. Amano le attenzioni e sono fedeli ai loro padroni. Anche se sono considerati cani da compagnia, sono attivi e amano essere tenuti occupati.

I chihuahua sono ottimi animali da famiglia se trattati con rispetto, ma hanno la reputazione di scattare contro gli estranei o i bambini piccoli che potrebbero essere minacciosi per le loro dimensioni ridotte.

Come molti cani di piccola taglia, possono essere più inclini ad abbaiare rispetto ad alcuni cani più grandi. Possono anche cercare di dominare i loro proprietari ed essere piuttosto irascibili.

La storia del Chihuahua

La storia del Chihuahua è incerta. Il cane prende il nome dallo stato messicano di Chihuahua, dove è stato scoperto intorno al 1850. Alcuni esperti pensano che siano stati gli Aztechi o gli Inca a sviluppare il cane; altri sostengono che la razza possa essere ricondotta ai cani spagnoli già nel 1500. Anche l'uso del Chihuahua in passato è incerto. Alcuni pensano che i Chihuahua fossero usati come cibo dagli indiani dell'America centrale, mentre altri pensano che i cani avessero un grande significato religioso.

Si pensa che i primi Chihuahua siano arrivati negli Stati Uniti all'inizio del XIX secolo. L'introduzione del Chihuahua al pubblico è avvenuta in modi insoliti. La cantante d'opera Adelina Patti pubblicizzò la razza nel 1890, quando le fu regalato un Chihuahua nascosto in un bouquet offerto dal Presidente del Messico. Negli anni '40, il direttore di banda Xavier Cugat era noto per dirigere con un Chihuahua sotto il braccio.

Da ricordare

Nonostante la esigua mole, il Chihuahua necessità di moto e attività fisica. Non si tratta assolutamente, infatti, di un cane sedentario. I suoi dentini vanno tenuti sotto controllo, e il peso va mantenuto nello standard, per non fare di questo delizioso compagno un animale grasso e sedentario, completamente al di fuori di ciò che prescrive la razza.

Ti potrebbero interessare