Perché i cani fanno pipì quando sono eccitati o spaventati

di Fabiana Valentini 1422 visite

Vi è mai capitato di essere accolti dal vostro cane iperattivo quando arrivate a casa e di notare una pozza di pipì vicino alle vostre scarpe? O forse il vostro nuovo cucciolo si è messo sulla schiena per salutare il vostro amico e poi ha fatto un po' di pipì sul suo pelo e sul vostro tappeto pulito.

Potrebbe trattarsi di pipì di eccitazione o di pipì di sottomissione. Entrambi sono comuni nei cani, ma ciò che li distingue è lo stato d'animo del cane e i suoi fattori emotivi.

Alcuni cani fanno la pipì perché sono eccitati e remissivi allo stesso tempo. Ad esempio, un cane che fa pipì con eccitazione quando il proprio padrone torna a casa può anche urinare in modo sottomesso se viene rimproverato severamente o corretto eccessivamente per la pipì iniziale di eccitazione.

Come si fa a sapere con chi si ha a che fare?

Ecco quello che dovete sapere sul perché i cani fanno la pipì quando vorreste che non la facessero.

Perché il mio cane fa pipì quando è eccitato?

La pipì da eccitazione è più frequente nei cani giovani, felici e iperattivi che potrebbero non avere il pieno controllo della vescica. Spesso i cani superano questa forma di pipì quando maturano e si calmano emotivamente.

Può peggiorare se il cane viene svegliato o spaventato all'improvviso e poi si anima molto (ad esempio quando tornate a casa mentre sta facendo un pisolino).

Segni di pipì eccitata nei cani

I cani che fanno pipì quando sono eccitati non necessariamente si accovacciano o sollevano la zampa come al solito. Spesso fanno la pipì mentre camminano, stanno in piedi o addirittura saltano su e giù. Si può capire che il cane è eccitato se tiene la coda più alta del normale, se scodinzola tutto il corpo e la coda da una parte all'altra, se tiene la testa alta o se mugola e/o abbaia.

Come impedire al cane di fare pipì quando è eccitato

Ci sono tre chiavi principali per controllare la pipì da eccitazione:

  • Aiutare il cane a rilassarsi
  • Passeggiate frequenti
  • Trattare l'eccitabilità

Passeggiate frequenti

Le passeggiate frequenti incoraggiano il cane a fare la pipì all'aria aperta piuttosto che nel salotto di casa. Se hanno la vescica vuota, hanno meno urina da rilasciare quando sono troppo eccitati.

A partire dall'età di quattro mesi, un cane è in grado di trattenere la vescica un'ora per ogni mese di età, più uno. Quindi, un cucciolo di 6 mesi dovrebbe essere in grado di trattenere la vescica fino a 7 ore (6 mesi + 1 = 7 ore). Ma alcuni cani potrebbero aver bisogno di uscire più spesso di così, e questo va benissimo. È consigliabile portare fuori il cane con una frequenza maggiore per ridurre l'eccitazione della pipì.

Insegnare al cane a rilassarsi

La seconda chiave è insegnare al cane a rilassarsi. Non tutti i cani hanno l'istinto o il desiderio di rilassarsi da soli e potrebbero aver bisogno dell'aiuto dei loro umani. Per i cani che hanno difficoltà a rilassarsi, è possibile insegnare loro a farlo con brevi sessioni di addestramento quotidiane.

Un buon programma è il Protocollo per il rilassamento della dottoressa Karen Overall. Si tratta di un programma di addestramento con rinforzo positivo della durata di 15 giorni che addestra i cani a rilassarsi tranquillamente mentre sperimentano diverse attività e rumori.

Anche far eseguire al cane un comportamento direttamente incompatibile con quello di eccitazione può essere utile. Un esempio potrebbe essere quello di far sdraiare il cane con la testa/il collo allungati. Questo aiuta a far uscire il cane dall'eccitazione e a fargli assumere una mentalità più rilassata e orientata al compito.

Non interagire con il cane quando è eccitato

Il terzo punto chiave è quello di non interagire con il cane durante le situazioni che scatenano la pipì eccitata. Innanzitutto, assicuratevi che il cane sia in grado di trattenere la vescica e che sia stato completamente addestrato in casa.

Quando il cane è troppo stimolato, basta stare in piedi in silenzio, allontanandosi dal cane, e aspettare che si calmi. Salutatelo quando si sarà calmato. Se il cane inizia ad agitarsi, allontanatevi di nuovo e lasciate che si calmi.

Il trattamento dell'eccitabilità è fondamentale per curare la pipì eccitante. Anche ridurre il livello di energia del cane con un esercizio quotidiano costante e una stimolazione mentale quotidiana può aiutare a diminuire la pipì da eccitazione. Un cane stanco non avrà abbastanza energia per eccitarsi a tal punto da fare pipì sul pavimento.

Attività come giocare a palla, fare allenamenti di agilità, saltare ostacoli o correre con voi sono ottimi modi per scaricare un po' di energia eccitante.

Sebbene sia comprensibile che possiate arrabbiarvi o sentirvi frustrati per la frequente pipì eccitata, NON usate punizioni per cercare di risolvere il problema della pipì eccitata. In passato si diceva ai genitori di animali domestici che era una buona idea strofinare il muso del cane sulla pipì o sulla cacca per insegnargli che fare pipì o cacca all'interno è un comportamento sbagliato. Si tratta di un metodo di addestramento obsoleto e scorretto.

Qualsiasi punizione non farà altro che peggiorare la situazione, aggiungendo una componente di sottomissione o paura alla pipì inappropriata del cane. Potrebbe persino danneggiare il legame con il cane. Una soluzione migliore è quella di utilizzare il rinforzo positivo, non solo per correggere la situazione, ma anche per rafforzare il legame con il cane.

Urinazione sottomessa nei cani

Mentre la maggior parte dei cani supera la pipì emotiva, la pipì sottomessa può essere riscontrata in cani di tutte le età. È più comune tra le femmine giovani, i cuccioli, i cani che sono stati ripetutamente (e spesso duramente) corretti e i cani che sono stati tenuti in una situazione di dipendenza (in un rifugio o in un canile).

Questo tipo di pipì si verifica spesso quando un evento induce il cane a dare un segnale di sottomissione mentre urina una piccola quantità. I segnali di sottomissione possono variare notevolmente a seconda del cane e della sua personalità.

Segnali di urinazione sottomessa nei cani

Alcuni segnali di sottomissione comuni sono: sedersi, abbassare la testa o spostarla di lato, esporre l'inguine o strisciare completamente. Questo è il caso in cui un cane fa pipì (ed eventualmente sbava) mentre è sdraiato sulla schiena, con la coda infilata e le zampe anteriori strette nel corpo.

Una situazione tipica in cui si verifica la pipì sottomessa è quando un cane viene avvicinato da un estraneo, si sdraia e fa una piccola quantità di pipì. Un'altra situazione classica è quando qualcuno muove il braccio verso il cane, il quale abbassa lo sguardo, indietreggia e fa una piccola quantità di pipì.

Naturalmente, nessuno vuole che il suo migliore amico a quattro zampe si rannicchi da lui. È importante notare che questa è una dimostrazione di sottomissione a una persona o a una situazione che il cane considera dominante. Non è necessariamente un segno che il cane è stato picchiato o maltrattato.

Come fermare la pipì sottomessa nei cani

È necessario modificare il proprio comportamento e addestrare il cane a diventare desensibilizzato ai fattori scatenanti.

Cambiare il modo di approcciarsi al cane

Per i genitori di animali domestici e per gli altri esseri umani, questo significa non chinarsi sul cane, non stabilire un contatto visivo diretto, non allungare le mani verso il cane (soprattutto sopra la sua testa), non abbracciarlo e non avvicinarsi a lui frontalmente.

Invece, sedetevi a terra per sembrare più piccoli. Guardate di lato o ai fianchi del cane per evitare il contatto visivo diretto e lasciate che sia lui ad avvicinarsi a voi. Attirateli con dei bocconcini e, se si avvicinano, accarezzateli delicatamente sotto il mento, non sulla testa.

Desensibilizzare il cane a certi stimoli

Il passo successivo consiste nel desensibilizzare il cane ai movimenti che scatenano la pipì sottomessa. Per prima cosa, dovrete identificare le situazioni che scatenano il vostro cane. Quindi, in queste situazioni, iniziate a fare movimenti più piccoli e a premiare il cane per non aver fatto pipì.

Ad esempio, se il cane fa la pipì quando si prende il collare, iniziare a spostare la mano a pochi centimetri dal corpo e premiarlo per non aver reagito. Una volta che il cane accetta con calma i piccoli movimenti, passate gradualmente a quelli più grandi.

Continuate a premiare il cane quando non reagisce o fa pipì in risposta ai movimenti. Con il tempo, si può arrivare a toccare e maneggiare il collare del cane senza che la pipì finisca sul pavimento.

Un altro metodo per scoraggiare la pipì sottomessa è quello di far indossare al cane un pannolino canino mentre si lavora sulla desensibilizzazione. Il pannolino renderà più difficile l'accovacciamento sottomesso.

Non utilizzate rinforzi negativi come sculacciate, urla o sfregamenti, perché peggiorerebbero la pipì sottomessa. Se l'addestramento non riesce a correggere la pipì sottomessa e il cane è sottomesso in tutti i contesti sociali, parlate con il veterinario dell'uso di un leggero ansiolitico.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

Hovawart: guida alla razza

Si potrebbe dire con ragione che L'Hovawart rinasce intorno alla prima metà del XX° secolo; rinasce perché l'antica...

di Fabiana Valentini -

Il mio cane può nuotare?

Scoprite il modo più sicuro per introdurre il vostro animale domestico alle gioie del nuoto.

di Fabiana Valentini -

Basset Hound: guida alla razza

Il Basset Hound, uno dei volti più familiari della cinofilia. Ma anche se lo conosciamo come un buffo e apparentemente...

di Fabiana Valentini -