Adottare un cane da un rifugio

di Fabiana Valentini 9882 visite

Se decidete di avere il tempo, lo spazio e le risorse finanziarie per accogliere un cane, è il momento giusto per aggiungere un membro peloso alla vostra famiglia. Se avete deciso di accogliere in casa vostra un cane da rifugio, le decisioni da prendere sono ancora più numerose.

Considerazioni sull'età

Volete un cucciolo, un cane adulto o un cane anziano?

Se volete un cucciolo, decidete onestamente se avete il tempo e la pazienza per addestrarlo all'obbedienza, alla toilette e per sorvegliarlo. Se volete un cane adulto o anziano, ricordate che potreste averlo per un periodo più breve. Siete in grado di gestire una relazione breve?

Altre caratteristiche da considerare

Dopo aver stabilito l'età, è necessario determinare anche la taglia, il sesso e il tipo di pelo (da tenere in considerazione per le persone allergiche) e se si desidera un cane di razza mista o pura. Una volta prese queste decisioni, inizia la ricerca. Anche se è possibile trovare cani di razza pura nei rifugi, la maggior parte delle volte si trovano razze miste. Armati del vostro elenco di requisiti, visitate il vostro rifugio locale.

Altre domande da porsi

Dovrete valutare la pulizia del rifugio e la genuina attenzione e conoscenza dei cani da parte del personale. Le domande che dovete porvi prima di prendere il cane sono:

  • Perché volete un cane?
  • Cosa vi aspettate che il cane aggiunga alla vostra vita?
  • Quali sono le vostre esperienze passate con i cani?
  • Ci sono altri cani o gatti in casa?
  • Qualcuno in casa è allergico ai cani?

Scegliere il cane giusto

Mentre vi aggirate per i recinti, osservate la postura e l'atteggiamento di ogni cane. È ingobbito nella parte posteriore del corridoio o salta furiosamente verso di voi? È molto probabile che vogliate evitare i cani che mostrano un'emotività estrema. Quando individuate un cane equilibrato che sembra soddisfare tutti i vostri requisiti, chiedete di passare un po' di tempo in una stanza da solo con lui. Osservate come il cane si relaziona con voi e se avete un legame con lui.

Accertatevi che sia stato sottoposto a un controllo sanitario, che sia aggiornato sulle vaccinazioni, che sia stato sterilizzato o castrato e che il suo comportamento sia stato valutato da un professionista. Chiedete informazioni sulla razza del cane. La familiarità con i caratteri delle diverse razze aiuterà a restringere la scelta.

Potreste volere più tempo per pensare a un cane in particolare, o forse non riuscite a stabilire un legame con nessuno dei cani. Non abbiate paura di andarvene e tornare un altro giorno.

Errori più grandi che le persone fanno quando adottano un cane da ricovero

Ignorare gli avvertimenti

Gli animali salvati hanno spesso delle difficoltà che vi verranno segnalate prima di adottarli. Alcuni cani potrebbero non essere adatti ai bambini o agli altri animali. Alcuni non si comportano bene se lasciati soli per lunghi periodi di tempo. E alcuni possono avere condizioni mediche che richiedono un'attenzione regolare.

Sfortunatamente, due adozioni su cinque sono ancora causa di chiamate di preoccupazione al centro di soccorso perché i nuovi proprietari ignorano gli avvertimenti iniziali. La conclusione è che: Ascoltate i membri dello staff che hanno lavorato con questo cane e riconoscete che i problemi non spariranno da un giorno all'altro. Se decidete di andare avanti comunque, assicuratevi di essere disposti a lavorare.

Non considerare la logistica

Se siete in affitto, potete avere un animale domestico?. Spesso le persone non tengono conto di questa domanda e di altre: Se il contratto d'affitto consente l'accesso agli animali domestici, ci sono restrizioni di peso o di razza? E il vostro stile di vita? Viaggiate molto? Il lavoro vi tiene lontani da casa per molte ore? Riuscirete a trovare il tempo per portare a spasso il cane e dargli le attenzioni di cui ha bisogno? Ricordate: Un cane è un impegno a lungo termine e dovete assicurarvi che si adatti a tutti gli aspetti della vostra vita prima di prendere una decisione.

Sottovalutare i costi a lungo termine

Molti si rendono conto solo in seguito dei costi di gestione e delle cure di cui il cane potrebbe avere bisogno. Per evitare questo potenziale problema, è necessario esaminare onestamente il proprio budget e le spese che potrebbero emergere durante il percorso. Questo va ben oltre il costo iniziale dell'adozione. Avrete anche bisogno di una fornitura a vita di cibo per cani (che può includere marche costose se il vostro cane ha esigenze dietetiche particolari), addestramento, vaccinazioni, pensione quando viaggiate, forniture come una cassa e una cuccia, e l'elenco potrebbe continuare... Siete pronti ad affrontare queste spese?

Non fare abbastanza domande

È probabile che stiate cercando di impressionare il rifugio o l'organizzazione di soccorso da cui state cercando di adottare. Di conseguenza, potreste assecondare tutto ciò che vi dicono e sperare che vi ritengano abbastanza degni di portare a casa il nuovo cucciolo. Mentre i rifugi di solito hanno molte domande per voi, aanche voi dovreste pensare e scrivere tutte le domande che vi aiuteranno a capire il vostro potenziale cane. Non esistono domande stupide e il rifugio apprezzerà il fatto che state prendendo sul serio questa decisione.

Non pensare ai futuri figli

Non tutti i cani da soccorso sono adatti ai bambini. Alcuni cani sono facilmente eccitabili o possono mostrare segni di stress negli ambienti rumorosi e caotici che spesso i bambini creano. Inoltre, i cani più anziani che non sono stati socializzati con i bambini potrebbero non essere altrettanto pazienti con loro. Se il cane che state cercando di adottare può essere perfetto per la vostra casa e la vostra famiglia oggi, lo sarà sempre? Le giovani coppie dovrebbero sempre considerare la possibilità di avere figli in futuro prima di prendere un cane. Se la genitorialità potrebbe essere nel vostro futuro, date un'occhiata alle migliori razze di cani per famiglie con bambini.

Dare per scontato che tutti i cani vadano d'accordo

Non è così! I cani sono creature territoriali. Le persone devono praticare introduzioni e integrazioni responsabili.

Quindi, se il rifugio dice che il cane che state cercando non va bene con altri animali, prendete in considerazione un altro cane se avete già degli animali in casa. E a prescindere dal cane che sceglierete, prevedete introduzioni lente e sicure. Ciò potrebbe includere l'incontro dei cani in un luogo neutro (al guinzaglio nel parco, per esempio) e la loro permanenza in aree separate della casa per la prima settimana o due.

Dimenticare che un cucciolo non rimarrà tale per sempre

Lo capiamo: i cuccioli sono adorabili. Ma proprio come i bambini, i cuccioli crescono. E i cuccioli adottati dai rifugi spesso hanno un background genetico sconosciuto, il che significa che nessuno sa davvero quanto diventeranno grandi. Anche con un background di razza noto, i cuccioli spesso sorprendono i loro proprietari superando le aspettative di taglia.

E a prescindere dalla taglia che raggiungono, tutti invecchiano. È la cosa peggiore. Alcuni adottano un cucciolo e poi, quando il cucciolo diventa anziano, lo ributtano nel rifugio e tornano indietro per adottare un altro cucciolo. Prima di portare a casa un cucciolo, chiedetevi se siete disposti a impegnarvi per 12-17 anni con il cane adulto che diventerà!

Scambiare il dolore di un cane per problemi comportamentali a lungo termine

Quando si salva un cane dal rifugio, non si può mai sapere come sia stato il suo passato. Ma il fatto che un cane sembri triste o timido non significa necessariamente che sia una bandiera rossa in termini di comportamento. Il cane potrebbe essere in lutto per la perdita del precedente proprietario e potrebbe essere triste. I cani soffrono anche per l'assenza di altri animali a cui erano legati. Questo può manifestarsi con inappetenza, mancanza di energia, disinteresse per l'ambiente circostante o problemi di educazione domestica. I cani in lutto hanno bisogno di un ambiente sicuro e affettuoso e di tempo per adattarsi.

Non rendersi conto che c'è un sacco di lavoro da fare

Anche se avete fatto tutto bene prima di firmare i documenti di adozione, dovrete comunque affrontare una serie di problemi a casa. I nuovi cani richiedono un'educazione, una socializzazione e un addestramento continui, un fatto che spesso è particolarmente vero per gli animali salvati. Un errore che spesso commettono i nuovi proprietari di animali da rifugio? Non affrontare fin dall'inizio i comportamenti indesiderati, come la possessività nei confronti del cibo o dei giocattoli. Molti cuccioli in un rifugio o in un ambiente di salvataggio sviluppano problemi di c9omportamenti aggressivi perché è l'unica cosa su cui hanno il controllo. Se non li si fa socializzare ripetutamente o non li si addestra a comportamenti più positivi, il problema continuerà ad aggravarsi.

Cercare di fare tutto da soli

Voi e il vostro nuovo cane dovete essere istruiti per avere success. Rivolgetevi a un addestratore e a un comportamentista che si occupi dell'educazione e dell'eliminazione delle paure prima possibil". Questo è particolarmente importante se avete già altri animali in casa, ma è una buona idea per tutte le adozioni di cani. A meno che non abbiate anni di esperienza nell'allevamento e nell'addestramento dei cani, sia voi che il vostro cane trarrete probabilmente beneficio dall'addestramento.

Aspettarsi un adattamento facile

È importante riconoscere che tutti i cani hanno personalità diverse, proprio come noi. Hanno tutti gusti, antipatie, esigenze e paure diverse che dovrete imparare a conoscere col tempo. Ogni cane che un umano sceglie di portare a casa ha bisogno di sentirsi a casa, ma non possiamo aspettarci che questo accada in tre secondi. Dobbiamo concentrarci su introduzioni lente, essere pazienti, imparare a leggere il linguaggio del corpo, sviluppare la fiducia e accettare il fatto che si tratta di un grande cambiamento su cui il cane non ha avuto voce in capitolo. Ma se siete pazienti e vi prendete il tempo necessario per cercare di capire il vostro nuovo cucciolo e superare le sfide, ne raccoglierete i frutti per gli anni a venire.

I sorprendenti vantaggi dell'adozione di un cane da ricovero

Quel cane vi amerà davvero

Ok, ok, tutti i tipi di cani amano le loro persone. Non è un'esclusiva dei cani da ricovero. Ma è facile proiettare un sentimento extra-speciale di gratitudine e gioia su un cane grato e felice che aveva davvero bisogno di voi. Penso che se si adotta un cane che ha avuto una vita non perfetta, sono loro ad apprezzare di più quando gli si offre una vita meravigliosa con le attenzioni, il cibo, l'amore e l'addestramento che desiderano.

Si può saltare la fase del cucciolo

Molti cani nei rifugi sono adulti che hanno già vissuto con altre famiglie, spesso con successo. La direttrice esecutiva della Nashville Humane Association, Laura Chavarria, afferma che circa la metà degli animali consegnati al suo rifugio proviene da famiglie che non riescono a trovare un alloggio adatto agli animali, mentre altri vengono portati qui a causa delle condizioni mediche o dei cambiamenti di vita dei proprietari. "La maggior parte dei cani che arrivano nella nostra struttura lo fanno a causa di problemi nella vita dei loro umani", dice. "Questi problemi sono fuori dal controllo del cane". Poiché hanno superato lo stadio di cucciolo, i cani adulti hanno meno probabilità di masticare le scarpe e di scavare il giardino. Ponetevi queste 15 domande prima di adottare un cane da ricovero.

Molti cani da rifugio sono già addestrati in casa

Molti cani adulti sono già stati addestrati al vasino, quindi sanno già che non devono fare i loro bisogni in casa. Detto questo, qualsiasi cane che si trovi in una nuova situazione abitativa potrebbe essere soggetto a incidenti mentre si orienta, ma almeno i cani adulti sono fisicamente in grado di fare i bisogni per alcune ore; la Humane Society afferma che i cuccioli in genere possono aspettare solo un'ora per ogni mese di età, quindi un cucciolo di sei mesi avrà sicuramente bisogno di uscire di notte. Queste sono abitudini che i veterinari vorrebbero che abbandonaste.

Potete adottare un cane anziano

All'altro estremo dello spettro, se cercate un compagno che non abbia bisogno di sessioni intensive di esercizio, potreste prendere in considerazione l'adozione di un cane anziano. Molti rifugi lavorano duramente per esaminare più a fondo le condizioni di invecchiamento degli animali anziani, forniscono cure più approfondite per prepararli all'adozione e sono orgogliosi di trovare loro una casa", afferma la Berliner, aggiungendo che questi cani spesso "forniscono una fantastica compagnia a nuclei familiari più tranquilli, a persone sole e a famiglie.

Gli operatori dei rifugi possono dirvi molto sui cani

Non affidatevi solo al vostro istinto quando incontrate i cani: gli operatori e i volontari dei rifugi e delle organizzazioni di soccorso avranno molte informazioni da condividere sulla loro personalità, sulla loro salute e sui loro comportamenti. Molti rifugi si impegnano a fare domande sulle aspettative degli adottanti e sul loro stile di vita e cercano di abbinare agli adottanti i cani che sembrano andare bene nelle loro case. Avranno anche informazioni sulle situazioni passate dei cani e se hanno già vissuto in casa (con precedenti proprietari o in affidamento). Il personale potrebbe anche avere un'idea di come vanno d'accordo con i bambini e i gatti e se diventano ansiosi quando vengono lasciati soli o abbaiano quando sono stressati. Non esitate a fare molte domande.

I cani dei rifugi hanno fatto i vaccini

I rifugi per animali vaccinano i cani che arrivano per proteggerli dalle malattie che possono circolare nella struttura. Una volta portati a casa, dovrete continuare a fare i vaccini (la maggior parte dei cani ha bisogno di richiami ogni anno), ma un cane adottato da un rifugio dovrebbe essere subito pronto a mescolarsi con gli altri cuccioli del quartiere.

Domande frequenti

Qual è il momento migliore per adottare un cane?

In generale, l'età migliore per adottare un cucciolo è dalle otto alle dieci settimane. In questo modo il cucciolo avrà tutto il tempo di superare le fasi di sviluppo che si verificano quando il cucciolo è ancora con la madre.

Quanto tempo occorre a un cane per adattarsi a un nuovo proprietario?

Ci sono alcune cose che possiamo fare per aiutarli ad ambientarsi e a sentirsi al sicuro nei primi giorni. Tenete presente, però, che in genere ci vogliono circa tre settimane perché un cane o un cucciolo inizi a sentirsi "a casa" e a mostrare la sua vera natura.

È normale provare rammarico dopo aver adottato un cane?

È normale, soprattutto per chi è alle prime armi, sentirsi un po' sopraffatti. Se state mettendo in dubbio la vostra decisione o vi state chiedendo come affrontare i sentimenti di ansia, rimpianto o colpa, sappiate che questi sentimenti sono abbastanza comuni e quasi sempre passano con un po' di tempo.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Commenti

Hai dubbi o domande? Vuoi condividerela tua opinione? Scrivici!

Ho letto la Privacy Policy e accetto l’invio di informazioni commerciali tramite email.

Ti potrebbero interessare

I cani hanno il concetto di tempo?

Come fa il nostro a cane a capire quando è ora di mangiare? E quando è il momento della passeggiata? I cani sanno che...

di Fabiana Valentini -