Quanto dura la convalescenza dopo la sterilizzazione del cane?

di Fabiana Valentini 6750 visite

Dopo l'intervento è bene che il cane eviti di correre o saltare per almeno 7 giorni. La cagnolina deve essere lasciata il più possibile tranquilla. Sarà il veterinario a decidere quale cura farmacologica è necessaria e a controllare e monitorare lo stato della ferita.

Che cos'è la sterilizzazione?

La sterilizzazione o ovarioisterectomia, è un intervento chirurgico di rimozione degli organi riproduttivi femminili (le due ovaie, le corna uterine e il corpo dell'utero) nel cane.

Vantaggi della sterilizzazione

Il primo vantaggio, ovvio, nel sottoporre il vostro animale domestico alla sterilizzazione, eliminerete il rischio di cuccioli indesiderati. La sterilizzazione è importante soprattutto se il cane vive all'aperto e possono incontrare altri cani, poiché possono iniziare a rimanere incinte precocemente e presentano il rischio di gravidanza più elevato.

Un secondo vantaggio è quello di ridurre il rischio che la vostra cagnolina possa contrarre una malattia che colpisce il sistema riproduttivo femminile. Ad esempio, la procedura di sterilizzazione elimina la possibilità di una grave infezione dell'utero (piometra) ed è dimostrato che le cagnoline sterilizzate in giovane età hanno un rischio minore di sviluppare il cancro al seno.

La procedura di sterilizzazione

Vediamo ora, in modo sintetuico, in cosa consiste la procedura di sterilizzazione: prima di procedere, il veterinario eseguirà tutti i test per assicurarsi che l'animale sia abbastanza sano da sottoporsi all'operazione in tutta sicurezza. Tutte le operazioni di sterilizzazione vengono eseguite in anestesia generale.

A seguito dell'anestesia, il veterinario, provvederà a rasare l'animale e a disinfettare accuratamente la cute. Quindi provvederà ad incidere e a rimuovere gli organi, sia per via laparoscopica (con laser chirurgico) che con un bisturi tradizionale. Ovviamente entrambe le procedure sono valide e sicure.

Quindi si provvederà a sututare e richiudere la pelle del cane con colla cutanea, punti di sutura o graffette chirurgiche. I punti e le graffette saranno rimossi in seguito circa 10-14 giorni dopo l'intervento.

Quanto tempo richiede la sterilizzazione?

Per quanto riguarda la durata dell'intervento si va dai 20 ai 90 minuti, a seconda delle dimensioni dell'animale e di eventuali condizioni mediche particolari. Negli animali più anziani o nei cani di razza grande, la procedura può richiedere più tempo e può richiedere l'intervento di due chirurghi.

A seguito dell'intervento, anche se tutto è andato secondo i piani, l'animale trascorrerà alcune ore in clinica, per il tempo necessario al check-in, alla valutazione fisica iniziale, all'intervento stesso e al recupero dall'anestesia.

Recupero dopo l'intervento di sterilizzazione

In genere la maggior parte dei pazienti inizierà a sentirsi meglio in 24-48 ore, ma il recupero completo richiede dai 10 ai 14 giorni. Durante questo periodo è necessario mantenere l'animale calmo ed evitare che salti, in quanto ciò potrebbe causare la riapertura dell'incisione. L'incisione deve essere controllata quotidianamente per individuare eventuali segni di infezione.

DOvremo fare attenzione alla eventuale comparsa di arrossamenti, perdite, gonfiori o cattivo odore, in questi casi sarà opportuno contattare il veterinario.

È inoltre necessario monitorare il comportamento dell'animale. Se, passate 48 ore, il cane appare ancora letargico o non mangia o beve, potrebbe essere un segno di infezione. Anche in questo caso è bene contattare il veterinario.

Cosa sapere sulla fase post operatoria nella sterilizzazione del cane

Come proteggere ferita Sterilizzazione cane?

Disinfezione della ferita Sotto consiglio del veterinario che ha eseguito la chirurgia si possono applicare sulla ferita disinfettanti a base di clorexidina per mantenere la ferita pulita, questi prodotto si trovano sotto forma di spray, spuma o gel e riducono il rischio d'infezione della ferita.

Cosa cambia per i cani dopo la sterilizzazione?

Normalmente la convalescenza post operatoria è dolorosa per l'animale e richiede l'utilizzo di farmaci antibiotici e antidolorifici, oltre ai mezzi di contenimento (tutine, bendaggi, ecc…) e altri strumenti, come il collare elisabettiano, per evitare che il cane si morda, lecchi, gratti i punti.

Quando togliere il collare elisabettiano dopo sterilizzazione?

Dopo l'operazione, il paziente è posto nella gabbia ospedaliera, dove controlliamo il risveglio, le funzioni vitali, e applichiamo successivi antidolorifici se e necessario. Quando si sveglia, può andare a casa – di solito entro 2-3 ore. Il collare di protezione (elisabettiano) non e necessario.

Quando lavare il cane dopo la sterilizzazione?

Non fare il bagno al cane per almeno 10 giorni dopo l'intervento.

Come evitare che il cane si tolga i punti?

Il collare elisabettiano? Solo in alcuni casi specifici. Si chiama “collare elisabettiano” o anche “collare Elisabetta” ed è uno dei metodi utilizzati per evitare che il cane si lecchi le ferite. Attualmente è la contromisura più utilizzata in assoluto e fino a poco tempo fa era anche l'unica.

Cosa bisogna fare dopo l'anestesia del cane?

Il cane che recupera dopo un'anestesia o sedazione ha bisogno di qualche coccola in più. Per lui non è certo stata una passeggiata e probabilmente l'assenza da casa lo ha anche stressato: un giaciglio caldo al ritorno a casa è sicuramente la prima cosa a cui pensare per farlo stare bene.

Quanto dura la sedazione di un cane?

La prima cosa che il proprietario deve capire è che un'anestesia in media dura ventiquattro ore. Ciò non significa che Fido dormirà per ventiquattro ore, ma che tra iniezione, operazione, risveglio e smaltimento passa una giornata intera.

Quanto costa sterilizzare un cane femmina 2023?

La sterilizzazione può costare da 150 ai 300 euro (a cui vanno aggiunti i costi delle analisi di circa 40-70 euro).

Cosa comporta sterilizzare un cane maschio?

La castrazione cane maschio, o orchiectomia è una pratica chirurgica che consiste di fatto nell'asportazione dei testicoli. È un intervento definitivo e poco invasivo che prevede, dopo l'incisione della cute della borsa scrotale e la recisione dei funicoli spermatici, la rimozione dei testicoli.

Quando sterilizzare cane femmina prima o dopo primo calore?

Molti studi concordano che il periodo migliore per la sterilizzazione sia dopo il primo calore. In particolare, è bene aspettare che trascorrano due mesi circa dal termine delle perdite vulvari per programmare l'intervento, in modo da diminuire le complicanze legate alla stimolazione ormonale.

Come cambia il carattere del cane maschio dopo la sterilizzazione?

La sterilizzazione non cambierà la personalità del cane, ma ne modificherà i comportamenti legati agli ormoni sessuali. Molti proprietari notano inoltre che, dopo la sterilizzazione, i loro cani tendono ad essere più tranquilli.

Come cambia il carattere del cane castrato?

Ciò che non cambia è di certo il suo carattere. In realtà, il comportamento dei soggetti sterilizzati diviene maggiormente stabile e meno volubile, in quanto non più influenzato dalle variazioni ormonali. Infine il cane non perde neanche la dignità perché vengono meno i testicoli…

Cosa succede dopo la castrazione del cane?

Dopo la castrazione il cane continua ad essere fertile per circa dieci giorni. In questo lasso di tempo è bene tenerlo lontano dalle femmine perché potrebbe ancora avere l'istinto di inseguirle e non è bene che si agiti nella fase della convalescenza dopo l'operazione.

Quanti Calori prima della sterilizzazione?

In pratica se si sterilizza il cane prima del primo calore la probabilità che sviluppi tumori mammari e dello 0,5%, se fatta tra il primo e il secondo calore del 8%, se fatta dopo il secondo calore del 25%.

Altre domande correlate

Come comportarsi con un cane appena operato?

Per aiutare il cane a recuperare la sua condizione dopo l'operazione è bene seguire alcune semplici regole:

  • CREARE UNA CASA ACCOGLIENTE E TRANQUILLA
  • SOMMINISTRARE IL CIBO IN MANIERA GRADUALE
  • NON FORZATELO A CAMMINARE
  • CONTROLLARE CHE NON SI LECCHI LA FERITA

Come coprire le ferite del cane?

Coprire la ferita con della garza sterile e del nastro adesivo, evitando di esercitare troppa pressione. Anche in questo caso il cane non deve avvicinarvisi: qualora svolgesse la fasciatura dovremo ripetere tutti i passaggi facendo una nuova medicazione. Portare il cane dal veterinario.

Come proteggere ferita cane?

Il modo migliore è quello di applicare un bendaggio semi compressivo che mantenga al riparo la ferita e al tempo stesso eviti di compromettere la circolazione. I bendaggi protettivi applicati sui cani dovranno essere sempre costituiti da più strati di garza.

Quando togliere collare elisabettiano cane?

Per i cani, consiglio di togliere il collare solo in passeggiata – ovviamente al guinzaglio – perché quello è un momento in cui il cane deve essere il più libero possibile di annusare, guardare e, in generale, interagire con il mondo che lo circonda.

Quanto tempo bisogna tenere il collare elisabettiano gatto?

Ad accentuare il problema, è possibile che alcuni animali debbano indossare il collare per parecchio tempo. In una casistica di 13 gatti con cheratite ulcerativa profonda gestita clinicamente, la durata media d'uso del collare elisabettiano è stata di 28 giorni, con un intervallo di 13-73 giorni 3.

Cosa mettere al posto del collare elisabettiano?

Interessanti alternative al collare elisabettiano Camicia. Utile in caso di ferite minori nelle estremità anteriori. ... Calzini. ... Collari “comodi” ... Collari gonfiabili e cervicali.

Quando può mangiare il cane dopo l'anestesia?

Cani e gatti possono mangiare solo a partire dal giorno seguente l'operazione.

Come posso evitare che il cane si lecchi le ferite alle zampe?

Se è necessario, mettete dei calzini al vostro cane per impedire che si lecchi. Delle calze di cotone bianche, come quelle dei bambini sono la soluzione migliore. Questa cosa contribuirà a tenere sotto controllo il prurito.

Quanti giorni bisogna portare il collare elisabettiano dopo un intervento?

Dopo l'operazione, il paziente è posto nella gabbia ospedaliera, dove controlliamo il risveglio, le funzioni vitali, e applichiamo,se serve, antidolorifici. Il cane,una volta sveglio, può andare a casa – di solito entro 3-4 ore. Deve indossare il collare di protezione (elisabettiano) per una settimana.

Cosa succede se un cane si lecca i punti?

Se il cane dopo l'intervento si dà una o due leccate, ovviamente non succede nulla. Il fatto è che la maggior parte dei cani non si accontenta di una o due leccatine, ma va avanti a massacrarsi la ferita fino ad arrivare a togliersi i punti.

Come far mangiare il cane dopo operazione?

Come alimentare un cane dopo un intervento chirurgico Alimenti liquidi, alimenti umidi e crocchette reidratate possono essere delle opzioni, a patto che le consistenze e le dimensioni a seconda dei casi siano proporzionate al diametro del sondino per non ostruirlo.

Qual è la differenza tra anestesia e sedazione?

Per questo motivo la sedazione profonda può essere effettuata solo dal medico anestesista. Anestesia generale, al contrario degli altri tipi di sedazione, in questo caso è previsto uno stato di totale incoscienza del paziente, che non può essere risvegliato nemmeno in seguito a stimolazioni dolorose.

Cosa può provocare l'anestesia totale?

Comprendono: nausea e vomito, generalmente si manifestano immediatamente dopo l'intervento e possono durare fino al giorno dopo. brividi e freddo, di durata variabile da pochi minuti a qualche ora. stato confusionale e perdita di memoria, più comuni nelle persone anziane e in quelle con problemi di memoria preesistenti

Cosa significa sedare un cane?

La sedazione è uno stato di rilassamento, calma o tranquillità indotto dalla somministrazione di un farmaco. Quando un cane è sedato, inizia a diventare docile e può essere gestito più facilmente, rendendolo meno stressato durante alcune procedure, come la toelettatura o una visita veterinaria.

Quanto costa anestesia cane?

Tariffario di alcune prestazioni VISITA Applicazione medicinale i/v,i art 15,00 € ANESTESIA INALATORIO CON MONITORAGGIO fino a 1h 50,00 € 1-2h 70,00 € Altre 97 righe

Quando il cane beve tanta acqua?

Molte patologie possono portare alla disidratazione o a una sete eccessiva. Se il nostro amico ha problemi di fegato, il diabete, il morbo di Cushing, tumori o malattie renali, ma anche infezioni e febbre, potrebbe dover bere tanto. Parliamo con il nostro veterinario. Potrebbe essere il caso di intervenire.

Cosa succede se il cane lecca il Betadine?

BETADINE CANE, PUÒ ESSERE TOSSICO? Il Betadine nel cane può essere dannoso se somministrato per via orale. Anche se la sua tossicità è bassa, lo iodio viene assorbito dalla ghiandola tiroidea che lo usa per produrre ormoni tiroidei, e troppo di questo composto può risultare pericoloso.

Come fare a non far leccare il cane?

Gioca con lui facendogli riportare qualcosa, non appena comincia a leccare. Questo lo distrarrà da qualsiasi ansia stava causando il leccare ossessivo, e si farà fisicamente difficile per lui leccarti mentre ha in bocca un giocattolo. Prova a fargli fare una passeggiata ogni volta che ti lecca.

Cosa fare se il cane si lecca la ferita?

Ma se la lesione è più profonda o notate altri segnali di allarme, portate il vostro animale dal veterinario il prima possibile. In ogni caso, dato che non bisogna permettere al cane di leccarsi la ferita, si dovrà usare una fasciatura o un cerotto. E dovrete poi controllare che il cane non cerchi di toglierseli.

Qual è il miglior disinfettante per le ferite?

Disinfettanti per ferite:

  • BETADINE DISINFETTANTE SOLUZIONE CUTANEA 125 ML
  • CITROSIL DISINFETTANTE SOLUZIONE CUTANEA 200 ML
  • CITROSIL DISINFETTANTE SPRAY CUTANEO 100 ML
  • BIALCOL DISINFETTANTE CUTANEO 300 ML
  • EUCLORINA DISINFETTANTE PER USO ESTERNO MONODOSE 10 BUSTE
  • AMUKINE MED DISINFETTANTE SOLUZIONE CUTANEA 250 ML

Nota: i consigli forniti in questo post sono a scopo informativo e non costituiscono una consulenza medica sugli animali domestici. Per una diagnosi accurata delle condizioni del vostro animale, fissate un appuntamento con il vostro veterinario.

Cronologia aggiornamenti

  • 1 Maggio 2023 aggiornato i contenuti
  • 25 Febbraio 2022 pubblicato l'articolo che risponde alla domanda: Quanto dura la convalescenza dopo la sterilizzazione del cane?
Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Ti potrebbero interessare