Cosa si può usare come lettiera per conigli?

di Fabiana Valentini 2794 visite

Le principali lettiere per conigli consigliate sono:

  • Pellet di puro faggio 100% è la migliore per il coniglio.
  • Trucioli di legno di puro abete.
  • Pellet di legno 100% naturale.
  • Fibra di cocco: completamente naturale e quindi commestibile, anche se il coniglio la ingerisce;

Conigli e lettiere:tutto quello che c'è da sapere

la scelta del tipo di lettiera da utilizzare nella gabbia del coniglio è molto importante e bisogna fare attenzione nella scelta e nel mantenimento . Un tipo di lettiera sbagliato può essere causa di cattiva salute del coniglio e causare un vero e proprio rifiuto dell'animale all'uso della lettiera.

Potendo scegliere direi che il miglior tipo di lettiera è quello a base di carta non profumata. Si tratta della soluzione migliore per capacità di assorbimento e controllo degli odori inoltre ha il vantaggio di non costituire un problema per il sistema digerente del coniglio in caso di ingestione. Altre opzioni valide e sicure sono i trucioli di pioppo, i pellet di legno, la carta sminuzzata.

Un altro aspetto da valutare è la quantità di lettiera da utilizzare, la frequenza di pulizia della lettiera. Se farai attenzione a questi aspetti ti assicuriamo che il coniglio sia a proprio agio e sia più propenso a continuare a usare la lettiera.

Cosa usare per la lettiera del coniglio

Nei negozi di animali, ogni anno, puoi trovare sempre più opzioni per la lettiera. Troverai lettiere per conigli e piccoli animali, lettiere e un centinaio di tipi diversi di lettiere per gatti. Può essere difficile trovare il tipo di lettiera che è effettivamente sicuri per il vostro coniglio domestico.

I tipi di lettiera sicuri per i conigli includono:

  • Carta sminuzzata. L'opzione più economica che potete trovare è la semplice carta sminuzzata. Potete prepararla voi stessi se avete un trituratore. Sebbene sia sicura per i conigli, in genere non la consiglio perché non assorbe facilmente l'urina dei conigli.
  • La lettiera di carta commercializzata per i conigli è un'opzione sicura. Poiché la lettiera è più sottile e morbida, non è altrettanto assorbente della lettiera in pellet. Probabilmente dovrete usarne di più ogni giorno per assicurarvi che sia sufficiente ad assorbire l'urina.
  • Lettiera in pellet a base di carta. Il tipo di lettiera che preferisco, in genere è fatta di carta riciclata che viene compressa in pellet assorbenti. Queste lettiere in pellet a base di carta sono ottime per assorbire l'urina del coniglio, quindi non è necessario usarne tanta ogni giorno. La maggior parte delle marche svolge anche un discreto lavoro di controllo degli odori.
  • Lettiera in pellet con segatura compressa. Si tratta di segatura avanzata che è stata compressa in pellet assorbenti. Spesso è possibile acquistarla all'ingrosso a prezzi piuttosto bassi. È quella comunemente usata nel centro di recupero animali in cui faccio volontariato. Anche questo tipo di lettiera svolge un buon lavoro di contenimento degli odori, ma non quanto le lettiere in pellet a base di carta.
  • Trucioli di legno d'Aspen. È un tipo di lettiera in trucioli di legno sicuro per i conigli. Di solito svolge un ottimo lavoro di controllo degli odori. Tuttavia, non è la lettiera più assorbente, il che significa che dovrete usarne molta. Anche i trucioli di Aspen possono avere un odore forte, che può dissuadere alcuni conigli dall'usare la lettiera.

Quanta lettiera utilizzare nella gabbia del coniglio

Per i neofiti cominciamo con il dire che i conigli non seppelliscono la loro cacca come fanno i gatti, per questo motivo non è necessario utilizzare una quantità eccessiva di lettiera. Deve essere sufficiente ad assorbire l'urina del coniglio. Questo per prevenire che il forte odore di urina fuoriesca dalla lettiera e si evita che le zampe e il coniglio stesso si macchino di urina.

In genere è sufficiente uno strato di lettiera di circa mezzo centimetro. Resta però da valutare la dimensione del coniglio e di conseguenza la quantità di pipì del vostro coniglio, inoltre è bene considerare la capacità di assorbimento della lettiera.

Il vantaggio delle lettiere in pellet, come quelle realizzate con carta riciclata o segatura compressa, è quello di assorbire meglio l'urina, quindi non dovrai utilizzarne troppa ogni giorno. Le lettiere più morbide, come i trucioli di legno di pioppo, invece, non hanno un'elevata capacità di assorbimento e, per questo motivo, dovrai utilizzare una quantità maggiore per raccogliere e assorbire l'urina del coniglio.

Devo aggiungere il fieno nella lettiera del vostro coniglio?

Quella dell'aggiungere del fieno nella lettiera è una pratica comune. Si fa perché ai conigli piace sgranocchiare e fare i bisogni allo stesso tempo. Includendo il fieno all'interno della lettiera del coniglio, incoraggerà l'animale ad utilizzarla e ad avere un atteggiamento positivo verso la lettiera stessa

Se non vi va che il fieno e la lettiera si mischino potete utilizzare un portafieno proprio accanto alla lettiera del coniglio.

Utilizzare una rastrelliera per il fieno è una buona prassi soprattutto quando si hanno più conigli. I conigli hanno il vantaggio di scegliere un angolo o un lato della lettiera per urinare e defecare, quindi osservando le abitudini del vostro coniglio potete semplicemente posizionare il fieno sul lato della lettiera che non viene utilizzato come bagno. Se si hanno più conigli, questi, difficilmente sceglieranno lo stesso punto della lettiera. In questo caso è meglio evitare di posizionare il fieno direttamente nella lettiera perché è più probabile che uno di loro finisca per fare la pipì sul fieno stesso.

Pulizia della lettiera del coniglio

È essenziale seguire una routine ferrea per la pulizia della lettiera del coniglio. Si sa non è un'operazione piacevole, ma è bene dedicare del tempo alla pulizia della lettiera quotidianamente. Così facendo garantirete la salute dell'animale e eviterete il diffondersi di cattivi odori.

Pulire la lettiera ogni giorno vi permette di:

  • Evitare che la scatola puzzi. L'urina del coniglio può avere un odore forte. Pulendo la lettiera ogni giorno, si può evitare che l'odore si accumuli nell'ambiente.
  • Monitorare la cacca del coniglio. La cacca del vostro coniglio può dirvi molto sulla sua salute. Controllando gli escrementi ogni giorno, potete assicurarvi che tutto sia sano e normale.
  • Prevenire i comportamenti scorretti del coniglio. I conigli preferiscono le lettiere pulite. Se non la pulite per alcuni giorni, il vostro coniglio potrebbe protestare e iniziare a fare pipì fuori dalla lettiera.

Questo non significa che dobbiate lavare completamente la lettiera. Al contrario a volte è meglio NON lavare la lettiera in modo che sia completamente pulita. Lasciare un po' di di urina sul fondo della lettiera va benissimo e il suo odore può invogliare il coniglio ad usare correttamente la lettiera. Generalmente, durante la pulizia, basta rimuovere la cacca e la lettiera sporca, questo va fatto tutti i giorni, in modo da ridurre gli odori.

Controllo degli odori della lettiera

Ecco alcuni consigli che potete mettere in pratica se la lettiera ha un forte odore di urina che si diffonde nella casa.

La pipì del coniglio ha la sgradevole caratteristica di emettere un forte odore perché in essa è presente un'alta concentrazione di ammoniaca. Fortunatamente per la maggior parte dei conigli l'odore si avverte solo per circa un minuto dopo la fuoriuscita, finché non viene assorbito dalla lettiera.

Provate una combinazione di questi accorgimenti per ridurre l'odore di urina:

  • Pulite la cassetta ogni giorno. L'eliminazione della lettiera sporca impedisce la formazione di cattivi odori. È possibile sviluppare una routine per la pulizia della cassetta del coniglio. Ad esempio, ogni mattina alzatevi e pulitela per prima cosa.
  • Cambiate il tipo di lettiera. Alcuni tipi di lettiera sono più efficaci nel prevenire l'accumulo dell'odore di urina del coniglio. In genere le lettiere in pellet svolgono un lavoro migliore in questo senso, quindi vale la pena di passare a una lettiera in carta riciclata o a una lettiera in segatura compressa. Evitate le lettiere già profumate, perché possono causare infiammazioni respiratorie nei conigli.
  • Provate una lettiera coperta. Le cassette coperte possono contenere il forte odore di urina. Il problema è che alcuni conigli si confondono quando la lettiera è coperta e smettono di usarla, ma vale la pena di provare se state cercando un modo per contenere l'odore di urina.
  • Utilizzare un purificatore d'aria. I purificatori d'aria possono mantenere l'aria della stanza fresca. Cercate di acquistarne uno con un filtro HEPA (come questo), in quanto è il migliore per pulire l'aria dagli odori degli animali domestici.
  • Usate un olio profumato. Se non riuscite a eliminare l'odore di urina di coniglio, potete usare degli oli profumati per coprirlo. Non è consigliabile utilizzarli direttamente vicino al recinto del coniglio, poiché l'esposizione prolungata a profumi forti può causare infiammazioni respiratorie, ma posizionare un tappo profumato o qualcosa di simile all'estremità opposta della stanza può aiutare a coprire l'odore. I profumi alla menta, agli agrumi e alla lavanda sono tutti sicuri per i conigli.

Lettiera per conigli: domande frequenti

Cosa si mette sul fondo di una gabbia per conigli?

Metti del substrato nella gabbia. Solitamente si usa la paglia, la segatura o il fieno. Fra questi, il materiale migliore è la paglia perché è elastica, soffice e in inverno mantiene il calore. Inoltre il coniglio può rosicchiare in tutta sicurezza.

Cosa fare per non far puzzare la gabbia del coniglio?

Cosa fare per non far puzzare la gabbia del coniglio? Sostituire il substrato almeno due volte a settimana. Risciacquare la lettiera e tutte le superfici con aceto bianco (o aceto di mele) per eliminare qualsiasi odore. Evitare di tenere la gabbia all'esterno, poiché fuori è facile esporlo a diverse malattie.

Cosa mettere al posto del pellet nella gabbia del coniglio?

Solitamente si usa la paglia, la segatura o il fieno. Fra questi, il materiale migliore è la paglia perché è elastica, soffice e in inverno mantiene il calore. Inoltre il coniglio può rosicchiare in tutta sicurezza.

Quante volte va pulita la gabbia del coniglio?

Pulisci la gabbia almeno una volta a settimana e accertati che la lettiera e il fieno siano sempre puliti e asciutti.

Qual è il pellet migliore abete o faggio?

Pellet: quale scegliere per comprare il prodotto migliore. Solitamente il pellet di faggio ha una resa maggiore, ma consuma di più e sviluppa anche quantità elevate di cenere. Invece il pellet di abete consuma poco e produce meno cenere, ma ha una resa leggermente inferiore.

Quante volte si cambia la lettiera del coniglio?

Ricordatevi di non cambiare mai la lettiera del coniglio quando lui vi vede, si offende e di lasciare sempre qualche pallina di feci nella lettiera una volta cambiata, in modo che rimanga il suo odore e si senta meno in dovere di marcare.

Come pulire bene la gabbia del coniglio?

Per evitare prodotti chimici potenzialmente pericolosi per la salute del coniglietto, un prodotto naturale ed efficace è l'aceto: basta metterne un po' in uno spruzzino e utilizzarlo per la pulizia delle superfici della gabbia. L'aceto è ottimo per sciogliere il calcare che si forma a causa dell'urina.

Quando pulire il nido dei conigli?

La pulizia della gabbia deve essere molto frequente; la lettiera andrebbe preferibilmente cambiata tutti i giorni. I conigli possono essere facilmente addestrati ad utilizzare una cassetta per i bisogni, come i gatti, il che permette di lasciarli liberi per casa.

Perché la pipì del coniglio puzza?

L'urina non solo potrebbe emanare un cattivo odore ma attaccarsi alla pelliccia del coniglio che potrebbe diffonderla in casa e trasmetterla ad altri tessuti. In questo caso è necessario fare una visita dal veterinario perché la puzza potrebbe essere dovuta ad una infezione o a patologie renali o delle vie urinarie.

Altre domande simili

A cosa serve il pellet per i conigli?

Il pellet è un cibo fondamentale per l'alimentazione del coniglio nano ed è un mangime composto da cilindretti in fieno pressato. Il consiglio è quello di non bilanciare benissimo il loro cibo e darne loro troppo: è un cibo ipercalorico e può portare all'obesità.

Come si fa a capire se un coniglio ti vuole bene?

I conigli manifestano il loro affetto pulendo e toelettando: se il vostro coniglietto vi strofina contro il muso, vi lecca e vi pizzica delicatamente, vi sta dicendo che vi vuole bene. Inoltre, questo comportamento denota sottomissione.

Quali odori danno fastidio ai conigli?

Il coniglio odia odori forti come profumo o l'odore di sigaretta. Il coniglio non ama sentire l'odore di un altro animale. Pensa che ci possa essere un predatore nelle vicinanze.

Quanto devono stare liberi i conigli?

Bastano degli accorgimenti per poter tenere libero il coniglio 24 ore al giorno in casa, senza avere la paura che si faccia male, che combini dei guai e che sporchi in giro: Sterilizzare il coniglio così che eviterà di marcare il territorio con feci ed urina. Mettere in sicurezza fili elettrici e oggetti vari.

Come togliere l'odore forte del coniglio?

Come preparare la carne di coniglio alla cottura Se non apprezzi il sapore selvatico del coniglio, puoi metterlo a bagno in acqua e aceto o succo di limone per 30 minuti; quindi lavalo e asciugalo tamponando i pezzi con un canovaccio pulito o con carta assorbente.

Come far profumare i conigli?

Per profumare il pelo del coniglio possiamo invece utilizzare una polvere per neonati, quella di farina di granturco, che non contenga assolutamente talco in quanto dannoso per questo tipo di animale.

Come fare se il coniglio puzza?

Pulisci la gabbia almeno un paio di volte a settimana. Sostituisci tutto il substrato. Risciacqua la lettiera e le altre superfici con aceto bianco o di mele per eliminare gli odori. Porta immediatamente il coniglio dal veterinario per un controllo, se puzza nonostante sia sterilizzato e la gabbia sia pulita.

Quanto tempo può restare senza mangiare un coniglio?

Oltre che di compagnia il coniglio ha bisogno anche di cibo sempre a disposizione perché deve mangiare continuamente: se questo non avviene per oltre quattro ore infatti può andare incontro a un blocco intestinale molto pericoloso per la sua salute.

Quanto pellet dare al coniglio nano?

Puoi dargli dai 50 agli 80 g di pellet al giorno continuando a dargli anche la verdura, che deve rappresentare il 5-6% del suo peso corporeo. Per quanto riguarda la frutta dovrai continuare a dargliela solo tre volte a settimana.

Cosa fanno i conigli quando stanno per morire?

Segni Che Il Coniglio Sta Per Morire I segni vitali come temperatura corporea e frequenza cardiaca cambiano in breve tempo, insorgono malattie cutanee come la miasi, l'attacco di mosca e infine, possono comparire spasmi muscolari involontari segnano che la sua vita sta volgendo al termine.

Dove far dormire il coniglio?

Il coniglio ama rintanarsi, per cui sarà importante dargli un luogo dove raccogliersi quando è stanco. Potrai usare una gabbia allo scopo, mettendo sopra un tappetino e togliendo la porticina, soprattutto se ha le sbarre in cui potrebbe incastrarsi le zampe e ferirsi anche gravemente.

Che verdure può mangiare il coniglio?

Il coniglio può mangiare tutti i vegetali, ma non devi mai esagerare con le quantità. Le uniche verdure che puoi dargli ogni giorno senza pensieri sono il sedano, il finocchio e il radicchio. Per tutto il resto, usa molta moderazione! Troppi cavoli e broccoli, infatti, causano diarrea e feci molli.

Cosa non piace ad un coniglio?

Il coniglio è un animale erbivoro stretto con una alimentazione che deve rispettare la sua natura. Scopriamo quali sono i cibi per lui proibiti e nocivi. ... Cibi tossici cioccolato. legumi (fagioli, piselli ecc.) patate. aglio. cipolla. pasta. pane. melanzane.

Cosa non piace ai conigli?

I cibi da non offrire ai conigli sono: Dolci. Cioccolata. Frutta dolce. Proteine animali. Carboidrati (pasta, riso, patate, fioccati, cereali per la colazione e pane) Semi (farro, orzo, mais, semi di girasoli e semi di qualsiasi genere) Cipolla. Piselli.

Cosa significa quando i conigli corrono come pazzi?

Generalmente quando un coniglio si sdraia a terra è rilassato. Sia che lo faccia poggiando la pancia, sia che lo faccia restando supino si sta riposando. Anche se si sdraia all'improvviso è segno che vuole essere lasciato in pace. 5 lug 2019

Come capire se il coniglio soffre di solitudine?

Se notiamo ce il coniglio inizia a strapparsi il pelo con i morsi, prendiamo subito provvedimenti perché di certo non sta bene. Anche mordere le sbarre della gabbia potrebbe danneggiare i suoi denti. Si apparta: alla solitudine risponde con un atteggiamento altrettanto solitario.

Cosa comporta avere un coniglio in casa?

Non fanno rumore per cui non disturbano i vicini di casa. Sono animali che possono dormire in una gabbia e quindi rimanere al sicuro durante la notte (ma hanno bisogno di muoversi, perché lo impone il loro comportamento naturale). 2. Facilmente addestrabili.

Dove mettere i conigli in casa?

Ci sono numerose possibilità per ospitare al meglio il tuo coniglio in casa: recinzioni, casette simili a appartamenti, gabbie molto grandi o se possibile una camera interamente o in parte dedicata esclusivamente a lui o a lei.

Quanto costa sterilizzare un coniglio nano femmina?

Se intendete sterilizzare il vostro coniglio, ricordate che si tratta di un'operazione chirurgica vera e propria, che deve essere eseguita da un veterinario specializzato in roditori. Chiaramente l'intervento varia a seconda del sesso dell'animale e il prezzo in media va dai 100 ai 150 euro.

Come si lavano i conigli nani?

Ricorda di non immergere mai il coniglio nella bacinella ma questo va strofinato con sapone e acqua, sempre in modo delicato. Il tono della voce, mentre svolgi questa operazione, deve essere dolce e lui non deve assolutamente spaventarsi. Quindi potrai sciacquarlo a dovere e passare poi all'asciugatura.

Come si tiene un coniglio nano in casa?

Se ti stai chiedendo come tenere un coniglio nano in casa, tra le opzioni a tua disposizione la più classica e tradizionale è rappresentata dalla gabbia. Gabbia si ma non piccola: deve essere bella spaziosa, da garantire ogni possibile movimento al nostro pelosetto in miniatura

Cosa sono i Ciecotrofi?

Il ciecotrofo è un materiale alimentare prodotto dall'intestino cieco che il coniglio ingerisce direttamente dall'ano mentre viene emesso. Talvolta il ciecotrofo non viene consumato e rimane sul pavimento o sul fondo della gabbia.

Quante volte al giorno deve mangiare un coniglio?

Le scuole di pensiero sono diverse, ad ogni modo una regola generale (e generica) prevede che, durante il giorno, debbano essere somministrati dai 150 ai 200 grammi di verdura per ogni kg di peso del coniglio.

>

Come capire se il coniglio ha un blocco intestinale?

Quando un coniglio ha un blocco, il cibo contenuto nello stomaco rimane fermo per troppo tempo diventando sempre più asciutto e secco, fino a formare una massa dura riconoscibile anche al tatto.

Quanto mangime dare a un coniglio nano?

Alimentazione del coniglio cucciolo: la vegetazione La quantità giornaliera di verde al coniglio, (da dividere in due pasti) è l'8% del peso del coniglio: ossia di 80 grammi al giorno (40 grammi mattina e sera) percentuale per ogni chilo di peso del coniglio. Le verdure vengono somministrate non pelate e lavate.

Quanti grammi di mangime mangia un coniglio al giorno?

QUANTO GLI DO DA MANGIARE? Un coniglio al giorno dovrebbe mangiare circa 150-200 gr di verdura mista al giorno ogni chilogrammo di peso, diviso in 2-3 pasti. Il fieno va lasciato sempre a disposizione, così come l'acqua, che va cambiata almeno 1-2 volte al giorno.

Quale pellet si usa per coniglio?

Pellet di puro faggio 100% è la migliore per il coniglio. Pratica, assorbente, inodore, atossica ed economica. E' il pellet che si utilizza comunemente anche per le stufe; Trucioli di legno di puro abete.

Come capire se il coniglio ha dolore?

I segni del dolore nel coniglio possono comprendere: respirazione rapida e superficiale. salivazione. digrignare i denti. strapparsi il pelo. mancata pulizia del mantello. postura incurvata. zoppicatura. abbattimento, minore attività

Cosa fanno i conigli quando stanno male?

Coniglio malato: segnali allarmanti Diminuzione dell'attività: il coniglio passa molto tempo immobile e, quando si sposta, lo fa lentamente e a volta anche zoppicando. Disidratazione: la pelle perde elasticità, il manto è spento e gli occhi sembrano affossati. Letargia e apatia. 30 ago 2018

Perché il coniglio fa la pipì arancione?

Può capitare che il coniglio faccia la pipì rossa o meglio di colore rosso-arancio, ma questo non è un sintomo di malessere per cui allarmarsi. Tale colorazione, infatti, è frutto dei pigmenti vegetali che si trovano nelle verdure che mangiano.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Ti potrebbero interessare