Come sverminare gatto adulto?

di Fabiana Valentini 5013 visite

Un primo metodo per sverminare il proprio gatto prevede un trattamento vermifugo attraverso un apposito farmaco da far assumere all'animale nelle dosi e nei tempi suggeriti dal veterinario stesso; esistono numerose formulazioni da quelle in pastiglie a quelle in pasta che potrete scegliere in base alle abitudini del gatto

Sverminare il gatto

I vermi intestinali più comuni per i gatti sono i vermi tondi e le tenie. La maggior parte dei gatti infetti non mostra segni di vermi; tuttavia, un forte carico di vermi può causare perdita di peso, vomito e diarrea, irritazioni intorno all'ano e mancato sviluppo.

È importante notare che, mentre i vermi possono talvolta causare problemi al gatto stesso, alcuni di essi possono essere trasmessi anche all'uomo e, in rare occasioni, possono essere causa di gravi malattie umane. Per questi motivi, è molto importante trattare regolarmente gatti e gattini per prevenire o eliminare i vermi.

Tipi di vermi

Vermi tondi

I vermi tondi intestinali sono i parassiti intestinali più comuni nei gatti e sono presenti nei gatti di tutte le età in tutto il mondo. I due vermi tondi più comuni nei gatti si chiamano Toxocara cati e Toxascaris leonina. Le uova di questi vermi passano nelle feci e possono rimanere vitali nell'ambiente per diversi anni. Queste uova possono infettare altri gatti in due modi. In primo luogo, un gatto può mangiare (ingerire) le uova direttamente da un ambiente contaminato. In secondo luogo, se un altro animale mangia le uova (ad esempio, un topo o un ratto), questi possono agire come "ospiti intermedi" e trasmettere l'infezione a un gatto se questo preda (e mangia) l'ospite intermedio infetto.

La Toxocara cati viene trasmessa anche dalle regine (gatte madri) ai gattini attraverso il latte prodotto. Ogni volta che un gatto viene infettato da vermi tondi, alcune forme immature (larve) rimangono dormienti nei tessuti del corpo. Di solito non causano danni, ma quando una gatta femmina rimane incinta, queste larve migrano verso le ghiandole mammarie e vengono espulse nel latte che produce per i gattini. Si tratta di una via di infezione molto comune e si deve presumere che ogni gattino sarà infettato da Toxocara cati.

Nella maggior parte dei casi, si raccomanda di sottoporre il gatto a un trattamento di routine per tutta la sua vita. Tuttavia, per determinare se un gatto è effettivamente infetto da vermi, è possibile raccogliere un campione di feci ed esaminarlo in laboratorio per verificare la presenza di uova di vermi.

Altri vermi rotondi gastrointestinali che possono infettare i gatti in varie parti del mondo sono:

  • Gnathostoma spp
  • Ollulanus tricuspis (si trova nello stomaco)
  • Physaloptera spp
  • Strongyloides spp

Gli anchilostomi

Gli anchilostomi sono un tipo di piccolo verme rotondo intestinale presente nella maggior parte dei paesi del mondo, ma più comune in alcuni paesi rispetto ad altri. Questi vermi possono causare danni al rivestimento dell'intestino dove si attaccano alla superficie, con conseguente perdita di peso, emorragie e anemia.

I gatti possono essere infettati ingerendo (mangiando) uova dall'ambiente, mangiando un ospite intermedio infetto (come nel caso di Toxocara cati) o dalle larve presenti nell'ambiente che scavano attraverso la pelle del gatto.

Gli anchilostomi comuni nei gatti sono Ancylostoma tubaeforme e Uncinaria stenocephala, ma in alcuni Paesi sono presenti altre specie.

Tenie

Le tenie sono generalmente lunghi vermi piatti composti da molti segmenti. I segmenti maturi contenenti le uova vengono rilasciati dall'estremità della tenia e vengono passati nelle feci. Questi segmenti assomigliano spesso a chicchi di riso e possono talvolta essere visti sul pelo intorno all'ano del gatto, nelle feci e sul letto del gatto.

Per completare il loro ciclo vitale, tutte le tenie hanno bisogno di un ospite intermedio che prima mangi le uova dall'ambiente, e poi il gatto si infetterà mangiando l'ospite intermedio. Gli animali che fungono da ospiti intermedi variano a seconda della specie di tenia. Le tenie più comuni che infettano i gatti in tutto il mondo sono Dipylidium caninum e Taenia taeniaeformis.

Il Dipylidium caninum viene trasmesso ai gatti dalle pulci. Le larve immature delle pulci ingeriscono le uova del verme, ma l'infezione viene poi trasmessa al gatto quando ingerisce una pulce infetta durante la toelettatura. Si deve presumere che qualsiasi gatto infettato dalle pulci abbia anche il Dipylidium caninum (e viceversa).

La Taenia taeniaeformis viene trasmessa quando i gatti mangiano piccoli roditori (ratti e topi), che hanno mangiato le uova dall'ambiente. Questa infezione è molto comune nei gatti che cacciano

Altre tenie presenti in alcuni Paesi sono:

  • Diplopylidium spp (i rettili sono ospiti intermedi)
  • Diphylobothrium latum (i pesci sono ospiti intermedi)
  • Echinococcus multilocularis (i roditori sono ospiti intermedi)
  • Joyeuxiella spp (i rettili sono ospiti intermedi)
  • Spirometra spp (anfibi, rettili e roditori sono ospiti intermedi)

Sverminazione del gatto: come procedere

I vermi tondi sono estremamente comuni nei gattini e, poiché i gattini possono essere infettati dal latte materno, si deve presumere che tutti i gattini siano infetti e la sverminazione deve essere iniziata in giovane età. Le raccomandazioni più comuni sono le seguenti:

  • Trattare i gattini per i vermi tondi ogni 2 settimane a partire da 3 settimane di età fino a 8 settimane di età, poi mensilmente fino a 6 mesi di età.
  • Trattare i gatti adulti (di età superiore ai 6 mesi) ogni 1-3 mesi.

Le tenie sono di solito un problema solo nei gatti anziani, a meno che il gattino non abbia anche le pulci.

  • Trattare i gatti adulti (di età superiore ai 6 mesi) ogni 1-3 mesi con un prodotto efficace sia contro le tenie che contro i vermi tondi.
  • Un prodotto attivo contro il Dipylidium caninum dovrebbe essere utilizzato anche nei gattini che presentano infestazioni da pulci.

Quali prodotti sverminanti usare?

Esistono diversi prodotti per la sverminazione disponibili sul mercato e la disponibilità dei farmaci varia a seconda dei Paesi. Anche se i prodotti per la sverminazione possono essere disponibili nei negozi di animali e persino in alcuni supermercati, spesso si tratta di prodotti vecchi o meno efficaci e alcuni sono anche meno sicuri da usare nei gatti.

È sempre meglio chiedere il parere del veterinario, che saprà quali sono i tipi di vermi più diffusi nella vostra zona e sarà in grado di consigliare i trattamenti più efficaci e sicuri per il vostro gatto. Inoltre, sono disponibili alcuni trattamenti che possono essere più facili da somministrare, come un'iniezione che il veterinario può fare, una piccola compressa che può essere inserita nel cibo o persino delle gocce che possono essere applicate sulla pelle.

Altre domande su gatti, sverminazione e parassiti intestinali

Come capire se il gatto ha i vermi?

Infestazioni parassitarie del gatto: sintomi DIARREA INTENSA. DIARREA CON SANGUE. VOMITO. PRESENZA DI VERMI NELLE FECI O NEL VOMITO. PRESENZA DI UOVA NELLE FECI (simili a chicchi di riso) GATTO ESTREMAMENTE AFFAMATO MA DIMINUZIONE DEL PESO. NEL GATTINO, PANCIA GONFIA 'A BOTTE' LETARGIA CRONICA.

Cosa succede dopo la sverminazione gatto?

Effetti collaterali della sverminazione Possono presentarsi sotto forma di vomito e diarrea, anche se, va detto, si tratta di casi non molto frequenti. Tuttavia, meglio informarsi dal veterinario prima della somministrazione, per evitare brutte sorprese.

Dove si comprano i vermifughi per gatti?

CentroVete Bayer Vermifugo antiparassitario per Gatto in compressa (2 CPR) - combatte i Principali parassiti intestinali : Amazon.it: Prodotti per animali domestici.

Come si Svermina un gatto?

un momento ottimale per la prima sverminazione del gattino è la terza o quarta settimana di vita. Di solito il veterinario preleva un campione di feci per verificare la presenza di vermi. In questa occasione, anche la madre del gattino dovrebbe ricevere un trattamento antiparassitario parallelo.

Come sverminare un gatto fai da te?

Se si tratta di zecche e pulci, i migliori rimedi casalinghi per sverminare il tuo gatto sono: Aceto di mele, in quanto è un potente e utile repellente. Devi solo diluire due cucchiaini in 250 ml di acqua e, con uno spray, spruzzare il pelo del tuo animale.

Perché il gatto fa la cacca con i vermi?

Se il gatto caccia qualche insetto, ragno o anche topolino infetto, quindi, prenderà tali parassiti che continueranno il proprio ciclo vitale nell'intestino del micio ed è per questo che osserverai vermi nei suoi bisogni.

Quante volte si può sverminare un gatto?

Si consiglia di sverminare il gatto ogni 2 a 6 mesi con una medicina vermifuga che uccide sia gli ascaridi che la tenia. La frequenza dipende da quanto il gatto esce fuori casa.

Cosa succede dopo la sverminazione?

La maggior parte dei cani non manifesta effetti collaterali visibili agli esseri umani. Tuttavia, come per tutti i farmaci, possono manifestarsi effetti collaterali come diarrea o letargia. Molto raramente, il cane può presentare problemi neurologici, soprattutto in caso di forte infestazione/morte dei vermi.

Come si trasmettono i vermi dal gatto all'uomo?

Possono essere ingeriti accidentalmente attraverso alimenti contaminati dalle larve, ad esempio la carne e le viscere degli ospiti intermedi (erbivori e piccoli mammiferi). Modalità di trasmissione all'uomo: la malattia si trasmette all'uomo attraverso l'ingestione di verdure e cibi contaminati da feci infette.

Quanto ci mette il Vermox a fare effetto?

Queste pastiglie si ingoiano intere o si masticano. Quando fa effetto? il trattamento con Vermox è di minimo 1-3 giorni, e può durare svariati mesi, a volte anche fino a tre anni.

Quanto costa Drontal gatto?

13,73 €

Quanto ci mette il vermifugo a fare effetto?

La maggior parte dei trattamenti agisce rapidamente, uccidendo i vermi intestinali a partire da circa 2 a 6 ore dopo la somministrazione del vermifugo.

Come si chiamano i vermi nei gatti?

Il primo gruppo comprende i vermi tondi (Nematodi) e i vermi piatti (Cestodi). Tra i Nematodi i più diffusi, i vermi intestinali sono gli Ascaridi e i Vermi ad Uncino. Entrambi vivono nella mucosa intestinale nutrendosi di cibo digerito e sangue.

Altre domande

Come dare una pillola ad un gatto?

Devi far scorrere il dito indice nello spazio che c'è dietro il canino. Così facendo la testa del gatto dovrebbe muoversi e puntare leggermente verso l'alto; con il dito medio della mano che tiene la pastiglia, premi delicatamente il mento del tuo micio verso il basso.

Quali vaccinazioni fare al gatto?

I vaccini obbligatori per il gatto sono tre: la 'trivalente'. Si tratta di tre vaccinazioni per le patologie più diffuse tra i felini: quella contro l'herpes virus (rinotracheite), contro il calici virus (calicivirosi) e l'ultimo contro la panlecopenia (gastroenterite virale).

Quando si vaccina il gatto?

In gattini sani, la prima vaccinazione si dovrebbe eseguire nella dodicesima settimana di età, con un successivo richiamo dopo 3 settimane; in gatti adulti bisognerebbe invece eseguire un controllo relativo alla positività al FeLV prima della vaccinazione.

Quante volte al giorno il gatto fa la cacca?

Non ci sono regole strette per la frequenza delle deiezioni, ma in genere avvengono 1-2 volte al giorno. Possono esserci differenze individuali tra i gatti. L'importante è la regolarità, per cui non va bene se il gatto defeca per 3 volte un giorno, e niente il giorno successivo.

Perché i gatti piccoli hanno la pancia gonfia?

Gattino con la pancia gonfia Di solito la risposta più comune al perché il gatto ha la pancia gonfia e dura è perché ha parassiti interni o vermi, soprattutto se si tratta di un gattino cucciolo. La condizione è facile da riconoscere perché il micio è piccola ma ha la pancia troppo grande rispetto alle sue dimensioni.

Come capire se il gatto ha un tumore?

Gatti, 10 possibili segnali di tumore da non sottovalutare Si nasconde troppo spesso. Dimagrimento. Cambiamenti nella bocca. Sangue dal naso. Cambiamenti nell'uso della lettiera. Secrezioni. Convulsioni. Cambiamenti cutanei. Altre voci... •

Come funziona la sverminazione?

Come funziona il farmaco per la sverminazione del cane una sostanza vermicida: questa è una particolare molecola che ha il compito di uccidere il vermi parassiti è specifico ; una sostanza vermifuga: ha funzione di espellere dei vermi parassiti dell'intestino.

Come si trasmettono i vermi da cane a uomo?

Alcuni tipi di vermi, inoltre, possono contagiare anche noi, essere trasmessi anche a noi umani per via oro-fecale o con l'ingestione di carni (o pesci) crudi o mal cotti o mal conservati.

Cosa provocano i parassiti intestinali?

I sintomi più comuni si registrano a livello gastro-intestinale, con dolori addominali, prurito anale, nausea, vomito, coliti, emorragie rettali e costipazione o diarrea fino alla dissenteria.

Cosa succede dopo aver preso Vermox?

Sono stati riportati i seguenti effetti indesiderati che potrebbero verificarsi durante il trattamento con VERMOX: Vertigini. Disturbi e dolore addominale, flatulenza, diarrea.

Quanto tempo ci vuole per guarire dagli ossiuri?

Gli ossiuri femmine sopravvivono nel colon e nelle sedi vicine dalle 5 alle 13 settimane; gli ossiuri maschi, invece, per circa 7 settimane.

Come agisce il Vermox?

Il principio attivo Mebendazolo è un agente antielmintico ad ampio spettro. Il farmaco provoca la degenerazione dei microtubuli citoplasmatici dell'elminto, inibendo così l'utilizzo del glucosio, riducendo il metabolismo energetico e provocando la morte del parassita.

Quanto costa vaccino e sverminazione?

Tariffario Prestazione Costo (prezzi in vigore dal 01/01/2018) Vaccinazione dal 2° animale dello stesso proprietario 30 € Visita con prescrizione 40 € Prima visita gattino (vaccinazione - sverminazione) 50 € Prima visita cucciolo (vaccinazione-sverminazione-applicazione microchip) 55 €

Quanto costa fare la sverminazione?

Come anticipato consigliandovi i prodotti, il costo di sverminante può variare dai 12 ai 25 euro, dipende dalle dosi e dalla tipologia di farmaco che scegliamo, meglio consultare il veterinario che potrà anche suggerirci quando e come sverminare un cane adulto.

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini

Fabiana Valentini è un'attrice che ha sempre avuto un debole per i gatti. Oltre alla sua carriera nel mondo del teatro, Fabiana è anche una volontaria attiva che gestisce un gattile e dedica gran parte del suo tempo libero a prendersi cura dei felini bisognosi.

Ti potrebbero interessare