[Dognet.it - ®2001.2004] - Il portale dalla parte del cane
   Mercoledi, 12 Dicembre 2018
Vita pratica

UN CANE E' PER SEMPRE

Il primo degli incontri Dognet/LifeGate sul benessere animale. Per un cammino da intraprendere insieme volto a una nuova e più consapevole convivenza fra uomo e cane.

     

     Appena arrivato è un batuffolo di pelo: diventerà negli anni un compsgno indimenticabile

Un cane è per sempre. Questo è stato il leit motif del primo degli incontri voluti da Dognet e LifeGate sul benessere animale che si è tenuto a Milano nella sale di Aida Partners Ogilvy PR. E per riscrivere le basi di una serena e felice convivenza fra l’uomo e colui che è stato definito, nei secoli, il suo “migliore amico”, si sono dati convegno veterinari, comportamentisti, addestratori, esponenti di associazioni ambientaliste, avvocati e giornalisti. “L’acquisto di un cane deve essere un’azione consapevole – ha detto l’avvocato Francesca Gentilini di Milano – che deve costituire la base per una felice convivenza fra due esseri di specie diverse.” “Adottare o acquistare un cane – ha sottolineato Rossella Muroni, Presidente di Legambiente – è solo il primo passo di ciò che diventerà un percorso congiunto.”Rispetto per i cani, quindi, in quanto specie “diversa da noi” con i suoi diritti e le sue specificità, e rispetto per le razze che sono tante e diverse e possono soddisfare differenti esigenze umane. Il bisogno di compagnia, l’amore per lo sport o il divertimento, la difesa della casa e del territorio, le attività sociali, e molto altro ancora. Il professor Alberto Vergara, Consigliere del Club Cani da Compagnia e medico veterinario ci ha tenuto a sottolinearlo. “Nell’acquisto del cane di razza è basilare conoscere i vari aspetti, soprattutto comportamentali, del soggetto che si va a scegliere, per non snaturarne l’indole e la naturale propensione.” Insomma…se abitiamo in un monolocale non scegliamo un Lupo Cecoslovacco come amico, e se vogliamo far jogging con il cane non pretendiamo che a correre con noi sia un Carlino. Rispetto, quindi, soprattutto per il quattro zampe che verrà a dividere la sua vita con la nostra. E poi studio delle sue attitudini, delle sue problematiche sia fisiche che di comportamento, da vagliare insieme al veterinario di fiducia e all’addestratore e al comportamentista. Non è facile vivere con un cane. Ed è opportuno non sottovalutarne le conseguenze. Sarà più difficile andare in vacanza, uscire la sera, acquistare ciò che ci piace (un cane è anche un esborso economico che non si esaurisce con l’acquisto o con le prime visite veterinarie del cucciolo), intraprendere scelte di vita. Un cane non è un oggetto e come tale va trattato anche nel momento dell’acquisto. Niente contanti, ma sempre fatture e ricevute di pagamento. E certificati di buona salute. Nel caso del cane di razza, poi, indispensabile il pedigree. “La legge è chiara sotto questo aspetto – spiega l’avvocato Gentilini – non si può vendere cani che non siano di razza. E per essere “cani di razza” occorre avere il pedigree, che è l’unico documento che attesta per il soggetto l’appartenenza a una razza specifica”. Chi vende cani di razza senza pedigree è punito dalla legge con multe anche molto alte. Ma siamo noi che, nel momento dell’acquisto, dobbiamo pretendere dall’allevatore tutte le garanzie per la salute e la vita futura del nostro nuovo amico. Una felice convivenza tra l’uomo e il cane passa anche da questo. E non si finirà mai di ripeterlo. Dagli incontri di Dognet/LifeGate nasceranno, in seguito, proposte concrete che si tradurranno in azioni e stimoli ulteriori per le istituzioni competenti. Naturalmente noi di Dognet seguiremo con articoli e interviste le varie tappe di questo percorso. Appuntamento a giugno, quindi, per un altro incontro con il medesimo tema. Perche un cane “è per sempre”.

Autore: Brunella Paciello

 

Invia questa pagina ad un amico
All rights reserved 2006 DogNet.it Privacy Policy