[Dognet.it - ®2001.2004] - Il portale dalla parte del cane
   Mercoledi, 12 Dicembre 2018
Vita pratica

In vacanza all'estero con "lui"



     

     Per portare i nostri cani all'estero bisogna tener conto di....

Se decidiamo di portare i nostri beniamini all’estero, dobbiamo sapere che esistono delle regole precise per l’uscita (ed il rientro) in/dall’Italia e l’entrata nei vari stati della Comunità Europea (CE) ed extraeuropei.


GENERALITA’ per le PARTENZE dall’Italia (valide per cani, gatti e furetti)

Gli animali che viaggiano al seguito dei loro padroni devono essere in possesso dei seguenti requisiti: Avere un codice identificativo (tatuaggio leggibile per la specie canina fino al 3/7/2011 o microchip per cane, gatto e furetto) regolarmente iscritto in anagrafe
Essere in possesso del Passaporto Europeo, che viene rilasciato dalla ASL Veterinaria competente per territorio
Essere stati sottoposti alla vaccinazione obbligatoria contro la Rabbia almeno 21 giorniprima della data di uscita dallo stato italiano Per gli animali inferiori ai 3 mesi di età, decide lo stato in cui ci si reca. Nel caso sia consentito, questi devono avere il passaporto ed essere accompagnati dalla madre da cui dipendono
Sempre in base allo stato di destinazione, possono venire richiesti test sierologici e/o trattamenti farmacologici contro i parassiti interni ed esterni.


A tale scopo distinguiamo tra Paesi Europei e Paesi Extraeuropei:

PARTENZE VERSO PAESI DELLA COMUNITA’ EUROPEA: Austria, Belgio, Cipro, Danimarca (compresa Groenlandia e Isole Faeroer), Estonia, Finlandia, Francia (comprese Guyana Fr., Guadalupa, Martinica e Reunion),Germania. Gibilterra, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Portogallo (comprese le Isole Azzorre e le Isole di Madeira), Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Slovenia, Spagna (comprese Isole Baleari, Isole Canarie e Ceuta e Melilla) , Ungheria. Le regole citate nelle generalità valgono per tutti i paesi della Comunità Europea presenti in elenco..
La Finlandia richiede in più un trattamento contro la Tenia Echinococco massimo 30 giorni prima dell’arrivo.
Per Inghilterra, Irlanda, Svezia e Malta è stata finalmente abolita la quarantena, sostituita dal test sierologico per la ricerca degli anticorpi contro la Rabbia da effettuarsi 6 mesi prima della movimentazione per Inghilterra, Irlanda e Malta, 120 giorni dall’ultima vaccinazione per la Svezia.
Inoltre per la Svezia è necessario un trattamento contro la Tenia Echinococco da effettuarsi al massimo 10 gg prima dell’arrivo, mentre per Inghilterra ed Irlanda non prima di 48 ore, ma non entro 24 ore dall’arrivo.
Infine i soggetti che si recano in Inghilterra ed Irlanda vanno trattati contro le zecche non prima di 48 ore ma non entro 24 ore dall’arrivo. Importante!
Il microchip è obbligatorio per Inghilterra ed Irlanda, mentre la Svezia accetta ancora animali con tatuaggio leggibile.

PARTENZE PER PAESI EXTRA-EUROPEI E’ necessario contattare le singole ambasciate per i requisiti richiesti

ENTRATA in ITALIA o RIENTRI E’ vietata l’introduzione in Italia di cuccioli di età inferiore ai 3 mesi

DA PAESI della COMUNITA’ EUROPEA -Identificazione elettronica o tatuaggio (fino al 03/07/2011) -Passaporto Europeo -Vaccinazione Antirabbica

DA PAESI TERZI CON situazione sanitaria favorevole -Identificazione elettronica o tatuaggio (fino al 03/07/2011) -Vaccinazione Antirabbica -Certificato Sanitario rilasciato dal Veterinario Ufficiale -Documentazione di supporto atta ad identificare l’animale


Autore: dottoressa Cristiana Maghenzani

 

Invia questa pagina ad un amico
All rights reserved 2006 DogNet.it Privacy Policy