[Dognet.it - ®2001.2004] - Il portale dalla parte del cane
   Lunedi, 22 Gennaio 2018
Veterinaria

I test per le intolleranze: una nuova realtà

Una rivoluzione, davvero. E un modo diverso per affrontare i problemi derivati dalle intolleranze alimentari che sempre più spesso affliggono i nostri amici animali. Vediamo come....

     

     Il Cane Lupo Cecoslovacco spesso presenta problemi legati alle intolleranze alimentari

E’ una vera e propria rivoluzione nel mondo della cura delle intolleranze alimentari negli animali. Parliamo dei nuovissimi test specifici per questo tipo di problemi, un modo facile e sicuro per combattere – e spesso sconfiggere – le sintomatologie legate alle intolleranze. Sempre più spesso, infatti, si sente parlare di intolleranza alimentare per i nostri amici a quattro zampe. Nella specie umana problemi di questo tipo sono all’ordine del giorno e anche cani e gatti paiono adeguarsi, siano essi alimentati in modo casalingo, sia invece che si ricorra a una dieta industriale. Non sono ancora state identificate con certezze le cause che portano ad un’insorgenza di intolleranza alimentare, ma quello che è certo è che l’ingestione di alcuni alimenti/sostanze in alcuni soggetti porta ad un sovraccarico tossico degli stessi/stesse nell’organismo. I possibili colpevoli? L’inquinamento globale del pianeta, additivi e sostanze chimiche aggiunte al cibo, presenza di fitofarmaci e pesticidi, residui farmacologicamente attivi nelle carni di animali sottoposti ad allevamento intensivo. Spiega la Dottoressa Giulia Sacco Verebes, biotecnologa molecolare e referente scientifico di Antigenia Veterinaria, l’azienda che produce i test per le intolleranze alimentari negli animali: “Grazie ad anni di studi e ricerche, si è capito che un numero rilevante di disturbi nei cani e nei gatti deriva proprio dalle intolleranze. L’intolleranza alimentare è definibile come una sindrome, cioè un insieme di sintomi, che ha la tendenza - legata all’assunzione di cibi e/o sostanze, viste come tossiche dall’organismo - ad attenuarsi o scomparire quando gli alimenti in questione vengono allontanati dalla dieta.”
Quali i sintomi, allora? La tendenza ad accumulare peso senza motivo, per esempio, o stati di irrequietezza o stanchezza altrimenti inspiegabili. O sintomatologie più preoccupanti come il vomito, la diarrea, le dermatiti, il prurito cronico. Tutti malesseri che potranno scomparire o regredire dopo aver identificato esattamente gli alimenti che ne determinano la comparsa.

I TEST PER GLI ANIMALI
Le intolleranze alimentari sono più spesso riscontrabili nel nostro amico cane che nel gatto, ma ciò semplicemente perché il primo è più seguito dal proprietario sul versante alimentare. Spiega ancora la Dottoressa Sacco: “Le intolleranze alimentari non sono una malattia, ma piuttosto un malessere che si esprime nell’organismo attraverso diverse sintomatologie e può essere risolto allontanando la sostanza “colpevole” dalla dieta. Normalmente basta un periodo di 2 o 3 mesi per “disintossicare” l’animale da un accumulo della sostanza in questione per ritrovare uno stato di benessere.”
I test di Antigenia Veterinaria si basano su quello – ad uso umano –messo a punto nel 1956 dal Dottor Bryan e chiamato “test citotossico”. Il test si basa su una metodica molto semplice per evidenziare il danno cellulare, provocato da alcuni cibi, a carico dei leucociti, in particolare i granulociti neutrofili, (tra i più numerosi componenti del sangue). Dalla valutazione della reazione avversa a carico dei leucociti arriva la diagnosi specifica di intolleranza verso una determinata sostanza. Un cane con indici di citolisi epatica inspiegabilmente alta? Un gatto con cistiti e uretriti ripetute? Un quattro zampe con una noiosa dermatite ribelle a qualsiasi cura? Sono tutti pets che potrebbero nascondere un’intolleranza alimentare. E, in modo semplice e veloce, il test evidenzierà con precisione le sostanze “colpevoli”. Se si applicherà una dieta, escludendole, si otterranno ottimi risultati per il benessere dell’animale.

UN APPROCCIO TOTALMENTE NUOVO
Niente più tentativi andati a vuoto, diete di “privazioni” avvilenti e poco appetibili, prove di cucina casalinga e non, mangimi acquistati e poi lasciati lì per il perdurare del problema. Il test per le intolleranze alimentari è davvero facile: basta un piccolo prelievo di sangue e il risultato arriva a casa entro pochi giorni. Sarà così possibile arrivare a una dieta specifica e personalizzata in grado di attenuare o far scomparire la sintomatologia legata all’intolleranza alimentare.
Antigenia Veterinaria si avvale di laboratori di riferimento secondo la zona richiesta: per ogni ulteriore informazione o contatto si può utilizzare la mail commerciale@antigenia.it o visitare il sito dell’azienda: www.antigenia.it


Autore: dognet

 

Invia questa pagina ad un amico
All rights reserved 2006 DogNet.it Privacy Policy