[Dognet.it - ®2001.2004] - Il portale dalla parte del cane
   Sabato, 23 Febbraio 2019
Lupo e dintorni

Il lupo, il guardiano dell'uomo

Animale simbolo e - purtroppo - capro espiatorio per secoli, il lupo è sempre vissuto nei limiti della società umana. Focalizzando con la sua presenza storie e avvenimenti. Per saperne di più vi proponiamo un romanzo da leggere tutto di un fiato, scritto dallo scrittore che ha firmato "L'uomo che sussurrava ai cavalli".

     

     La copertina del libro di Evans "Insieme con i lupi".

Il lupo, animale totemico e leggendario, amato e odiato dagl iumani, progenitore del cane domestico, adorato da popoli e civiltà, ma anche vituperato e cacciato e fatto oggetto - nei secoli- di feroci persecuzioni. Per conoscere un po' delle storie che riguardano il lupo e per leggere anche una bella storia di amore e avventura, vi proponiamo l'ultimo best seller di Nicholas Evans, lo scrittore autore de "L'uomo che sussurrava ai cavalli". Si tratta di "In corsa con i lupi"...un grande romanzo di amore e di morte che avvince e affascina il lettore fin dalle prime righe. E ci narra, insieme alle storie dei protagonisti (giovani biologi che vivono e lavorano a contatto con i lupi), anche un po' delle vicende che hanno siglato la storia del progenitore del nostro cane domestico nei secoli passati. La sua strenua persucuzione da parte degli agricoltori e degli allevatori che lo demonizzavano e ne provocarono quasi l'estinzione, e l'amore di un manipolo di studiosi che, con sacrifici e passione, ne stanno favorendo il nuovo sviluppo nelle montagne americane e nel resto del mondo. Per conoscere, comunque, un aspetto della storia del lupo, che tanto si intreccia, con quella dell'uomo, pubblichiamo qui di seguito un'antica leggenda indiana, che ben evidenzia il rispetto e l'aurea leggendaria che gli antichi popoli riservavano al progenitore del nostro cane.
LA LEGGENDA DEL LUPO E DELL’UOMO
“Venne un giorno, all’alba del mondo, in cui Colui che Crea non riuscì più a seguire con gli occhi le moltitudini di cose che accadevano sulla terra.
Allora chiese a un lupo di farne il giro di corsa per scoprire come vivevano e operavano gli essere da Lui creati.
La prima volta il lupo fece il giro della terra molto rapidamente. Ma era troppo veloce e Colui che Crea lo rimandò indietro. La seconda volta il lupo impiegò un anno, ma nel corso di quel tempo non fece in tempo a vedere tutto. Di nuovo Colui che Crea lo rimandò sulla terra. La terza volta il lupo non tornò più perché la terra era diventata troppo grande per lui e vi accadevano troppe cose. Colui che Crea attende ancora oggi il ritorno del lupo…
Sulla terra il lupo ebbe molti discendenti che, con il passare del tempo, dimenticarono la missione affidata loro da Colui che Crea. Fu così che i lupi cominciarono a vivere come tutti gli animali, ma per mantenere la promessa fatta a Colui che Crea cercarono qualcuno che potesse sostituirli nella loro missione. I lupi pensarono che gli uomini fossero, fra tutti gli animali creati da Colui che Crea, quelli più adatti.
Ma, con il passare del tempo, i lupi si accorsero la loro era una scelta sbagliata. Gli uomini si rivelarono violenti, deboli, fragili dentro. I lupi decisero allora di diventare i guardiani degli uomini finchè questi ultimi non fossero pronti a diventare la loro discendenza e a prendere il loro posto nella missione voluta da Colui che Crea, placando la sua collera.
Ma i secoli sono passati e gli uomini non sono cambiati. Il popolo dei lupi è l’ombra del popolo degli uomini. Certi uomini lo sanno. Certi uomini sono lupi….”
(da un'antica leggenda Mohicana - Mohicano in lingua indiana significa “lupo”)






Autore: Dognet

 

Invia questa pagina ad un amico
All rights reserved 2006 DogNet.it Privacy Policy